Domini internet, strategie aziendali

Linee guida per ottimizzare la strategia del portfolio domini Internet, restare competitivi e contribuire a ridurre l’evoluzione dell’abuso del brand.

Il Web è un ambiente in rapidissima evoluzione, per questo è necessario che i brand restino al passo con i tempi, perfezionando e ottimizzando la propria strategia di gestione marchi. A definire alcune best practice sui domini Internet è stata MarkMonitor (Jerome Sicard, Regional Manager Sud Europa).

=> Domini “.cloud”

Policy domini

Per prima cosa, è importante seguire linee guida ben definite:

“Le politiche interne dovrebbero affrontare, cosa, quando e dove i domini dovrebbero essere registrati, chi è autorizzato a effettuare la richiesta di registrazione e i limiti di budget. Inoltre, è necessario definire i criteri per quei domini da lasciar scadere o vendere, e lavorare con le parti interessate per determinare dove i domini dovrebbero puntare”.

Gestione domini

Necessario poi assicurarsi che le strategie di gestione e rinnovo dei domini siano allineate con la policy aziendale e il programma di enforcement:

“Queste strategie dovrebbero consistere nelle registrazioni a supporto degli obiettivi online e in un programma di monitoraggio strategico che consenta di identificare rapidamente e affrontare le registrazioni abusive quando si verificano”.

=> Brand made in Italy: soluzioni anticontraffazione

Sicurezza

Naturalmente la protezione delle risorse critiche dovrebbe rientrare tra le priorità delle aziende attive su internet:

“I domini internet richiedono protezione 24/7 per mantenere la continuità del business, la reputazione del brand e la fiducia dei consumatori. Associarsi con un registar che offra sicurezza multi livello e misure di sicurezza preventive tra cui la chiusura di domini a livello di registro, l’autenticazione a due fattori e le restrizioni di accesso IP, così come l’uso consistente di forti controlli di sicurezza interni, in modo di dormire sonni tranquilli”.

Valore del portfolio

Per massimizzare il valore dei domini, non necessariamente aumentando il budget ma riorganizzando l’utilizzo del dominio, è importante revisionare il proprio portfolio almeno una volta all’anno per identificare le lacune di registrazione, le registrazioni out of policy, i domini sottoutilizzati e i domini legacy che possono consumare parte del budget inutilmente.

Rimanere aggiornati

Sicard conclude richiamando l’attenzione sulla necessità di rimanere informati, magari partecipando alle associazioni di categoria come l’INTA o l’ICANN o avviando una partnership con un registar di domini corporate-only che sostenga i diritti del proprietario del marchio e si impegni a tenerlo aggiornato.

X
Se vuoi aggiornamenti su Domini internet, strategie aziendali

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy