Bonus 200 euro per le Partite IVA

Risposta di Barbara Weisz

scritto il

Rosaria chiede:

Per i titolari di partita IVA con con reddito inferiore a 35.000 euro, come si fa per accedere al bonus?

Per l’accesso al Bonus 200 euro, non ci sono ancora le istruzioni per i lavoratori autonomi titolari di partita IVA e per i professionisti iscritti a enti di previdenza obbligatoria. In realtà, per queste categorie di lavoratori, non si conosce nemmeno il limite di reddito.

L’articolo 33 del decreto Aiuti, dl 50/2022, istituisce un Fondo con una dotazione di 500 milioni di euro per finanziare il ristoro una tantum delle Partite IVA (lavoratori autonomi e professionisti iscritti alle gestioni
previdenziali INPS e professionisti iscritti agli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza) e prevede che i criteri e le modalità di concessione del bonus siano da stabilirsi con apposito decreto ministeriale.

Pertanto, per questi lavoratori non è neppure certo che il limite di reddito sia pari a 35mila euro. Per altre categorie di aventi diritto è questo il tetto previsto, ma per autonomi e professionisti non è stato stabilito, rimandando il dettaglio al decreto attuativo, che deve essere pubblicato entro 30 giorni a partire dalla data di pubblicazione del DL Aiuti (in vigore dal 18 maggio). Requisiti e criteri di domanda o erogazione del bonus 200 euro per le Partite IVA sono dunque attesi dopo la metà di giugno.

Hai una domanda che vorresti fare ai nostri esperti?

Chiedi all'esperto

Risposta di Barbara Weisz