Un modello per realizzare la ricevuta fiscale con Excel

Creare con EXCEL un modello di ricevuta fiscale potrebbe sembrare, a prima vista, una operazione alquanto semplice, almeno con riferimento ai calcoli da realizzare. Con un modello giù pronto da usare e personalizzare è ancora più semplice.

Usare Microsoft Excel per realizzare in modo semplice una ricevuta fiscale

I “calcoli matematici” necessari alla realizzazione di una ricevuta fiscale sono molto semplici: è sufficiente moltiplicare le quantità acquistate di un certo prodotto o servizio per il prezzo unitario (al lordo di IVA) e, infine, sommare la colonna degli importi.

Modello ricevuta fiscale
Scarica il modello

Tuttavia, esaminando meglio il documento che vogliamo creare ci accorgiamo che ci sono alcuni accorgimenti da adottare.

Se diamo per scontato che almeno l’intestazione della società e la struttura tabellare della ricevuta fiscale la ricaviamo da un file preesistente (con la procedura copia e incolla per i principianti o, meglio, con il salvataggio della cartella come modello), restano sempre da compilare, per ogni ricevuta fiscale, il dettaglio della parte tabellare (descrizione dei prodotti, dei prezzi unitari e delle quantità acquistate) ed elementi secondari (non da un punto di vista fiscale, ovviamente) quali il nome e gli estremi fiscali del cliente, la data del rilascio e il numero progressivo del documento fiscale.

=> Leggi come gestire ordini con Excel

Ecco quindi come anche un modello apparentemente semplice da realizzare, se pensato in un’ottica di efficienza (ovvero, nello specifico, di tempo necessario per compilare una ricevuta fiscale), può presentare non pochi problemi.

Il modello proposto come esempio in questo tutorial riduce di molto i tempi di compilazione di una ricevuta fiscale in quanto consente di estrapolare le informazioni (nello specifico, la descrizione del prodotto e il prezzo unitario) da un “listino prezzi” costruito in un altro foglio di calcolo e di richiamarle all’interno della parte tabellare della ricevuta fiscale attraverso il solo inserimento di un codice univoco di riferimento (“codice prodotto”): digitando un numero compreso tra 100 e 109 (il codice prodotto utilizzato come riferimento) vedremo comparire, all’interno della ricevuta fiscale, sia la descrizione del prodotto sia il prezzo unitario.