La banca? È nel cellulare

Da un accordo tra Mastercard e GSM Association nasce un servizio per usufruire dei servizi bancari tramite il proprio cellulare

In occasione 3 Gsm World Congress di Barcellona Mastercard e GSM Association hanno presentato un nuovo servizio che consente di trasferire denaro utilizzando il proprio cellulare, analogamente a quanto proposto dalla collaborazione tra Nokia e Visa. Questa volta il servizio è frutto della fusione tra il programma MasterCard Money Send e le reti degli operatori di telefonia mobile appartenenti alla GSMA.

Il progetto pilota avrà una durata di 6 mesi e in questa prima fase sarà focalizzato sui trasferimenti di denaro da persona a persona per coloro che hanno la frequente necessità di inviare soldi nel proprio Paese d’origine. Il funzionamento prevede che i destinatari dei fondi siano in grado di accedere ad essi grazie a conti di addebito e prepagati emessi dalle banche locali e vengano inoltre informati sul trasferimento monetario tramite SMS.

Questo periodo di testing mostra solo una delle possibili applicazioni del nuovo servizio, dal momento che l’obiettivo finale è quello di permettere a tutti di effettuare operazioni bancarie utilizzando il proprio cellulare. È lo stesso Rob Conway, CEO della GSM Association, a rimarcare la necessità di una sistema più flessibile per un mondo sempre più in movimento: «riteniamo che questo progetto pilota abbia un potenziale incredibile perché l’individuo non può più rimanere legato ad un luogo fisico, com’è per esempio uno sportello Bancomat o una filiale locale di una banca o un altro tipo di servizio internazionale di pagamento per inviare o prelevare denaro».

X
Se vuoi aggiornamenti su La banca? È nel cellulare

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy