Regime Dei Minimi

Le regole e le novità del Regime dei Minimi dopo la riforma del 2012 e alla luce del nuovo forfait al 15% introdotto dalla Legge di Stabilità 2015 (senza l'adeguamento alle nuove concessioni della UE, che dal 2014 concederebbero di innalzare la soglia di reddito): su PMI.it trovi tutti gli approfondimenti relativi alla normativa in merito ai soggetti passivi IVA coinvolti, i requisiti di accesso al regime fiscale di vantaggio aperto a tutti i contribuenti minimi e superminimi senza limiti di età - ma con ulteriori vantaggi per i nuovi professionisti e imprenditori under 35 - le clausole di esclusione per i nuovi Minimi e le opzioni contabili in regime semplificato per gli ex Minimi. La nuova riforma del Regime dei Minimi apporta dal 2015 diverse modifiche alla precedente normativa, puoi trovare tutti gli approfondimenti e i dettagli su PMI.it.

Partite IVA 2015: i nuovi Minimi a forfait di gennaio

Regime dei minimi L'introduzione del nuovo Regime dei Minimi da parte della Legge di Stabilità (ora affiancato al vecchio sistema forfettario in base a una modifica contenuta nel Milleproroghe), continua ad avere effetto sulle aperture di partite IVA: dopo il boom degli ultimi mesi del 2014, in gennaio si registra un calo vicino al 30%, pur con un discreto numero di nuovi Minimi a forfait. È, almeno in parte, il risultato della "corsa" ad aprire partite IVA degli scorsi mesi di novembre e dicembre 2014, alimentata dalla volontà di potersi iscrivere al vecchio Regime dei minimi. => Riforma Regime dei...

Le nuove scadenze fiscali del Milleproroghe 2015

Gazzetta Ufficiale Iter terminato e pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (il 28 febbraio) per la legge di conversione del Milleproroghe, che è quindi definitivamente in vigore con tutte le novità su Regime dei Minimi, partite IVA, rateazione debiti fiscali. Vediamo una breve panoramica delle nuove scadenze fiscali e dei principali provvedimenti contenuti nella legge 11/2015. => Ripercorri l'iter del Milleproroghe 2015 Regime dei minimi: è stata prolungata per l'intero 2015 la possibilità di scegliere il vecchio Regime dei Minimi, con l'aliquota al 5%, per gli under 35 e i lavoratori in...

Milleproroghe, sì alla Camera con voto di fiducia

Scadenze In Aula alla Camera il Governo ha posto la fiducia sul decreto Milleproroghe, che ha ottenuto 354 sì,167 no e 1 astenuto. Per diventare definitivo il testo dovrà essere votato dal Senato. La conversione definitiva in legge è prevista entro fine febbraio. In linea con i precedenti Governi, anche l'Esecutivo guidato da Matteo Renzi fa spesso ricorso al voto di fiducia: si tratta della 34esima questione di fiducia, su 27 decreti legge varati. => Milleproroghe: novità per Professionisti e Partite IVA Partite IVA e Professionisti Se il testo dovesse passare al Senato così come è...

Regime dei Minimi: torna l’aliquota 5%

Camera Doppio, anzi triplo binario, per l'intero 2015, sul Regime dei Minimi: accanto al nuovo sistema forfettario riformato dalla Legge di Stabilità (con aliquota al 15%), resta per tutto il 2015 anche il vecchio regime (con l'aliquota al 5%), accessibile alle partite IVA che incassano fino a 30mila euro all'anno. Viene inoltre mantenuto anche il sistema previsto dalla legge 244 del 2007, sempre riservato ai redditi fino a 30mila euro, con aliquota al 20%. È tutto previsto in un emendamento approvato alla Camera alla legge di conversione del decreto Milleproroghe. Ormai i tempi dell'iter di...

Milleproroghe: novità per Professionisti e Partite IVA

Milleproroghe Approvato dalle Commissioni Affari Costituzionali e Bilancio della Camera il decreto legge Milleproroghe, ora in Aula alla Camera dove probabilmente il Governo porrà la fiducia sul provvedimento. Tra le novità per professionisti e partite IVA, spiccano il blocco dell’aumento dell’aliquota INPS per gli iscritti alla Gestione Separata e la proroga per tutto il 2015 del Regime dei Minimi con imposta sostitutiva al 5%. => Regime dei Minimi: torna l’aliquota 5% Gestione Separata Per i professionisti iscritti alla Gestione Separata INPS l’aliquota resta anche quest’anno al...

Contributi agevolati Artigiani e Commercianti: istruzioni INPS

generiche Inps Ecco le istruzioni INPS per commercianti e artigiani in Regime dei Minimi che hanno i requisiti per versare i contributi agevolati introdotti dalla Legge di Stabilità: è tutto contenuto nella circolare 29 del 10 febbraio 2015. Il riferimento normativo sono i commi da 76 a 84 della manovra, legge 190/2014, che introducono appunto il regime contributivo agevolato. Quest'ultimo consiste nella possibilità di calcolare i contributi sul reddito forfettario, senza applicare i minimali. => Nuovo Regime dei minimi, modifiche in vista Contributi agevolati: destinatari Di fatto, per...

Regime dei Minimi, come revocare l’adesione

Regime dei Minimi In attesa che il Governo apporti modifiche al nuovo regime forfettario, che ha riformato il vecchio Regime dei Minimi, l'INPS ricorda che l'adesione al regime contributivo agevolato previsto per i nuovi «minimi» è revocabile e con la circolare n. 29/2015 ne illustra le modalità. => Regime dei Minimi, autonomi in protesta De-minimalizzazione contributiva In generale la revoca va presentata entro il 31 dicembre e il regime contributivo ordinario verrà ripristinato dal 1° gennaio dell’anno seguente. Coloro che sono titolari di attività d’impresa al 1° gennaio scorso e...

Regime dei Minimi, autonomi in protesta

Matteo Renzi conferenza CdM Sulla riforma del Regime dei Minimi il governo Renzi ha promesso correttivi in arrivo, probabilmente con la delega fiscale. Intanto però le proteste non si fermano, viaggiando anche sui social. È il caso del movimento su Twitter animato dall'hashtag #refurtIVA (“Renzi restituisci la #refurtIVA”), lanciato da @actainrete, l'associazione dei lavoratori autonomi del terziario. => Nuovo Regime Minimi, le modifiche in vista L'iniziativa di protesta sul social network è nata dalla considerazione che il premier Matteo Renzi sia tra i politici più presenti su Twitter: «Siamo...

Nuovo Regime Minimi, le modifiche in vista

Partita IVA Le partite IVA sono, per ammissione dello stesso governo Renzi, fra le categorie più svantaggiata dalla Legge di Stabilità, a causa dei meccanismi introdotti dal nuovo Regime Minimi sul quale sono non a caso vicine alcune modifiche: i riflettori sono puntati sui Consigli dei Ministri di questo mese di febbraio, sembra probabile che l'Esecutivo metta a punto i cambiamenti al Regime dei Minimi entro la fine del mese. Obiettivo: agevolare in particolare i giovani professionisti, eccessivamente penalizzati dalla nuova aliquota del 15%, rispetto al precedente 5%. => Regime minimi, i...

Regime Minimi: chiarimenti su ricavi e compensi

Regime dei minimi Imprenditori e professionisti devono fare riferimento al criterio di cassa per determinare i ricavi o compensi per rientrare nel nuovo Regime Minimi, modificato dalla Legge di Stabilità: la precisazione arriva dall'Agenzia delle Entrate, intervenuta a risolvere una serie di dubbi applicativi nel corso di Telefisco. Come è noto, il nuovo Regime dei Minimi si applica in base a precise soglie di reddito, individuate per le diverse categorie di lavoratori autonomi o professionisti (la nuova aliquota è del 15%, mentre prima era al 5%). => Regimi Minimi, i commercialisti chiedono il...

X
Se vuoi aggiornamenti su Regime Minimi: chiarimenti su ricavi e compensi

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy