Ricalcolo pensione: ricostituzione e supplemento

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Guido chiede

Sono andato in pensione nel 2019 ma nei mesi successivi ho percepito alcuni emolumenti relativi ad un incentivo previsto nell’ambito della mia attività lavorativa, afferenti però ad un diverso ente pensionistico rispetto all’INPS. Per un eventuale aggiornamento dell’importo della pensione che oggi percepisco, come posso risolvere il problema ed avere il ricalcolo del trattamento pensionistico?

Barbara Weisz risponde

In generale, ci sono due diversi istituti per ricalcolare la pensione in base a contributi con considerati ai fini della misura del trattamento percepito: il supplemento di pensione e la ricostituzione della pensione.

  • Con il supplemento pensione si conteggiano i contributi versati successivamente alla decorrenza della pensione.
  • La ricostituzione riguarda invece il riconoscimento di contributi già maturati prima della pensione ma non conteggiati.

Lei ha percepito gli emolumenti dopo essere andato in pensione ma non è chiaro se riguardano un nuovo lavoro o se rientrino nelle somme dovute da parte del suo ultimo datore di lavoro. In questo secondo caso, potrebbe aver diritto alla ricostituzione della pensione. Altrimenti, deve chiedere il supplemento pensione. In entrambi i casi, lei deve presentare domanda all’INPS, che mi pare sia l’istituto previdenziale che le versa la pensione.

Per quanto riguarda la ricostituzione, tenga presente che il termine di prescrizione è di tre anni. Sul portale INPS c’è un servizio dedicato alla ricostituzione pensione che lei può utilizzare per presentare la domanda, oppure può rivolgersi a un patronato, o ancora chiamare il contact center 803164 da rete fissa, oppure 06164164 da mobile a pagamento.

=> Ricalcolo pensione e domanda di supplemento

Il supplemento di pensione spetta invece a coloro che, da pensionati, continuano a versare all’INPS contributi. Devono essere trascorsi almeno cinque anni dal momento del pensionamento o dall’ultimo supplemento, ma è consentito (per una sola volta) chiedere la liquidazione di quanto dovuto dopo due anni. La domanda si presenta nello stesso modo previsto per la ricostituzione: tramite i servizi INPS online, contact center, oppure intermediari abilitati. Ci vogliono almeno cinque anni di contributi versati post-pensionamento, e anche successivamente il supplemento pensione si rivaluta ogni cinque anni.