Il metodo Pay Back Period con Excel – 2

Un semplice foglio di calcolo per stimare la migliore opportunità di investimento, confrontando i tempi di recupero del capitale iniziale

Il Pay Back Period

Il Pay Back Period è un metodo che viene frequentemente utilizzato dalle aziende per la sua semplicità di calcolo; esso consente di calcolare il tempo entro il quale il capitale investito nell’acquisto di un fattore produttivo a medio-lungo ciclo di utilizzo viene recuperato attraverso i flussi finanziari netti generati; tra investimenti alternativi, si sceglierà quello con un “periodo di recupero” più breve, in quanto da tale momento in poi, il bene strumentale contribuirà alla formazione di utili lordi.

Un semplice esempio: supponiamo che l’impianto A costi 100.000€ e che mediamente, ogni anno, generi flussi finanziari netti per 20.000€ dalla vendita dei prodotti realizzati, mentre, l’impianto B costi 140.000€ e, a seguito della sua maggiore capacità produttiva rispetto all’impianto A, generi flussi finanziari netti pari a 35.000€. Su quale impianto orientiamo la nostra scelta di investimento?

Per recuperare il capitale investo nell’impianto A sono necessari 5 anni (20.000*5=100.000) mentre per recuperare il capitale investito nell’impianto B sono sufficienti 4 anni (35.000*4=140.000); quindi, secondo il metodo del Pay Back Period, è più conveniente acquistare l’impianto B perché ha un “periodo di recupero” più breve rispetto a quello dell’impianto A.

Se analizziamo la situazione economica alla fine del quinto anno, possiamo notare come l’investimento nell’impianto B genera un flusso finanziario positivo pari a 35.000€, dato dalla differenza tra i flussi finanziari netti dei cinque anni (=35.000*5) e il capitale sborsato all’inizio per l’acquisto dell’impianto (140.000€), mentre l’investimento nell’impianto A consente di recuperare soltanto il capitale investito inizialmente.

Il modello proposto

La prima tabella del modello proposto consente di calcolare il tempo di recupero del campitale investito utilizzando tre ipotesi alternative di investimento (Impianto A, B e C).

Nelle celle B4:D4 va indicato il costo di acquisizione dei singoli beni strumentali; quest’ultimo è dato sia dal costo di acquisto vero e proprio che dai costi accessori quali, ad esempio, i costi di trasporto sostenuti, i costi per la messa a punto dell’impianto, e così via.

Nelle celle B5:D5 vanno indicati i flussi finanziari medi annuali generati dai singoli beni strumentali. Quest’ultimo dato merita alcune considerazioni.

X
Se vuoi aggiornamenti su Il metodo Pay Back Period con Excel - 2

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy