Smart & Safe City: progetti di ricerca in Sardegna

Intesa tra Regione Autonoma della Sardegna, CRS4 e Huawei per promuovere progetti in tema di Smart & Safe City.

Grazie all’accordo siglato tra la Regione Autonoma della Sardegna, il Centro di Ricerca, Sviluppo e Studi Superiori in Sardegna (CRS4) e Huawei saranno promossi progetti di ricerca in ambito Smart & Safe City. Il “Memorandum of Understanding (MoU)” si propone di implementare sull’isola iniziative e soluzioni innovative per creare città più intelligenti e sicure, attraverso il coinvolgimento di partner locali, istituti di ricerca e università locali.

=> Piattaforma delle Smart City online dal 2015

Smart & Safe City

Obiettivo dell’accordo è la creazione di un ecosistema tecnologico solido basato sul consolidamento delle competenze locali e sulla collaborazione tra pubblico e privato. L’impegno di Huawei consentirà di utilizzare le tecnologie di ultima generazione in ambito LTE.

«Siamo molto soddisfatti – ha affermato Francesco Pigliaru, Presidente della Regione Sardegna – di stringere questo accordo che si inserisce pienamente nelle strategie della Giunta per attrarre investimenti in Sardegna soprattutto in ricerca e alta tecnologia. Il tessuto dell’ICT sardo e italiano si arricchisce quest’oggi di un partner importante,  in coerenza con la filosofia delle smart cities che la Regione già persegue a livello europeo e con la prospettiva di sinergie e ricadute positive nel mondo del lavoro, con le Università e sull’intera cittadinanza, a beneficio della quale si svilupperà la ricerca di Huawei e del CRS4.»

=> Leggi tutte le news per le PMI della Sardegna

X
Se vuoi aggiornamenti su Smart & Safe City: progetti di ricerca in Sardegna

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy