INPS su Facebook: occhio ai fake

Pagine Facebook INPS non ufficiali forniscono notizie non attendibili, utenti avvisati: ecco quali sono i canali ufficiali e la policy social.


Le fake news non risparmiano l’INPS online: un monitoraggio dell’istituto di previdenza ne ha rilevate circa una cinquantina su Facebook, che riportano notizie del tutto false utilizzando il nome o il logo INPS. Si tratta di pagine «generate da utenti estranei all’Istituto», che:

«non possono essere chiuse perché è impossibile risalire a un fondatore/amministratore», spiega l’istituto, sottolineando che nella maggior parte dei casi contengono «informazioni fake che non hanno alcun carattere di ufficialità e notizie fuorvianti».

=> INPS sui Social Netowork: tutti i Servizi Online

I canali social dell’INPS a cui gli utenti devono fare riferimento per informazioni e servizi online sono il profilo Twitter, il canale YouTube e le seguenti pagine tematiche Facebook:

  • INPS Giovani;
  • INPS per la Famiglia;
  • INPS per i Lavoratori migranti;
  • INPS Credito e welfare dipendenti pubblici;
  • INPS Portale in progress.

Contengono comunicazioni sulle attività e i servizi erogati, comunicati stampa, pubblicazioni e documenti ufficiali, novità normative, informazioni su iniziative ed eventi di settore, immagini e video istituzionali, spazi di dialogo che funzionano nel rispetto della policy dell’istituto, che chiede a tutti di esporre la propria opinione con correttezza e misura rispettando le opinioni altrui, e di evitare riferimenti a fatti o dettagli privi di rilevanza pubblica, atteggiamenti violenti, offensivi o discriminatori rispetto a genere, orientamento sessuale, età, religione, convinzioni personali, origini etniche e disabilità.

=>INPS Online, come accedere ai servizi

Eventuali ingiurie, e in generale i contenuti offensivi, non vengono pubblicati e sono rimossi, così come i messaggi contenenti dati personali (indirizzi email, numeri di telefono, codici fiscali, numeri di conto corrente, indirizzi, numeri di protocollo o pratica). Nei casi più gravi l’Istituto si riserva la possibilità di cancellare i contenuti, allontanare gli utenti dai propri spazi e segnalarli ai filtri di moderazione del social network ospitante.

Per quanto riguarda le fake news, l’istituto ha segnalato sia a Facebook sia alla polizia stradale le notizie, i profili e i post che contengono falsità e ingiurie contro l’aziende e i dipendenti, e ha anche chiesto alla direzione Facebook in Irlanda di chiudere le pagine che utilizzano impropriamente il riferimento all’INPS.

Per essere sicuri di essere sulle pagine INPS Facebook ufficiali è possibile accedere dalla home page del sito INPS (www.inps.it) cliccando sul simbolo (+) in alto a destra, accanto alla voce “Contatti”.

X
Se vuoi aggiornamenti su INPS su Facebook: occhio ai fake

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy