Rimborso IVA

Fisco rimborsi IVA entro 60 giorni

Split payment Obiettivo: accorciare i tempi dei rimborsi fiscali, portandoli strutturalmente entro i 60 giorni. La novità potrebbe essere inserita nella legge di conversione della manovra bis, attualmente in discussione alla Camera (commissione Bilancio) nel corposo capitolo dedicato all'IVA, che come noto comprende l'estensione dello split payment a nuove categorie di imprese (partecipate, quotate sul FTSE-MIB) e ai professionisti, nonché l'allungamento della sua applicazione fino al 2020 (attualmente la scissione dei pagamenti è consentita fino a fine 2017). => Split payment IVA: effetti e...

Rimborso IVA a chi presenta garanzia

UE Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni, ha approvato, in esame preliminare, un disegno di legge che detta disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell’Italia all’Unione Europea (Legge europea 2017). Tra le misure previste ci sono anche novità in tema di rimborso IVA, con un indennizzo forfettario ai contribuenti IVA che hanno dovuto presentare la garanzia per richiedere i rimborsi d’imposta. => Rimborsi IVA senza adempimenti L'obiettivo generale del provvedimento è di chiudere tre procedure d’infrazione e...

Rimborsi IVA senza adempimenti

Fisco Nuova semplificazione degli adempimenti per i contribuenti IVA, con un provvedimento direttoriale l'Agenzia delle Entrate ha reso noto che l'erogazione dei rimborsi IVA avverrà, previa richiesta, senza necessità di visti di conformità e garanzie, dunque senza particolari adempimenti, in caso di importi fino a 30mila euro. Si tratta delle semplificazioni introdotte dal Dl n. 193/2016, che il provvedimento recepisce, aggiornando le istruzioni di compilazione del modello IVA TRe le specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati. => IVA: novità 2017 e approfondimenti...

Rimborsi IVA: validità del visto di conformità

Professionisti Con la Risoluzione n. 112/2016 l'Agenzia delle Entrate ha fornito la propria interpretazione dell'articolo 38-bis, del D.P.R. 26 ottobre 1972 n. 633 e dell'articolo 22, del D.M. 31 maggio 1999 n. 164, in merito ad istanza di rimborso IVA recante visto di conformità garantito da polizza assicurativa con massimale inferiore alla somma chiesta a rimborso. In particolare l'Agenzia delle Entrate chiarisce che il visto conformità del rimborso IVA apposto dal professionista che aveva stipulato una polizza è valido anche se quest'ultima prevede un massimale inferiore alla somma richiesta a...

Rimborsi IVA: nuove aziende ammesse

Rimborsi IVA I rimborsi IVA, annuali e infra-annuali, potranno essere ottenuti in via prioritaria da alcune tipologie di aziende, le quali potranno quindi riceve il rimborso entro tre mesi dalla data di presentazione dell'istanza di richiesta. Questa, in buona sostanza, è la novità introdotta dal nuovo decreto del MEF datato 29 aprile 2016 e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 13 maggio 2016. Il decreto si riferisce alle richiesta riguardanti il secondo trimestre dell'anno di imposta 2016 ed in particolare risulta a vantaggio dei soggetti che svolgono attività di pulizia, demolizione e...

IVA UE: niente rimborso per fattura generica

Giustizia UE Se la fattura è troppa generica e non contiene indicazioni minime come la descrizione dettagliata del servizio reso, allora niente rimborso IVA: è l'orientamento della Corte di Giustizia UE chiamata ad esprimersi sul contenuto obbligatorio di una fattura e sui suoi effetti in materia di applicabilità della detrazione (rimborso). Si tratta del procedimento C-516/14, depositato il 18 febbraio 2016 e relativo a una controversia in Portogallo, in cui l'amministrazione finanziaria non ha riconosciuto il diritto a una società che aveva emesso fattura generica. => IVA UE: intra@web per...

Rimborsi IVA semplificati: chiarimenti dal Fisco

Rimborsi IVA Nuovi chiarimenti sui rimborsi IVA semplificati sono stati forniti dall’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 35/E/2015, fermo restando quanto già chiarito con la circolare n. 32/E/2014. Il riferimento normativo è al Decreto Semplificazioni (Dlgs 175/2014) che ha modificato la disciplina dei rimborsi IVA abolendo gli adempimenti (articolo 13) per somme fino a 15mila euro e i limiti ai rimborsi IVA per i contribuenti non a rischio, per i quali non è più necessaria la garanzia a favore dello Stato. => Semplificazioni 2015: più rimborsi, meno adempimenti In particolare la...

Prescrizione tasse: i termini di rimborso

Rimborsi Per richiedere al Fisco il rimborso di un'imposta versata in eccesso o non dovuta  (es.: acconti di imposta e TFR) bisogna essere tempestivi, rispettando i termini di prescrizione previsti in questo caso (entro 48 mesi) e non quelli di decadenza ordinari (10 anni): lo stabilisce la Cassazione, con sentenza n. 16.617 del 7 agosto 2015, su un caso di una richiesta di rimborso relativa ad. => Pensioni e recupero quote indebite: termini di prescrizione Nel caso in oggetto, la Corte ha dato ragione all'Agenzia delle Entrate, che rifiutava il rimborso in nome del superamento dei...

Rimborso IVA in scadenza

IVA Ultimi giorni per chiedere il rimborso IVA nella UE: la domanda va presentata entro il 30 settembre. La scadenza riguarda i soggetti passivi stabiliti in Italia che nel 2014 hanno acquistato beni o servizi in un altro paese comunitario, così come  i contribuenti stabiliti all'estero per le medesime operazioni intra-UE. Per presentare la domanda, il richiedente non deve avere la sede della propria attività o una stabile organizzazione nel Paese di assolvimento dell'imposta. i soggetti stabiliti in Italia inoltrano richiesta all'Agenzia delle Entrate. i soggetti stabiliti...

Detrazione IVA: Reverse Charge penalizza i contribuenti

Reverse Charge In caso di violazione dell'obbligo di applicare l'IVA con il meccanismo dell'inversione contabile (Reverse Charge), ovvero in presenza di violazioni formali in contabilità, se queste vengano accertate d'ufficio dopo il termine per l'esercizio del diritto alla detrazione, il contribuente negligente resta debitore dell'imposta. A chiarirlo è stata la Corte di Cassazione con la sentenza n. 14767/2015. In sostanza il Reverse Charge sugli acquisti intracomunitari legittima comunque la detrazione dell’IVA ma il contribuente che intende avvalersi del rimborso dell'imposta sul valore aggiunto...

X
Se vuoi aggiornamenti su Rimborso IVA

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy