Professioni sanitarie e pensione agevolata

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Mariella chiede

I fisioterapisti, compresi quelli che lavorano nei centri convenzionati e svolgono servizio domiciliare, a quale categoria appartengono? Perché non rientrano tra le professioni gravose/usuranti?

Barbara Weisz risponde

Il fisioterapista è un professionista sanitario non ricompreso fra i lavoratori che svolgono mansioni gravose, con accesso alle agevolazioni pensionistiche (APe sociale e pensione anticipata precoci). All’interno delle professioni sanitarie, infatti, sono previsti fra le 15 attività gravose solo quelle di infermieri e ostetrici che operano su turni.

Per le agevolazioni, il lavoratore deve essere inquadrato come infermiere od ostetrico ed operare su turni (in assenza di questo secondo requisito, non c’è diritto all’agevolazione previdenziale).

Sono escluse le altre professioni sanitarie, ad esempio gli stessi medici, o come nel suo caso i fiosioterapisti, indipendentemente dal fatto che il turno sia o meno organizzato in turni.

Ci sono poi i lavori usuranti, previsti dal Dlgs 67/2011, fra i quali sono inseriti coloro che fanno almeno 78 notti di turno all’anno. In questo caso, i medici sono compresi, così come tutti i rappresentanti delle altre professioni sanitarie che effettuano i turni notturni. La discriminante, insomma, è il lavoro organizzato in turni notturni, non la natura dell’attività.