Bollettini prestampati: contanti ammessi?

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Manuela chiede

Con i bollettini postali prestampati, avendo alcuni anche importi oltre € 1.500, ci si può recare in posta con i contanti, per il pagamento? La domanda sorge in quanto con bancomat o carta – avendo spesso limiti di spesa – per tali importi non si riesce a procedere.

Barbara Weisz risponde

Direi proprio di sì, la somma da lei indicata è all’interno del limite previsto per legge per i pagamenti in contanti, che è pari a 3mila euro. Questo tetto in realtà vale fino al 31 luglio 2020, quando la soglia per i pagamenti in contanti scenderà a 2mila euro.  In realtà, anche la soglia dei 2mila euro è destinata ad abbassarsi, scendendo a mille euro a partire dal primo gennaio 2022.

Lo prevede il decreto fiscale collegato alla manovra 2020, modificando l’articolo 49 del dlgs 231/2007.

=> Come pagare senza contante: POS, app e transazioni elettroniche

Quindi, per pagare in contanti i bollettini postali deve tenere a mente i tetti previsti dalle date sopra indicate: solo a partire dal 2022, quando la soglia scenderà a mille euro, nel caso da lei indicato (bollettini superiori ai 1500 euro) dovrà predisporre mezzi di pagamenti tracciabili, magari adeguando il plafond della carta di pagamento.