Bonus riqualificazione: detrazione diversa per acconto e saldo

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Arturo chiede

Per la sostituzione di infissi, con lavori cominciati nel 2017 (acconto) e terminati nel 2018 (saldo), quale percentuale di detrazione si applica sull’acconto: il 65% o il 50%? Se posso accedere al 65% per l’acconto, la domanda sul sito ENEA – che dovrà necessariamente essere relativa a lavori conclusi nel 2018 – mi consentirà di inserire le due voci separatamente (acconto al 65 e saldo al 50?)

Barbara Weisz risponde

La sua interpretazione mi sembra corretta: si applica il criterio di cassa per cui lei può applicare – in relazione alla sostituzione di infissi, ammissibile al bonus riqualificazione energetica – la detrazione del 65% sull’acconto versato nel 2017. mentre per le spese sostenute nel 2018, viste le modifiche previste dalla Legge di Bilancio, l’aliquota scende al 50% da applicarsi al saldo.

=> Bonus Energia: cosa cambia dal 2018

La comunicazione all’ENEA è un adempimento separato, che non le impedisce di portare la detrazione in dichiarazione dei redditi. Mi spiego meglio: la comunicazione va inviata dopo che sono terminati i lavori, entro il termine di 90 giorni. Per il momento, sul sito ENEA è ancora presente il modulo per i lavori terminati nel 2017, lei invece dovrà compilare quello relativo ai lavori terminati nel 2018, entro 90 giorni dalla fine dei lavori.

Questo non le impedisce di applicare, già nella prossima dichiarazione dei redditi la detrazione sull’acconto che lei ha versato nel 2017.

=> Bonus Edilizia e Mobili 2018

Nella dichiarazione 2018 relativa ai redditi dell’anno di imposta 2017, lei potrà applicare la detrazione al 65% sulla fattura di acconto. Visto che la Legge di Stabilità 2018 ha ridotto la detrazione sugli infissi al 50%, sulla spesa sostenuta nel 2018 applicherà invece la nuova aliquota, al 50%, nella dichiarazione dei redditi 2019.