Cumulo per la pensione anticipata

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Giovanni chiede

Mi par di capire che per raggiungere i 38 anni di contribuzione previsti da quota 100 non posso usufruire del cumulo gratuito di contributi INPS e casse private. Tale possibilità è rimasta invece per il raggiungimento della pensione anticipata?

Barbara Weisz risponde

La ringrazio per la domanda che in effetti consente di chiarire un punto importante. In effetti, il cumulo gratuito continua ad essere applicabile alla normale pensione anticipata, che come lei giustamente rileva viene è stata modificata dal decreto di riforma pensioni (dl 4/2019), ma su aspetti diversi rispetto alle modalità di calcolo del requisito contributivo.

Il provvedimento ha infatti previsto un blocco agli aumenti delle aspettative di vita (in pratica, nel 2019 i requisti per la pensione anticipata restano a 42 anni e dieci mesi per gli uomini e 41 anni e dieci mesi per le donne)  ed ha introdotto una finestra trimestrale prima della decorrenza (dal momento in cui si acquisisce il diritto, devono trascorrere tre mesi per incassare il primo assegno previdenziale).

Ma non ci sono state altre modifiche rispetto alle regole precedenti, per cui è possibile raggiungere il requisito utilizzando il cumulo gratuito dei contributi.

Il riferimento legislativo per la nuova pensione anticipata è l’articolo 15 del dl 4/2019, quello per l’applicazione del cumulo è la legge  228 del 2012, come modificata dalla manovra 2016 che, con il comma 195, ha esteso il cumulo anche ai professionisti iscritti alle casse private.

Come lei giustamente rileva, è diverso il discorso per quanto riguarda la quota 100, perché in questo caso non sono compresi gli iscritti alle casse professionali e dunque il cumulo è utilizzabile solo fra diverse gestioni INPS.