M-payment, l’assegno via smartphone

L'innovativo servizio Plick consente via app l'emissione di assegni digitali via smartphone senza IBAN: soluzione della startup italiana PayDo rivolta alle banche SEPA.

Arriva da una startup quella che potrebbe sembrare la naturale evoluzione dell’analogico verso il digitale, ovvero dei pagamenti cartacei verso i pagamenti elettronici, eppure rappresenta una vera e propria rivoluzione banking: stiamo parlando dell’assegno completamente digitale tramite smartphone. Il servizio viene offerto dalla italiana PayDo si chiama Plick ed opera attraverso le banche europee (area SEPA – Single Euro Payments Area) che lo rendono disponibile ai propri clienti.

Un servizio sicuro, semplice e tracciabile che consente di effettuare transazioni economiche completamente digitali, anche senza conoscere l’IBAN del beneficiario, al pari di quanto avviene con i classici assegni cartacei. Un servizio pensato per banche che vogliono restare competitive in un mercato popolato ormai anche dalla fintech e sempre più orientato all’innovazione.

=> Banche e FinTech verso l’Open banking

Finora ci si era concentrati sui servizi di pagamento online offerti anche in mobilità e sulle carte di pagamento elettroniche, mentre non si era mai parlato di assegni bancari, una modalità di pagamento ancora molto utilizzata (sono 186 milioni gli assegni bancari emessi nel 2016 in Italia, oltre 2 miliardi in Europa) nonostante si tratti di uno strumento cartaceo con limiti strutturali. Il servizio bancario per gli assegni digitali via smartphone punta a eliminare questi limiti mantenendo i vantaggi di questa forma di pagamento: adatta ad importi elevati ed a pagamenti senza conoscere l’IBAN.

=> Sicurezza pagamenti elettronici: le novità

Come funziona Plick:

  • chi paga effettua una pagamento irrevocabile a chiunque con il solo numero di cellulare o email;
  • il beneficiario riceve il Plick e procede all’incasso inserendo il proprio IBAN;
  • banca del pagatore accredita i fondi con un Sct (Sepa Credit Transfer) al beneficiario;
  • Plick notifica l’esito al pagatore e al beneficiario.

Tra i punti di forza di Plick:

  • possibilità di emettere un assegno a favore di chiunque possegga un conto corrente nell’area SEPA, senza che il destinatario sia registrato al servizio o che la sua banca figuri tra quelle aderenti;
  • possibilità di impostare una data futura di incasso della somma, con esito immediato alla scadenza, anche se festivo;
  • possibilità per le banche aderenti di personalizzare il servizio integrandolo con propri sistemi di autenticazione e sicurezza.

Fonte: PayDo.

X
Se vuoi aggiornamenti su M-payment, l'assegno via smartphone

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy