Tratto dallo speciale:

Legge di Stabilità: come calcolare le nuove detrazioni per famiglie

di Barbara Weisz

scritto il

Guida alle nuove detrazioni fiscali per le famiglie con figli a carico previste dalla Legge di Stabilità 2013: calcolo dei maggiori sconti caso per caso.

La Legge di Stabilità 2013 resta a saldi invariati ma cambia profondamente impianto rispetto al Ddl originario sul pacchetto fiscale: le novità riguardano in larga parte i contribuenti (aliquote Irpef, detrazioni, IVA, esodati…):

=> Leggi il Pacchetto Fiscale nella Legge di Stabilità

Vediamo come calcolare i maggiori sconti fiscali introdotti per le famiglie a seconda delle diverse composizioni e reddito.

Detrazioni: calcolo sconti fiscali

Stralciati tetto massimo e franchigia minima (oltre alla riduzione dei primi due scaglioni Irpef) vengono aumentate le detrazioni per le famiglie con figli: sopra i tre anni passi da 800 a 950 euro, sotto tale soglia dagli attuali 900 a 1220 euro. In pratica, uno sconto da 150 euro fino a 320 euro:

=> Consulta le nuove detrazioni fiscali dal 2013

Queste detrazioni si applicano a seconda del reddito dichiarato. Per calcolare  l’importo della detrazione spettante bisogna utilizzare la funzione inserita nelle istruzioni della dichiarazione dei redditi (con l’aumentare dei figli cambiano i coefficienti da applicare)Vediamo qualche esempio:

Famiglia con reddito di 10mila euro e un figlio

  • Figlio con meno di tre anni: 1.220 moltiplicato per 85mila (differenza fra 95mila e reddito), diviso per 95mila, ossia 1.092 euro: + 287 euro rispetto agli 805 euro previsti con la precedente normativa.
  • Figlio con più di tre anni: 950 per 85mila diviso 95mila, ossia 850 euro (+135 euro rispetto ai 715 euro di prima).

Famiglia con reddito di 10mila euro e due figli

  • Entrambi sotto i tre anni: 2.218 euro (+582 euro rispetto ai precedenti 1.636 euro).
  • Solo uno sotto i tre anni: 1.973 euro da 1.623 euro (+350 euro).

Famiglia con reddito di 20mila euro

  • Un figlio sotto i tre anni: 963 euro (+273 euro rispetto ai 710 della precedente detrazione).
  • Un figlio sopra i tre anni: 750 euro da 631 euro (quindi +119 euro)
  • Due figli sopra i 3 anni: 1.555 euro contro i precedenti 1.309 (+246 euro).

 

Famiglia con reddito di 30mila euro

  • Un figlio sotto i 3 anni: 835 euro contro i precedenti 615 euro (+220 euro).
  • Un figlio sopra i 3 anni: 650 euro contro i precedenti 547 euro (+103 euro).

Famiglia con reddito di 40mila euro

  • Un figlio sotto i tre anni: 706 euro contro i precedenti 521 euro (+185 euro)
  • Un figlio con più di tre anni. 550 euro contro i precedenti 463 euro (+87 euro).

La legge di stabilità alza anche le detrazioni per i figli portatori di handicap, che passano a 550 euro per i figli oltre i 3 anni (dagli attuali 220 euro), con una differenza quindi di 330 euro, e a 620 euro per i bambini più piccoli, con una differenza rispetto a prima di 400 euro. In questo caso, di tratta di uno sconto diretto, che non cambia in base al reddito.

Aumento IVA e prezzi

Da luglio 2013 passerà al 22% la precedente aliquota del 21%  con conseguente impatto sui prezzi di prodotti e servizi come abbigliamento, auto, moto e bici, telefonini e servizi di telefonia mobile, elettrodomestici, carburante, tabacchi, mobili, servizi legali e di contabilità.  Invece, non cambia l’IVA su generi alimentari (zucchero, cibi per bambini, pasticceria, acqua minerale, caffè, conserve di frutta), energia elettrica, gas, medicine, aerei e treni, ristrutturazioni edilizie, acquisto abitazioni di lusso (non prima casa), ristoranti, alberghi.

=> Vai allo Speciale Legge di Stabilità 2013

**

Il Ddl approvato dalla commissione Bilancio ha iniziato il suo cammino nell’aula della Camera dei Deputati (dove passerà entro il 22 novembre, con voto di fiducia).

**