Bonus affitti commerciali per nuove attività

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Kadiatou chiede

L’agevolazione sull’affitto del locale commerciale per i mesi di marzo aprile e maggio richiede un calo di fatturato del 50%, ma se la ditta non era ancora aperta come si può calcolare la diminuzione? E’ possibile farlo rispetto ai mesi di gennaio e febbraio 2020 essendo stata aperta a inizio anno?

Barbara Weisz risponde

La legge prevede specificamente che i soggetti esercenti attività economica abbiano diritto al bonus affitti solo a fronte di una diminuzione le fatturato pari al 50% rispetto allo stesso periodo del periodo di imposta precedente. Non ci sono eccezioni per le startup (è il suo caso), che consentano un diverso parametro per il calcolo della perdita di fatturato.

Il riferimento legislativo è l’articolo 28 del decreto Rilancio (dl 34/2020), in base al quale hanno diritto al credito d’imposta al 60% i soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione, con ricavi o compensi non superiori a 5 milioni di euro nel periodo d’imposta precedente, e che abbiano subito un calo del fatturato pari almeno al 50% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

Il documento di prassi, ovvero al circolare dell’Agenzia delle Entrate 14/2020, ribadisce che l’agevolazione fiscale sulle locazioni commerciali bisogna prendere come riferimento il fatturato dei mesi di marzo, aprile e maggio 2019 e 2020.

Il calcolo va effettuato mese per mese, ed è per esempio possibile che il credito d’imposta spetti per un solo dei mesi per i quali è prevista l’agevolazione. Non c’è, invece, lo ripeto, la possibilità di utilizzare come confronto il trimestre precedente.