Qonto, nuova banca online per PMI e professionisti

di Redazione PMI.it

scritto il

Debutta nel nostro Paese Qonto, la nuova banca 100% online dedicata esclusivamente a PMI, startup, partite IVA e liberi professionisti.

Arriva in Italia Qonto, la nuova banca online nata qualche anno fa come startup in Francia dall’idea di due giovani imprenditori (Alexandre Prot e Steve Anavi) per rispondere alle esigenze delle imprese, delle partite IVA e dei liberi professionisti, reinventando la loro quotidianità bancaria. Il nostro Paese rappresenta la prima tappa del percorso di internazionalizzazione in Europa di questa fintech, nei prossimi mesi Qonto aprirà infatti la propria sede in Spagna e in Germania.

Cresciuta rapidamente, nel giro di un paio di anni, Qonto vanta già oltre 40.000 imprese clienti, 32 milioni di investimenti, oltre 130 dipendenti (tra professionisti, sviluppatori e tecnici), 3,5 miliardi di euro di transazioni nel solo 2018 ed è tra le Top 50 Global Fintech “Emerging Stars” di KPMG e H2 Ventures.

L’offerta Qonto

L’offerta Qonto si distingue in particolare perché prevede un conto corrente 100% telematico (il conto si apre online in pochi minuti), un’interfaccia semplice e intuitiva, un servizio clienti che registra il 98% di livello di soddisfazione garantendo un tempo di risposta medio di 15 minuti e di tariffe trasparenti.

Tanti i servizi evoluti e innovativi offerti che combinano servizi bancari e contabili, pensati per semplificare e sburocratizzare la gestione amministrativa, finanziaria e contabile di PMI, startup e professionisti per lasciare loro tempo e risorse per dedicarsi allo sviluppo del proprio business.

Attraverso un’unica piattaforma, oltre alle normali operazioni (come bonifici, addebiti diretti, ecc.), Qonto offre un conto corrente multi-utente e multi-carta, diverse tipologie di accesso e permessi di utilizzo e un sistema di auto-categorizzazione delle transazioni e di dematerializzazione delle note spese. Tra i servizi più apprezzati e innovativi, la possibilità di un accesso dedicato per il commercialista, per scaricare autonomamente movimenti del conto e fatture associate.

Il bacino di potenziali clienti nel nostro Paese è piuttosto ampio, parliamo di 4,4 milioni di imprese con meno di 250 addetti solo nel settore industriale e in quello dei servizi e oltre 10mila startup (dati ISTAT). Si tratta peraltro della prima banca in Italia che si rivolge esclusivamente al mondo business, un po’ dimenticato negli ultimi anni dagli istituti bancari presenti nel nostro Paese.