Contributi coincidenti: come valorizzarli?

Risposta di

Redazione PMI.it

scritto il

Mimmo chiede

Posso cumulare dei vecchi contributi versati alla Cassa Ragionieri, al solo fine del calcolo retributivo, in quanto coincidenti con quelli di lavoro dipendente?

Redazione PMI.it risponde

Ai fini del calcolo pensione può essere possibile sommare i contributi versati in più gestioni, anche se coincidenti. Ad esempio, è sicuramente possibile farlo con la totalizzazione dei contributi.

La legge sul cumulo, invece, consente di sommare i versamenti a diverse gestioni per raggiungere sia la pensione di vecchiaia sia quella anticipata, ma solo per periodi non coincidenti. Questa specificazione, però, riguarda l’utilizzo dei contributi ai fini della maturazione del diritto.

Per quanto riguarda la quantificazione della pensione, invece, ogni istituto effettua il calcolo pro rata, applicando quindi le proprie regole, su tutti i contributi versati, anche se coincidono con versamenti effettuati presso altri enti previdenziali.

E’ specificato, fra l’altro, nella circolare INPS 140/2017, nella parte dedicata al calcolo del pro quota a carico dell’INPS:

ai fini della misura del trattamento pensionistico», viene effettuato prendendo in considerazione «tutti i periodi assicurativi accreditati nella singola gestione, indipendentemente dalla loro eventuale coincidenza con altri periodi accreditati presso altre gestioni.