Cambio codice fiscale

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

fabrizio chiede

Recentemente ho scoperto che mia madre ha un doppio nome anagrafico e che il suo codice fiscale, come risulta da vecchia tessera sanitaria, è quindi errato. La domanda è: recandosi all’Agenzia delle Entrate per ottenere  il codice fiscale corretto, possono sorgere problematiche? E’ necessario o utile effettuare qualche forma di tutela in caso di contestazioni in tema di pensioni o altro?

Barbara Weisz risponde

Guardi, il suo quesito è molto specifico e quindi chieda magari ad altre fonti, io le fornisco volentieri la mia opinione (che però, lo sottolineo, è solo un’opinione).

Non credo proprio che la mancanza del secondo nome nel codice fiscale possa in alcun modo rappresentare un problema, anzi non mi pare che sia necessariamente da considerare un errore nel codice fiscale. E’ un caso piuttosto frequente: il codice fiscale viene attribuito alla nascita, in base al numero di lettere che compongono il nome anagrafico può succedere che venga formato solo con il primo, anzi è forse l’opzione più frequente.

Calcola il codice fiscale con il simulatore PMI.it

Quindi, non credo che lei rischi alcun tipo di contestazione, ma non sono neppure sicura che ci siano in un caso come il suo motivazioni valide per cambiarlo, il codice fiscale. Che, in ogni caso, è un numero, che una volta attribuito consente di identificare con precisione un specifica persona, indipendentemente dal modo in cui è stato formato.

Anzi, fare una richiesta di correzione, e rischiare quindi di avere due diversi codici attribuiti alla stessa persone (uno vecchio e uno nuovo) mi pare addirittura più complicato, perché potrebbe generare confusione.

Quindi, io se fossi in lei, non fare richieste in tal senso e consiglierei a sua madre di tenersi il codice fiscale che ha sempre avuto e che, mi pare di capire, funzioni.