APE Volontaria Scuola: iter e notifica

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Fausto chiede

Sono docente di scuola superiore, ho intenzione di richiedere l’APE volontaria dal primo settembre 2018. In che data devo presentare domanda all’INPS? Una volta ottenuto il finanziamento, quando devo avvertire il provveditorato?

Barbara Weisz risponde

La domanda di APe Volontaria va presentata all’INPS, seguendo la procedura specifica nella circolare 28/2018. Non credo sia necessario avvertire il Provveditorato. Mi spiego: l’APE è compatibile con il proseguimento dell’attività professionale, non c’è bisogno di smettere di lavorare e andare in pensione.

Lei può decidere di continuare a lavorare, oppure di ritirarsi nel momento in cui inizia a percepire il beneficio previdenziale, o in un periodo successivo. In ogni caso, quando presenta la domanda definitiva di APE volontaria deve, contestualmente, presentare anche quella di pensione (che diventa irrevocabile).

Tenga presente che per la Scuola in effetti c’è l’ulteriore paletto rappresentato dalla peculiarità delle regole pensionistiche del settore, in base alle quali la cessazione dal servizio avviene sempre in settembre (per evitare di interrompere un anno scolastico). Chieda all’INPS se ci sono i tempi tecnici perché lei possa chiedere, ad esempio, di andare in pensione dal prossimo mese di settembre.

Mi sembra in effetti difficile, perchè la tempistica per la conclusione della pratica è molto lunga:

  • prima si presenta la domanda per la certificazione del diritto
  • poi l’INPS  ha 60 giorni per rispondere
  • con la certificazione in mano si presenta domanda di APE
  • l’istituto finanziatore comunica il suo parere all’INPS entro il 18 del mese successivo
  • entro il 21 dello stesso mese arriva al contribuente la comunicazione INPS.

Tenendo conto che siamo a metà giugno, se lei non ha ancora presentato la prima domanda non credo che possa ottenere il beneficio entro il prossimo mese di settembre.