Tratto dallo speciale:

Educazione finanziaria: come spendere, investire e gestire i risparmi

di Redazione PMI.it

scritto il

Grazie al contributo di Banca d’Italia, sul nuovo portale ministeriale Saper(e)Consumare sono disponibili risorse e strumenti di educazione finanziaria.

Sul nuovo portale Saper(e)Consumare.it, progetto promosso e finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico, è disponibile una intera sezione dedicata all’educazione finanziaria, con l’obiettivo di trasmettere agli utenti una maggiore consapevolezza e capacità di impiegare in modo corretto il proprio patrimonio monetario, gestire i risparmi, effettuare investimenti redditizi.

In Italia solo il 30% della popolazione possiede un’alfabetizzazione finanziaria di base, oggi necessaria anche per sapersi muovere in un mondo che cambia, saper individuare gli assi portanti dello sviluppo economico all’insegna del digitale alla finanza sostenibile, riuscire a individuare investimenti in attività profittevoli nel lungo periodo.

Grazie al contributo di Banca d’Italia, Saper(e)Consumare approfondisce dunque i diversi aspetti del risparmio gestito, della pianificazione delle risorse finanziarie, il budget, la gestione delle tasse. L’obiettivo è anche quello di conoscere meglio i diversi strumenti di pagamento digitale, imparare a investire con consapevolezza, comprendere l’utilità della diversificazione degli investimenti (obbligazioni, azioni e/o strumenti di finanza sostenibile).

Sul portale Saper(e)Consumare.it sono disponibili risorse e contenuti per orientarsi in autonomia, webinar per confrontarsi con esperte ed esperti e strumenti pronti all’uso. Tra le risorse, ad esempio, ci sono i contributi informativi della Banca d’Italia su diversi aspetti della materia (dal sito https://economiapertutti.bancaditalia.it), come ad esempio la gestione del conto bancario (anatocismo e calcolo interessi, conto di base, portabilità per i conti dei consumatori ecc.), il bail-in per i risparmiatori, la stabilità dei prezzi, la trasparenza delle condizioni contrattuali, le informazioni sulle relazioni creditizie, i pagamenti elettronici in sicurezza. E poi ancora il glossario finanziario,