Assunzione invalidi: requisiti e obblighi

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Mario C. chiede

Io sono invalido sul lavoro al 25%, ho consegnato il certificato INAIL all’ASL di appartenenza dove mi hanno consegnato una tessera di esenzione totale con riduzione lavorativa di due terzi pari a oltre il 66%. Posso usufruire della nuova legge sull’obbligo di assunzione di categorie protette?

Barbara Weisz risponde

Mi pare proprio che lei rientri nei limiti previsti dalla legge e che quindi faccia parte delle categorie protette, con diritto alle relative tutele. La norma di riferimento è la legge 68/1999 che, in base alle modifiche del Jobs Act (e successivamente del correttivo, articolo 5, dlgs 185/2016), prevede che rientrino in questa categoria di lavoratori coloro che hanno una riduzione della capacità lavorativa pari o superiore al 60%. Lei quindi, in considerazione della riduzione lavorativa che le hanno certificato, rientra in questo requisito.

=> Categorie protette: le regole sull’obbligo di assunzione

Le ricordo che gli obblighi di assunzione cambiano a seconda delle dimensioni dell’impresa. L’obbligo di avere una quota di assunti con disabilità scatta sopra la soglia dei 15 dipendenti (e non è quindi previsto per le imprese che hanno un numero inferiore di addetti).

=> Assunzione disabili, obbligo rinviato

Le quote: fra i 15 e i 35 dipendenti, minimo una persona con disabilità, fra i 36 e i 50 dipendenti 2 lavoratori disabili, sopra questa soglia il 7% della forza lavoro.