Crowdlending in Italia: i numeri del successo

di Noemi Ricci

scritto il

Ad un anno dal lancio del primo progetto in Italia, la piattaforma di crowdlending Lendix racconta questi 12 mesi di successi per il lending P2P tra le imprese del nostro Paese.

Lendix – piattaforma europea di P2P Lending rivolta alle imprese – è attiva da 12 mesi in Italia e, con 30 i progetti finanziati nel nostro Paese per un importo totale erogato di 17 milioni di euro, tira le somme di quello che è l’interesse delle aziende italiane nel crowd-lending.

Lendix in Italia in numeri

Ad un anno dal lancio del suo primo progetto a supporto delle PMI italiane, Lendix a livello nazionale ha ottenuto i seguenti risultati:

  • 17 milioni di euro di finanziamenti erogati;
  • 1.500 prestatori privati italiani;
  • 16.000 progetti di finanziamento ricevuti e analizzati;
  • 34 progetti di finanziamento accettati e finanziati.

Posando lo sguardo anche oltre confine, Lendix oggi è infatti operativa anche in Francia e Spagna ed entro la fine del 2018 lo sarà in Germania e Paesi Bassi. Nel complesso la piattaforma ha generato nell’ultimo anno a 180 milioni di euro prestati ad oltre 350 progetti imprenditoriali per lo sviluppo di PMI francesi, italiane e spagnole di varie dimensioni e settori.

Un anno di crowd-lending in Italia

Tra le principali attività svolte da Lendix in questo anno segnaliamo:

  • il finanziamento di luglio 2017 dell’operazione dall’importo record nel settore del P2P lending italiano pari a 1.000.000 di euro a 24 mesi andato a Copernico, una società di gestione immobiliare per finanziare i costi di avviamento di un nuovo immobile;
  • il primo provvedimento normativo a favore del P2P lending arrivato a dicembre 2017 con la Legge di Bilancio 2018 che ha modificato la tassazione degli interessi provenienti da investimenti sulle piattaforme di crowdlending, sostituendo la tassazione ad aliquota marginale Irpef in vigore fino al 31 dicembre 2017 con una ritenuta alla fonte a titolo d’imposta nella misura del 26%;
  • il progetto di finanziamento italiano Palomar di gennaio 2018 che è stato sottoscritto dal maggior numero di prestatori privati internazionali (2.376) per un importo di 650.000 euro a 48 mesi), destinato all’acquisto di un pantografo e ai costi di ristrutturazione della proprietà dove il macchinario verrà installato, è stato finanziato per il 56% dal Fondo Lendix e per il restante 44% dal retail;
  • il primo gruppo di lavoro italiano “ItaliaFintech”, di cui Lendix è tra i membri fondatori, a cui aderiscono tutte le più innovative aziende fintech attive in Italia, avviato a marzo 2018 con lo scopo di promuovere la conoscenza e l’accesso a servizi finanziari innovativi da parte delle famiglie e delle imprese;
  • la copertura del Fondo di Garanzia, offerta per la prima volta da una piattaforma di crowd-lending, applicarla per la prima volta da Lendix al progetto Ariostea, un produttore di impianti di trasporto e stoccaggio di materiale plastico.