Sanzioni

Il dubbio normativo cancella le sanzioni fiscali

Spese di rappresentanza In presenza di incertezza normativa, le sanzioni fiscali non sono dovute da parte del contribuente. Tuttavia, in caso di contrasti  tra Risoluzioni dell’Agenzia delle Entrate e dottrina normativa, secondo la Cassazione, l’obbligo di versare le sanzioni emesse a seguito di avviso di accertamento può continuare a sussistere. La divergenza di vedute, infatti, non basta a configurare l’obiettiva incertezza normativa.  (cfr. sentenza n. 24588/2015). => Causa di forza maggiore, niente sanzioni per tributi in ritardo La Corte ricorda che: “In tema di sanzioni...

Errori IVA con multe da 5mila euro

Partite IVA errori Con il decreto fiscale 193/2016 collegato alla Legge di Stabilità 2017, già entrato in vigore il 24 ottobre 2016, arriva un giro di vite per gli eventuali errori, anche se di piccole entità, contenuti nelle nuove comunicazioni trimestrali IVA. Questo, a fronte dell'introduzione di ben otto nuovi obblighi a carico di professionisti e imprese con decorrenza dal 1° gennaio 2017, tra questi l'invio telematico dei dati delle liquidazioni IVA che dovrebbe garantire all'Erario un incremento del gettito IVA per effetto dei controlli automatizzati e dell’anticipazione delle procedure di...

Responsabilità delle PMI: reati e sistema 231

Giustizia Il d.lgs. 231/01 disciplina la responsabilità amministrativa e penale delle imprese ma, dopo più di dieci anni, stenta ancora a trovare spazio applicativo nelle PMI. Soprattutto per ragioni economiche, infatti, non è sempre facile ragionare in termini di prevenzione, sia sotto il profilo del business, sia della sicurezza o dell’investimento. Tuttavia si parla di “modello 231” proprio per poterlo adattare alle specificità aziendali. => PMI e responsabilità delle persone giuridiche Sistema 231 Il d.lgs. 231/01 è una sorta di grande calderone che annovera i reati che...

Dichiarazioni irregolari, calcolo sanzioni online

Calcolo di sanzioni e interessi per il ravvedimento Stanno per essere spedite da parte dell'Agenzia delle Entrate ben 90.000 nuove comunicazioni di anomalie relative alle dichiarazioni dei redditi 2013 (anno d'imposta 2012), ovvero agli errori contenuti nel modello UNICO o 730 2013. Nelle missive, recapitate tramite posta ordinaria, sono presenti anche le istruzioni per regolarizzare la propria situazione fiscale e per usufruire delle sanzioni ridotte del ravvedimento operoso. => Ravvedimento operoso: tipologia e sanzioni previste Gli errori e le omissioni possono infatti essere corrette presentando una dichiarazione integrativa e...

Fisco, niente responsabilità in solido

Giustizia Con sentenza n. 4775 dell’11 marzo 2016, la Cassazione si è occupata del principio di riferibilità delle sanzioni tributarie. Nel caso in oggetto, il ricorrente riteneva illegittimo l’addebito, quale co-autore delle violazioni di una SRL, di imposte evase da una società di capitali dotata di personalità giuridica. In primo grado si dava ragione al ricorrente, mentre in appello si legittimavano le sanzioni a titolo di concorso perché i fatti ascritti non risultavano contestati: indebito profitto per omesso versamento di tributi e contributi previdenziali, con connesso guadagno...

Assunzioni in nero: nuove sanzioni e rimborsi

Lavoro Nero L’INPS, con circolare n.129, modifica quando regolamentato in materia di sanzioni civili per l’impiego irregolare di lavoratori dipendenti. In particolare il riferimento è per tutti gli illeciti accertati dopo il 24 settembre 2015, per i quali non dovranno più essere applicate le maggiorazioni del 50%. Il riferimento normativo è l’art. 22 del DLgs 151/2015 che ha escluso la maggiorazione per i casi di impiego di lavoratori subordinati senza preventiva comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro. => Lavoro nero: novità e normativa Sanzioni Si tornano...

IMU-TASI in ritardo con sanzioni ridotte

IMU-TASI Sanzioni ridotte per chi dimentica o paga in maniera insufficiente IMU-TASI: chi non ha versato gli acconti IMU e TASI entro il 16 giugno, in tutto o in parte, potrà regolarizzare la propria posizione con il ravvedimento operoso con l'applicazione di una mini sanzione dello 0,1% (1/10 della sanzione base) per ogni giorno di ritardo fino a 14 giorni dalla scadenza. Si tratta del cosiddetto ravvedimento sprint. => Ravvedimento operoso: tipologia e sanzioni previste Oltre i 14 giorni e fino ai 30 di ritardo, ovvero in caso di ravvedimento breve la sanatoria costa l’1,5% (1/10 del...

Straordinario fuori busta paga, regole e sanzioni

Straordinari Il Ministero del Lavoro individua precise sanzioni applicabili al datore di lavoro che retribuisce il lavoro straordinario svolto dai dipendenti fuori busta paga. Le disposizioni riguardanti il lavoro straordinario prevedono infatti che la computazione avvenga a parte e secondo le maggiorazioni retributive previste dai contratti collettivi di lavoro (art. 5, comma 5, d.lgs. n. 66/2003). I datori di lavoro, inoltre, devono consegnare ai dipendenti un prospetto di paga nel  momento stesso in cui gli viene consegnata la retribuzione (artt. 1 e 3 L. n. 4/1953). => Stipendi non...

Quando il licenziamento è abuso d’ufficio

Abuso ufficio La Cassazione (sentenza n. 6665 del 18 febbraio 2016) si è espressa sul reato di abuso d'ufficio in merito all'esercizio del potere disciplinare in situazioni poste al di fuori dell’interesse pubblico, ma afferenti a motivi pretestuosi e intenti ritorsivi. La vicenda nasce dalla sentenza 10 luglio 2015, con la quale il Gip di Viterbo, che dichiarava non luogo a procedere in relazione ad abuso di ufficio di dirigenti ATER a seguito di un licenziamento disciplinare sulla base di presupposti inesistenti. => Sanzioni disciplinari e controversie di lavoro  Contro la sentenza...

Sanzioni disciplinari ed onere della prova

Giustizia Nella valutazione delle sanzioni disciplinari è legittimo considerare circostanze anche non specificate nella contestazione al lavoratore (Tribunale di Roma, sentenza n. 290 del 15 gennaio 2016). Esaminando la richiesta di un lavoratore di accertare l'illegittimità del procedimento (per insussistenza della condotta ascritta e difetto di istruttoria), il giudice ne ha respinto il ricorso anche perché, come evidenziato dal datore di lavoro, il dipendente non aveva contestato in modo specifico i fatti come dedotti nella lettera di contestazione. => Sanzioni disciplinari e...

X
Se vuoi aggiornamenti su Sanzioni

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy