HP: lo storage su disco è l’ideale per le PMI

Pur riconoscendo i vantaggi dei sistemi di archiviazione su nastro, HP si rivolge alle PMI con un prodotto basato su dischi, assicurando costi di manutenzione molto inferiori

I colossi dell’informatica mostrano sempre più attenzione alle PMI, sviluppando offerte espressamente dedicate alle loro esigenze. In particolare, il trend sembra essere quello di offrire soluzioni analoghe a quelle diffuse nelle aziende di grande dimensione ma a un prezzo decisamente inferiore.

Fujitsu Siemens e HP puntano su sistemi di recovery che, funzionando automaticamente 24 ore su 24, permettono di effettuare una copia di sicurezza di tutti i dati aziendali. Mentre Fujitsu Siemens ha puntato su un sistema composto da server, HP ha appena lanciato un prodotto di storage su disco.

StorageWorks D2D Backup System si collega alla rete aziendale (fino a un massimo di 4 server) e può immagazzinare una quantità di dati variabile, a seconda delle versioni, da tra 750 GB e 1,5 TB. Una volta connesso in rete, il backup dei dati è effettuato automaticamente e può essere monitorato dall’amministratore tramite un’interfaccia web.

La differenza rispetto ad altri sistemi di storage è che in questo caso la tecnologia di archiviazione è basata su dischi (D2D significa appunto Disk-to-Disk) e non su nastri, soluzione per cui ha invece optato IBM con un recente prodotto dedicato sempre alle PMI. Secondo Adam Thew, direttore del marketing di HP, lo storage su dischi si tradurrebbe in un notevole abbattimento dei costi. Ciò sarebbe particolarmente vero nel caso delle imprese più piccole, che si troverebbero ad affrontare un più basso TCO (Total Cost of Ownership), dovuto non solo al prezzo d’acquisto inferiore ma anche alla minore manutenzione richiesta da questo tipo di sistemi.

Tuttavia, è lo stesso Adam Thew ad evidenziare i vantaggi offerti dallo storage su nastro, che dovrebbe essere usato in maniera complementare a quello su disco. In un’ottica di disaster recovery, l’ideale sarebbe avere un sistema di tape storage in un luogo fisico diverso da quello dove si lavora, in modo da cautelarsi in caso di danni fisici come incendi o furti.

La visione di HP è condivisa anche da Dell, che ha infatti lanciato sia un prodotto per lo storage su disco (CX3-10, prezzo 22.000 dollari) che uno per lo storage su nastro (PowerVault a 9.300 dollari). Rispetto a questi prodotti, StorageWorks D2D Backup System di HP risulta quello più adatto alle PMI, sia per le caratteristiche che per il prezzo: 1.999 dollari per la versione da 750 GB e 2.999 dollari per quella da 1,5 TB. Inoltre con 1.000 dollari in più è possibile dotare i prodotti del software Data Protector Express per la protezione dei dati.

X
Se vuoi aggiornamenti su HP: lo storage su disco è l'ideale per le PMI

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy