Un ‘lucchetto’ per le chiavette USB

SanDisk ha lanciato una nuova applicazione di sicurezza che ha lo scopo di garantire un utilizzo sicuro dei dispositivi USB all'interno delle aziende

Per garantire la sicurezza all’interno delle imprese, diverse società producono costantemente nuove soluzioni e lanciano nuovi prodotti. Una delle minacce alla sicurezza aziendale è rappresentata dalle unità USB, dispositivi su cui sono memorizzate ogni giorno una molteplicità di informazioni riservate all’utilizzo in ufficio. La minaccia principale incombe quando le chiavette USB vengono perse o rubate.




Uno degli ultimi prodotti che ha lo scopo di prevenire tale problema è quello lanciato da SanDisk. «La possibilità di dispersione delle informazioni da parte di chiavette USB in modo accidentale o fraudolento è sempre stato motivo di preoccupazione per gli IT manager delle aziende»: sono queste le parole utilizzate da Marc Metis, vice president corporate marketing di SanDisk, in occasione dell’annuncio della disponibilità di un’applicazione che dovrebbe, secondo quanto si legge in un comunicato stampa, trasformare le unità USB da minacce per la sicurezza ad un vantaggio competitivo per le imprese.


TrustWatch, questo il nome del prodotto, si pone l’obiettivo di permettere ai dipendenti IT di memorizzare in modo sicuro dati su dispositivi USB e supportare l’accesso remoto ad email e altre applicazioni. La soluzione ha un’applicazione di rete ed una console di gestione, utilizzata dagli amministratori IT per configurare e gestire le unità USB.


Tra le altre caratteristiche annunciate nel comunicato, l’applicazione dovrebbe consentire di visualizzare le informazioni su PC in prestito senza che queste rimangano memorizzate in qualche modo e, inoltre, dovrebbe permettere di cancellare da remoto i dati, qualora le chiavette USB siano perse o rubate.

X
Se vuoi aggiornamenti su Un 'lucchetto' per le chiavette USB

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy