Regime Dei Minimi

Le regole e le novità del Regime dei Minimi dopo la riforma del 2012 e alla luce del nuovo forfait al 15% introdotto dalla Legge di Stabilità 2015 (senza l'adeguamento alle nuove concessioni della UE, che dal 2014 concederebbero di innalzare la soglia di reddito): su PMI.it trovi tutti gli approfondimenti relativi alla normativa in merito ai soggetti passivi IVA coinvolti, i requisiti di accesso al regime fiscale di vantaggio aperto a tutti i contribuenti minimi e superminimi senza limiti di età - ma con ulteriori vantaggi per i nuovi professionisti e imprenditori under 35 - le clausole di esclusione per i nuovi Minimi e le opzioni contabili in regime semplificato per gli ex Minimi. La nuova riforma del Regime dei Minimi apporta dal 2015 diverse modifiche alla precedente normativa, puoi trovare tutti gli approfondimenti e i dettagli su PMI.it.

Professionisti: modifiche su POS e Regime dei Minimi

Enrico Zanetti Niente obbligo di POS, soglie di reddito più alte per accedere al Regime dei Minimi, integrale deducibilità delle spese di formazione: sono le richieste avanzate dalla Rete delle professioni tecniche al Ministero dell'Economia, nel corso di un incontro con il sottosegretario all'Economia Enrico Zanetti le cui risposte sono state definite da Armando Zambrano, coordinatore dell'associazione professionale, «molto incoraggianti». Obblighi POS Il MEF si è espresso favorevolmente sull'allentamento dei vincoli legati all'0bbligo per le Partite IVA  che offrono servizi diretti al...

Codici tributo e istruzioni F24 per i versamenti di novembre

Tasse Secondo acconto IRPEF per le persone fisiche, IRES e IRAP di autonomi e imprese, cedolare secca, acconti INPS: tutte le scadenze fiscali di fine novembre slittano a lunedì 1° dicembre. Vediamo una breve guida per la compilazione del modello F24, con tutti i codici tributo e le istruzioni per il calcolo delle tasse. => Tasse, IMU-TASI, verso la scadenza del saldo 2014 IRPEF Secondo acconto IRPEF, che risulta dal modello UNICO 2014: il riferimento è l'importo segnato al rigo RN 33 - Differenza, che deve essere superiore a 52 euro. Si detrae l'eventuale acconto del 40% pagato a...

Regime dei Minimi all’8%: emendamento e opzioni per aderire

Regime Minimi 2015 Fra gli emendamenti alla Legge di Stabilità 2015 anche una proposta di aliquota al 7-8% per il nuovo Regime dei Minimi (Forfait al 15%) cambiando anche i tetti ai ricavi massimi. Resterebbe invece inalterata la struttura di base del nuovo regime forfettario, per cui decadono sia il limite dei cinque anni che quello di età (in pratica il contribuente può restare nel Regime dei Minimi fino a quando rientra nei requisiti di redditi previsti). => Regnime dei Minimi, i vantaggi per le nuove attività Forfait 8% L'emendamento del sottosegretario Enrico Zanetti in commissione...

Minimi 2015: se il regime ordinario è più conveniente

Regime dei minimi Prenderanno il via a partire dal 1° gennaio 2015 le nuove regole previste dalla Riforma del Regime dei Minimi, introdotta con la Legge di Stabilità 2015, che per molte Partite IVA si riveleranno meno convenienti del regime ordinario. L'idea del nuovo Regime dei Minimi è di andare incontro alle esigenze dell’imprenditoria marginale ma, mettendo a confronto costi e benefici, probabilmente saranno pochi ad optare per il nuovo regime forfettario. Lavoro autonomo Per quanto riguarda i liberi professionisti, per chi è in possesso di un reddito di 15mila euro (tetto massimo fissato per...

Adempimenti IVA aboliti nella Legge di Stabilità 2015

IIVA La Legge di Stabilità 2015 abolisce alcuni adempimenti in materia di IVA per i contribuenti nell'ottica di promuovere la semplificazione fiscale: le nuove regole (art. 44 comma 18, con modifiche al DPR n. 322 del 1998) entreranno in vigore dal 2016 (periodo d’imposta 2015) e porteranno all'eliminazione complessiva di circa 3.300.000 comunicazioni ogni anno. Semplificazioni IVA Comunicazione dati IVA  senza obbligo. Dichiarazione IVA unificata senza obbligo. Dichiarazione annuale IVA entro il 28 febbraio. Comunicazione dati IVA Dal 2016 decade l’obbligo di presentare...

Regime Minimi 2015: niente riduzione contributi per over 65

Regime dei minimi Cambiano gli sconti contributivi previsti per i contribuenti minimi con la nuova Riforma del Regime dei Minimi prevista dalla Legge di Stabilità 2015, che cancella la riduzione dei contributi per gli over 65. Si tratta della riduzione sui contributi pensionistici con esclusione della contribuzione per la tutela della maternità, per gli orfani dei lavoratori e, qualora prevista, per l’assicurazione conto gli infortuni. => Regime dei Minimi 2015: riforma e novità Sconti contributivi over 65 A prevedere la riduzione dei contributi dovuti sia sul minimale di reddito che sulla parte...

Regime dei Minimi 2015: come certificare i ricavi

Regime dei Minimi La Riforma del Regime dei Minimi prevista dalla Legge di Stabilità 2015 (articolo 9, commi 23-31) introduce semplificazioni sul fronte contributivo solo per imprenditori, artigiani e commercianti (sono esclusi i professionisti), ed altre novità per tutte le Partite IVA che vi aderiscono in termini di aliquota forfettaria al 15%, calcolo imponibile con sistema di coefficienti e abolizione di limiti temporali o di età per la permanenza nel Regime dei Minimi con tassazione semplificata,  nonché alcune agevolazioni contributive e semplificazioni contabili. => Regime dei Minimi...

Regime dei Minimi 2015: la nuova gestione IVA

Partite IVA Il nuovo Regime dei Minimi previsto dalla Legge di Stabilità 2015 introduce una serie di novità rilevanti in materia di applicazione IVA. La regola generale è che la tassazione forfettaria del 15% è sostitutiva di imposte dirette (IRPEF, IRAP e addizionali) e sul valore aggiunto, ma con precise regole in base alle diverse operazioni (commi 5-10, articolo 9, Legge di Stabilità). => Regime dei Minimi 2015 nella Legge di Stabilità: scarica il testo Senza detrazione IVA assolta Operazioni nazionali. Non prevedono addebito IVA a titolo di rivalsa né detrazione. L'impresa o...

Regime dei Minimi 2015: i vantaggi per le nuove attività

Regime Minimi 2015 Il nuovo Regime dei Minimi previsto dalla Legge di Stabilità 2015 (commi 23-31 dell’articolo 9) introduce alcuni vantaggi per le nuove attività. Più in particolare, i contribuenti che da gennaio avvieranno un nuovo business potranno godere di la riduzione di 1/3 (comma 12) nei primi tre anni di attività del reddito imponibile, che costituisce il criterio per definire l'imposta da versare  con aliquota sostitutiva a forfait del 15%. Per calcolarlo, il Regime dei Minimi 2015 applica un coefficiente di redditività (comma 11) variabile per attività:  40%: imprese...

Regime dei Minimi 2015, come calcolare il tetto sui beni

Fisco Non più 15mila euro su base triennale ma 20mila euro a chiusura esercizio: è il nuovo tetto massimo di spesa per i beni strumentali previsto dal Regime dei Minimi e inserito nella Legge di Stabilità 2015 (scarica il testo). La novità è solo una delle tante che interessano i requisiti di accesso al nuovo forfait agevolato al 15%, che sostituisce tutti i precedenti dal primo gennaio (fermi restando i casi di periodo transitorio). Per accedere al nuovo Regime dei Minimi il contribuente deve percepire ricavi o compensi nei limiti previsti dalla norma per la categoria a cui...

X
Se vuoi aggiornamenti su Regime dei Minimi 2015, come calcolare il tetto sui beni

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy