Cartelle per IMU e TASI non versate: pagano gli eredi?

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Carlo chiede

Abbiamo scoperto delle cartelle relative all’IMU e alla TASI ricevute il 5/1/2021 e non pagate, relative ad un appartamento in usufrutto al 100% di nostra madre, venuta a mancare da poco. Si riferiscono agli anni 2015-2017 per la TASI e per IMU 2016 e 2017. Dopo lo sblocco della sospensione arriveranno presumibilmente anche quelle per gli anni successivi. Cosa dobbiamo fare noi figli eredi?

Barbara Weisz risponde

Il titolare del diritto di abitazione è il contribuente che deve pagare l’IMU e la TASI. Quindi, prima era vostra madre il soggetto su cui ricadeva l’obbligo fiscale. L’articolo 540 del codice civile prevede infatti che il coniuge abbia il diritto di abitazione nella casa di famiglia (e infatti lei precisa che la casa era al 100% in usufrutto a vostra madre).

Finchè era in vita vostra madre, era lei l’unica responsabile. Ma mi sembra di capire che ora voi siate rimasti gli unici proprietari dell’immobile. Nel caso in cui gli eredi entrino definitivamente in possesso dell’immobile (ad esempio, i figli dopo il decesso dei genitori), devono pagare anche le eventuali imposte IMU, TASI e arretrati.

=> Successione senza figli o testamento: regole di eredità

Non devono invece pagare le sanzioni eventualmente emesse nei confronti del parente deceduto, anche tramite cartella esattoriale, che si estinguono. Rimane la sola quota di tasse sulle casa, parametrata alla propria quota di possesso, anche su eventuale ratei arretrati.