Altro lavoro in aspettativa non retribuita

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Marisa chiede

Vorrei prendere un periodo di aspettativa non retribuita per motivi personali. Lavoro part-time 25 ore settimanali per un’azienda privata. Posso chiedere 6 mesi e nello stesso tempo svolgere altri lavori tipo supplenze nella Scuola?

Barbara Weisz risponde

Le regole sull’aspettativa non retribuita dipendono dal contratto di lavoro applicato. In linea generale, per chiedere l’aspettativa ci vuole una specifica motivazione e lei sta pensando di utilizzare la tipologia riferita ai motivi personali.

Non è una casistica che necessariamente autorizza il lavoratore a svolgere altre attività. Anzi. Tenga presente che in mancanza di regole specifiche, se accetta altri lavori durante l’aspettativa non retribuita potrebbe rischiare il licenziamento.

E’ invece possibile che il contratto che le viene applicato preveda questa possibilità, per il lavoratore in aspettativa, di svolgere lavori a termine (nel caso specifico, supplenze).

=> Aspettativa dal lavoro retribuita e non: la guida

Se questo non fosse contemplato, ci sarebbe anche la possibilità di anno sabbatico, durante il quale si può anche lavorare. Ma per accedervi sono necessari specifici requisiti(5 anni di anzianità lavorativa) e soprattutto il parere favorevole del proprio datore di lavoro sul progetto che si intende portare avanti.

Ad ogni modo, mi pare di capire che non ci siano motivi di concorrenza, lavorando lei in un settore diverso da quello della Scuola (diverso sarebbe il caso di un lavoratore che prende l’aspettativa per effettuare un periodo di prova presso un’altra azienda).

In ultima analisi, la prima cosa da fare è verificare cosa prevede esattamente il suo contratto collettivo.