RAEE

Cancellazione dati sicura, certificata e gratuita

Cancellazione dati La cancellazione sicura dei dati digitali è un'efficace strategia per tutelare la sicurezza informatica nonché un obbligo di legge: dopo aver introdotto i concetti base e illustrato gli adempimenti connessi a carico delle imprese, Paolo Salin, Country Director di Kroll Ontrack Italia, ci spiega le caratteristiche della cancellazione certificata: seguendo le linee guida del Garante Privacy, infatti, è possibile ottenere una reportistica completa che attesti in dettaglio l'attività di rimozione.   => Cancellazione dei dati digitali: obblighi e rischi per PMI Se ad esempio una PMI...

Smaltimento RAEE: sicurezza dati senza regole

RAEE Stare al passo con la tecnologia implica un frequente ricambio di terminali informatici e dispositivi elettronici. Ciò comporta che in caso di smaltimento inadeguato c’è il rischio di incontrollata perdita dei dati personali contenuti nei RAEE (rifiuti apparecchiature elettriche ed elettroniche). Un rischio che può trasformarsi in furto di identità. Si tratta di un problema serio ed un rischio che si sta allargando in modo esponenziale, anche alla luce del diffondersi dell’Internet of Things. =>RAEE: tutti gli obblighi per le imprese Il tema e-waste, in questa ottica va ben...

RAEE e pannelli fotovoltaici: al via obbligo di marchio UE

Schermata del 2014-10-09 12:03:52 In vigore dal 9 ottobre il nuovo obbligo di etichettatura delle apparecchiature elettriche ed elettroniche, compresi i pannelli fotovoltaici: dovranno recare un marchio che individua "in maniera inequivocabile il produttore delle AEE" , attestando che sono state immesse sul mercato dopo il 13 agosto 2005 tramite un simbolo ad hoc che ne semplifichi la raccolta differenziata. Il tutto, a pena di sanzioni da 200 a 1.000 euro. La norma è prevista dall'articolo 28 del Dlgs 49/2014, in attuazione della Direttiva Europea 2012/19/UE sui RAEE. => RAEE: tutti gli obblighi per le...

RAEE: tutti gli obblighi per le imprese

RAEE Normativa A livello europeo la gestione di rifiuti speciali, o meglio dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE), sanitari, veicoli fuori uso e contenenti amianto è disciplinata dalla Direttiva 2012/19/EU  che sostituisce le precedenti 2002/96/EU e 2003/108/EU. Tali direttive europee sono state recepite in Italia dapprima dal Decreto Legislativo 151 del 25 novembre 2005, con il quale è stato introdotto il sistema di gestione RAEE fondato su raccolta differenziata, trattamento, recupero e smaltimento con oneri accessori a carico di produttori e distributori....

Guida alle gestione dei rifiuti elettronici professionali

Raee Per le imprese non è sempre facile gestire i rifiuti elettronici (i cosiddetti RAEE) tenendo conto degli obblighi di legge e comprendendo quali sono le esenzioni disposte dalla tassa sui rifiuti, la TARI. Si tratta di un tema delicato e di prim'ordine, considerando che secondo le stime le aziende nel solo 2013 hanno prodotto rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche pari a 2.423 tonnellate. Adempimenti e normative non sempre sono di facile interpretazione, ma la loro violazione può cadere addirittura nel penale, oltre a comportare sanzioni che possono arrivare fino a 26mila...

Italia da Far West per i RAEE

RAEE Per i rifiuti elettrici ed elettronici (RAEE) servono regole certe, da far rispettare a tutti i soggetti coinvolti nella loro gestione. A lanciare l'allarme sciacallaggio nelle isole ecologiche e il dilagare dei circuiti di raccolta non autorizzati è Ecolight, il consorzio per la gestione dei rifiuti elettronici, in occasione della presentazione del Rapporto Sociale 2012. Il consorzio ritiene dunque urgente una rivisitazione del sistema RAEE in Italia e regole certe e condivise per tutti gli attori. Rifiuti elettronici: i punti deboli della gestione RAEE in Italia Stando...

Ecomondo: al via la fiera della green economy

ecomondo Ha aperto i battenti Ecomondo, 16esima Fiera Internazionale del recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile: un punto di riferimento per le imprese italiane ed europee che vedono nel rispetto dell'ambiente una chiave per la competitività e il business, nonché una occasione per creare posti di lavoro. L'edizione 2012 del salone Ecomondo (7-10 novembre) coinvolge infatti ben 1.200 imprese della filiera: =>Scopri le potenzialità della green economy in Italia Tra i comparti in fiera, il business dei rifiuti (ciclo completo: raccolta,  gestione, trasporto e...

Rifiuti elettronici: i punti deboli della gestione RAEE in Italia

RAEE Ogni anno, in Italia, almeno un terzo dei rifiuti elettronici viene disperso e sfugge dai corretti canali di smaltimento, con una perdita per i raccoglitori consorziati e tracciati di 15 milioni l’anno. Una situazione preoccupante anche in vista degli obblighi europei, che impongono al nostro paese di smaltire a norma almeno l’85% dei RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) entro il 2019. RAEE, leggi la nuova normativa UE L'allarme è stato lanciato dal Consorzio ReMedia per la raccolta e smaltimento dei rifiuti elettronici, nel rapporto "Il Sistema...

Green Tech con l’Elettronica biodegradabile

rifiuti cellulari L'elettronica potrebbe presto diventare biodegradabile pur garantendo le prestazioni a cui oggi siamo abituati. Uno scenario che cambierebbe radicalmente il futuro del mercato IT e TLC e che sembra non troppo lontano, come spiegano recenti studi (A Physically Transient Form of Silicon Electronics, pubblicato su Science). Si tratterebbe di una vera rivoluzione Green Tech, anche per quanto riguarda lo smaltimento dei RAEE (rifiuti informatici): l'elettronica biodegradabile risulterebbe infatti solubile in acqua o in liquidi organici. Per approfondimenti sui RAEE, consulta la nuova...

RAEE, nuova normativa UE

RAEE Nuova normativa UE per i RAEE, il Parlamento europeo ha definito nuove regole per la raccolta, il riutilizzo ed il riciclaggio dei Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche che vanno a sostituire le precedenti. Tassi di raccolta Uno degli obiettivi è di aumentare la raccolta di RAEE nei diversi Paesi Membri: 45 tonnellate per ogni 100 tonnellate di nuovi apparecchi immessi sul mercato nei 3 anni precedenti. Una soglia alla quale si dovrà arrivare obbligatoriamente entro il 2016 e che modifica i criteri per il calcolo dei tassi di raccolta, non più basati sui chilogrammi...

X
Se vuoi aggiornamenti su RAEE

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy