Regime Dei Minimi

Regime Minimi 2015: niente riduzione contributi per over 65

Regime dei minimi Cambiano gli sconti contributivi previsti per i contribuenti minimi con la nuova Riforma del Regime dei Minimi prevista dalla Legge di Stabilità 2015, che cancella la riduzione dei contributi per gli over 65. Si tratta della riduzione sui contributi pensionistici con esclusione della contribuzione per la tutela della maternità, per gli orfani dei lavoratori e, qualora prevista, per l’assicurazione conto gli infortuni. => Regime dei Minimi 2015: riforma e novità Sconti contributivi over 65 A prevedere la riduzione dei contributi dovuti sia sul minimale di reddito che sulla parte...

Regime dei Minimi 2015: come certificare i ricavi

Regime dei Minimi La Riforma del Regime dei Minimi prevista dalla Legge di Stabilità 2015 (articolo 9, commi 23-31) introduce semplificazioni sul fronte contributivo solo per imprenditori, artigiani e commercianti (sono esclusi i professionisti), ed altre novità per tutte le Partite IVA che vi aderiscono in termini di aliquota forfettaria al 15%, calcolo imponibile con sistema di coefficienti e abolizione di limiti temporali o di età per la permanenza nel Regime dei Minimi con tassazione semplificata,  nonché alcune agevolazioni contributive e semplificazioni contabili. => Regime dei Minimi...

Regime dei Minimi 2015: la nuova gestione IVA

Partite IVA Il nuovo Regime dei Minimi previsto dalla Legge di Stabilità 2015 introduce una serie di novità rilevanti in materia di applicazione IVA. La regola generale è che la tassazione forfettaria del 15% è sostitutiva di imposte dirette (IRPEF, IRAP e addizionali) e sul valore aggiunto, ma con precise regole in base alle diverse operazioni (commi 5-10, articolo 9, Legge di Stabilità). => Regime dei Minimi 2015 nella Legge di Stabilità: scarica il testo Senza detrazione IVA assolta Operazioni nazionali. Non prevedono addebito IVA a titolo di rivalsa né detrazione. L'impresa o...

Regime dei Minimi 2015: i vantaggi per le nuove attività

Regime Minimi 2015 Il nuovo Regime dei Minimi previsto dalla Legge di Stabilità 2015 (commi 23-31 dell’articolo 9) introduce alcuni vantaggi per le nuove attività. Più in particolare, i contribuenti che da gennaio avvieranno un nuovo business potranno godere di la riduzione di 1/3 (comma 12) nei primi tre anni di attività del reddito imponibile, che costituisce il criterio per definire l'imposta da versare  con aliquota sostitutiva a forfait del 15%. Per calcolarlo, il Regime dei Minimi 2015 applica un coefficiente di redditività (comma 11) variabile per attività:  40%: imprese...

Regime dei Minimi 2015, come calcolare il tetto sui beni

Fisco Non più 15mila euro su base triennale ma 20mila euro a chiusura esercizio: è il nuovo tetto massimo di spesa per i beni strumentali previsto dal Regime dei Minimi e inserito nella Legge di Stabilità 2015 (scarica il testo). La novità è solo una delle tante che interessano i requisiti di accesso al nuovo forfait agevolato al 15%, che sostituisce tutti i precedenti dal primo gennaio (fermi restando i casi di periodo transitorio). Per accedere al nuovo Regime dei Minimi il contribuente deve percepire ricavi o compensi nei limiti previsti dalla norma per la categoria a cui...

Aprire Partita IVA: convenienza Regime Minimi vs Forfait 15%

Successione d'impresa Visto che dal primo gennaio 2015 cambia il Regime dei Minimi, in base all'attuale Legge di Stabilità chi sta per aprire Partita IVA potrebbe accelerare i tempi per entrarvi con aliquota al 5% invece che 15%. Ad un professionista che guadagna più di 15mila euro converrebbe. E agli altri? Dipende dall'attività e dalle previsioni di fatturato, oltre che dalla valutazione di altri aspetti che cambieranno dopo il 31 dicembre: ad esempio i tetti di spesa su personale e beni strumentali, la contribuzione o la deducibilità dei costi: => Regime dei Minimi 2015, addio spese deducibili Se...

Regime dei Minimi 2015: sgravi contributivi per imprese e artigiani

Tasse Il nuovo Regime dei Minimi previsto dalla Legge di Stabilità introduce semplificazioni sul fronte contributivo, ma solo per imprenditori, artigiani e commercianti (sono esclusi i professionisti). Le novità sono contenute nei commi 23-31 dell'articolo 9, dedicato alla Riforma del Regime dei Minimi, che in estrema sintesi comporta: aliquota forfettaria al 15%, calcolo imponibile con sistema di coefficienti, abolizione limiti temporali o di età per la permanenza nel regime con tassazione semplificata e, appunto, agevolazioni contributive, che cessano di avere applicazione dall'anno...

Regime dei Minimi 2015: addio spese deducibili

Tasse Con una semplificazione estrema, che serve a rendere l'idea, si può dire che il nuovo Regime dei Minimi previsto dalla Legge di Stabilità 2015 è una sorta di studio di settore forfettario: di fatto, cambia il modo in cui si calcola l'imponibile, con l'eliminazione delle spese deducibili, sostituite da un coefficiente, che varia a seconda delle diverse categorie. Imponibile La prima cosa da fare per il contribuente, impresa o professionista, è calcolare l'imponibile lordo applicando il coefficiente relativo alla propria categoria di ricavi. Questa operazione sostituisce...

Regime dei Minimi, i nuovi requisiti di accesso 2015

Professionisti Cambiano i requisiti di accesso al Regime dei Minimi, o meglio quelli per il nuovo forfait agevolato per autonomi con aliquota sostitutiva del 15% introdotto dalla Legge di Stabilità 2015 (regolamentato dall'articolo 9).  Spese sul personale Le spese relative al personale non devono superare i 5mila euro l'anno. Riguardano: lavoro accessorio di cui all’articolo 70 del decreto legislativo 276/2003; lavoratori dipendenti; collaboratori di cui all’articolo 50, comma 1, lettere c) e c-bis) del TUIR (Dpr 917/1986), anche se assunti a progetto (articoli 61 e seguenti...

Regime dei Minimi dal 2015: il periodo transitorio

Pressione fiscale Il regime fiscale agevolato per autonomi (nuovo Regime dei Minimi) previsto dalla Legge di Stabilità entra in vigore il primo gennaio 2015 e sostituisce i precedenti regimi forfettari: per i contribuenti che nel 2014 avevano optato per l'imposta sostitutiva del 5% si aprono varie possibilità (il regime transitorio è definito dai commi 33-35, articolo 9): in alcuni casi si passa automaticamente al nuovo forfait applicando il 15% sull'imponibile calcolato con le nuove regole; in altri si continua ad applicare la tassazione al 5% fino alla fine del periodo previsto; in altri ancora...

X
Se vuoi aggiornamenti su Regime dei Minimi

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy