Cessione bonus ristrutturazione: le garanzie

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Fabio chiede

Con il Decreto Crescita un cliente ha la facoltà di pagarmi la fornitura e posa in opera di infissi in alluminio al 50%. A questo punto il cliente è obbligato ad informare l’Agenzia delle Entrate che mi ha ceduto la cessione del credito. Da qui l’agenzia delle entrate mi concede il via libera per la cessione del credito a recupero in 5 anni. E se questo ultimo passaggio non dovesse avvenire? Inoltre io potrei a mia volta rigirare il credito di imposta ai miei fornitori, ma questi possono rifiutarsi o sono obbligati, come me, ad accollarsi il credito?

Barbara Weisz risponde

Lei può senz’altro cedere il credito d’imposta ad altri fornitori. Questa regola è tendenzialmente prevista da tutte le norme relative alla possibilità di cessione del bonus fiscale per ristrutturazioni edilizie o dell’ecobonus.

Lei fa riferimento alle novità introdotte dal decreto crescita: è l’articolo 10 del dl 34/2019 ad estendere la cessione del credito a determinati interventi di riqualificazione energetica. In ogni caso, è previsto che l’esercizio dell’opzione vada fatta d’intesa con il fornitore, quindi senz’altro verranno predisposti meccanismi adeguati.

=> Ecobonus: il nuovo sconto penalizza gli artigiani

Per quanto riguarda le procedure, mancano ancora istruzioni in materia da parte dell’Agenzia delle Entrate.