Reddito di cittadinanza: quali spese ammesse dalla RDC Card?

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Luigi chiede

Chi è titolare di Reddito di cittadinanza, può utilizzare il credito per spese mediche non SSN (es.: dentista), utenze non legate alla casa (cellulare), necessità inderogabili (meccanico)?

 

Barbara Weisz risponde

Non esiste ad oggi un elenco delle spese che potranno essere sostenute attraverso la rdc card.

L’unica preclusione prevista dalla legge istitutiva del Reddito di Cittadinanza riguarda il gioco d’azzardo e l’unica specificazione riguarda l’ammontare del prelievo di contanti (non oltre i 100 euro al mese per un single), con l’indicazione del pagamento di massimo un’utenza di mutuo o di affitto.

Ad oggi non c’è legge che impedisca di utilizzare il credito sulla carta prepagata per spese mediche private o per il meccanico.

=> Reddito di Cittadinanza: guida rapida

Posso anche sottolineare che la norma prevede che la card copra anche le medesime operazioni già previste per la social card. Che includevano, per esempio, uno sconto praticato dagli aderenti all’ANDI (Associazione nazionale dentisti italiani).

E’ anche vero che al momento il decreto attuativo non ha concluso l’iter di conversione in legge: tutto può ancora cambiare. Nel frattempo prevale il buonsenso.

Ad ogni modo, la legge sarà pronta prima delle erogazioni di aprile, mese di debutto del nuovo sussidio: per quel momento si suppone che ci saranno tutte le indicazioni del caso, probabilmente esplicitate nel momento in cui i percettori di RdC saranno convocati per ricevere la Card.