Credito d’imposta per smaltimento amianto

Risposta di Valerio Ottaviani

scritto il

Ornella Z. chiede:

La mia ditta è ubicata a Pesaro e sto sostituendo l’amianto sulle arcate dei miei capannoni (parte di proprietà e parte in leasing). La spesa è di circa € 50.000.
Per il momento ho fatto emettere fatture in acconto fornitura, aspettando di effettuare la bonifica dell’ultima arcata a quando si definirà l’incentivo.
Ci sono novità?

L’art. 56 della Legge 28.12.2015 n. 221 ha introdotto la possibilità, per le imprese, di usufruire di un credito d’imposta pari al 50% delle spese sostenute per gli interventi di bonifica dell’amianto su beni e strutture produttive presenti sul territorio dello Stato.

Questo credito d’imposta spetta per tutti quegli investimenti con importo unitario superiore a 20.000 euro, viene ripartito in 3 quote annuali di pari importo e può essere utilizzato solamente tramite F24 presentato attraverso i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate (Entratel o Fisconline).

Ad oggi si è ancora in attesa del Decreto attuativo necessario affinché si possa richiedere e usufruire del credito d’imposta, la cui pubblicazione era prevista in Gazzetta Ufficiale per il mese di Settembre.

Il bando INAIL ISI 2015, ormai scaduto, aveva previsto un incentivo al 65% ma ormai è scaduto.

 

Valerio Ottaviani – Dottore Commercialista, Revisore Legale

Risposta di Valerio Ottaviani

Hai una domanda che vorresti fare ai nostri esperti?

Cerca tra quelle pubblicate oppure

Chiedi all'esperto