Modello Unico

Modello UNICOIl Modello Unico Precompilato (di dichiarazione unificato compensativo, da cui l’abbreviazione Uni.Co.) è la grande novità per la dichiarazione dei redditi 2017. Resta l'utilizzo tradizionale per presentare più dichiarazioni fiscali di soggetti che percepiscono redditi di terreni e fabbricati, di partecipazione, di lavoro autonomo (occasionale o continuativo), di lavoro dipendente, di impresa e di pensione.

Documentazione

Qui potete trovare i modelli 2017 da scaricare e compilare: Unico PF, SC, ENC. In base alla tipologia del contribuente, di distinguono diversi modelli:
  • Unico Persone Fisiche.
Questo modulo va compilato da coloro che devono presentare sia la dichiarazione dei redditi (in alternativa al Modello 730) sia la dichiarazione Iva. In particolare, i soggetti che hanno l’obbligo di consegnare questo modello sono i contribuenti che:
  • nell’anno precedente oggetto di dichiarazione hanno posseduto redditi d’impresa, redditi di lavoro autonomo per i quali è richiesta la partita Iva, redditi diversi non compresi fra quelli dichiarabili con il modello 730;
  • nell’anno precedente e/o in quello di presentazione della dichiarazione non risultano residenti in Italia;
  • nell’anno di presentazione della dichiarazione hanno percepito redditi di lavoro dipendente erogati solo da datori di lavoro non obbligati ad effettuare le ritenute d’acconto;
  • devono presentare anche una delle dichiarazioni IVA, IRAP, Modello 770 ordinario e semplificato;
  • devono presentare la dichiarazione per conto di deceduti;
  • sono lavoratori con contratto a tempo indeterminato, il cui rapporto di lavoro è cessato al momento della presentazione della dichiarazione.
Tutti quei contribuenti che, invece, si trovano in situazioni meno complesse (non hanno cambiato il domicilio fiscale dal 1° novembre dell’anno precedente a quello di presentazione della dichiarazione;  non sono titolari di partita IVA;  hanno percepito uno o più redditi da terreni, fabbricati, lavoro dipendente, attività commerciali;  vogliono fruire di deduzioni e detrazioni  per le spese sostenute; non devono presentare il modulo per conto di altri) possono tranquillamente compilare un modello Unico per Persone Fisiche Mini.
  • Unico Società di Capitali.
Anche questo modello consente di presentare sia la dichiarazione dei redditi che quella IVA. Nello specifico, deve essere presentato da parte dei cosiddetti soggetti IRES, ovvero:
  • le società per azioni e in accomandita per azioni, le società a responsabilità limitata, le società cooperative, comprese le società cooperative che abbiano acquisito la qualifica di Onlus e le cooperative sociali, le società di mutua assicurazione, nonché le società europee residenti nel territorio dello Stato;
  • gli enti commerciali (enti pubblici e privati e i trust);
  • le società di ogni tipo, tranne le società semplici, le società e le associazioni equiparate e gli enti commerciali non residenti nel territorio.
  • Unico Società di Persone.
Questo ulteriore modulo va compilato da parte di tutti i contribuenti che devono presentare, anche in tal caso, dichiarazione dei redditi e Iva e, più precisamente:
  • le società semplici;
  • le società in nome collettivo e accomandita semplice;
  • le società di armamento;
  • le società di fatto o irregolari;
  • le associazioni prive di personalità giuridica;
  • le aziende coniugali;
  • i gruppi europei di interesse economico.
  • Unico Enti Non Commerciali.
I contribuenti che, in questo ultimo caso, devono presentare Modello 730 e Iva sono quegli enti che si caratterizzano per non avere come oggetto principale lo svolgimento di una attività di natura economica. Ovvero:
  • Soggetti pubblici e privati diversi dalle società;
  • I trust che non hanno per oggetto esclusivo lo svolgimento di attività commerciali;
  • Gli organismi di investimento collettivo del risparmio, esclusi gli organi di amministrazione dello Stato, dei Comuni, delle Province e delle Regioni;
  • Le società e gli enti di qualsiasi tipo, con o senza personalità giuridica, non residenti nel territorio italiano.

Istruzioni: che cosa si deve fare

Nella maggior parte dei casi, la presentazione del Modello Unico per tutte le tipologie sin qui viste avviene per via telematica:
  • Diretta, consegnandola personalmente in qualsiasi ufficio o avvalendosi dei servizi online messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate. In questo ultimo caso, il contribuente può scegliere se utilizzare il servizio telematico Fisconline, a meno che non sia tenuto a presentare  il Modello 770 per un numero di soggetti superiore a 20 e al quale si accede tramite un  codice Pin che va preventivamente richiesto all’Agenzia; il servizio Entratel, se è tenuto a presentare il modello 770 in relazione a più di 20 soggetti.
  • Tramite intermediari abilitati (professionisti, associati di categoria, Caf o altri), al quale si può chiedere supporto anche per la compilazione del modello stesso. Questi soggetti sono tenuti a rilasciare una dichiarazione di impegno, datata e sottoscritta e, entro trenta giorni dal termine previsto per la presentazione, l’originale del modello firmato dai contribuenti e la comunicazione di avvenuta ricezione da parte dell’Agenzia delle Entrate.
In alcuni casi particolari, si potrà consegnare il modello anche in formato cartaceo presso un qualunque Ufficio Postale. Si tratta di quei contribuenti che, nel caso dell’Unico per Persone Fisiche, pur possedendo redditi dichiarabili con il 730, non hanno un datore di lavoro, non sono titolari di una pensione, devono presentare la dichiarazione per conto di deceduti, sono privi di sostituti di imposta o semplicemente devono comunicare alcuni dati tramite dei quadri del Modello. Nel caso di Unico per Enti Non Commerciali, sono quei contribuenti che non sono tenuti a presentare la dichiarazione Iva o dei sostituti d’imposta o ai fini Irap.

Scadenze

Il Modello Unico, per  tutte le tipologie di contribuenti, va presentato entro 9 mesi dalla chiusura del periodo di imposta. Per l’Unico Società di Capitali e per quelle società o enti il cui esercizio coincide con l’anno solare la scadenza è fissata per il 30 settembre. Tutti coloro che possono seguire la procedura cartacea di presentazione, hanno tempo dal 2 maggio al 30 giugno per recarsi presso un qualsiasi Ufficio Postale. È bene, tuttavia, tenere sempre sott’occhio lo scadenzario dell’Agenzia delle Entrate in caso di proroghe e variazioni.

730 senza CU? Dichiarazione congiunta

Mia nuora quest’anno ha compilato UNICO pur avendo come solo reddito un locale commerciale affittato. E’ sposata in separazione di beni e l’anno prossimo vorrebbe compilare il 730. Quali sono le modalità del passaggio tra i due modelli? Può compilare il 730 online oppure deve fare dichiarazione congiunta con il marito?

Dichiarazione dei Redditi fino al 29 dicembre

Scadenza fiscale Sono oltre 156mila i contribuenti che coscientemente o meno, hanno dimenticato di presentare la dichiarazione dei redditi. L'Agenzia delle Entrate sta mandando agli interessati avvisi sulle anomalie riscontrate sulla base dei dati trasmessi dai sostituti d'imposta tramite le CU (Certificazioni Uniche), dando loro la possibilità di verificare la propria situazione con il Fisco e correggerla evitando così di incorrere in successivi controlli fiscali. => Dichiarazione dei Redditi 2016: guida completa Si tratta in particolare dei contribuenti che non hanno presentato la dichiarazione dei...

Errori in dichiarazione: 730 integrativo o UNICO

Scadenze Presentare un modello UNICO o 730 integrativo: sono le possibilità per chi ha sforato le scadenze di luglio e settembre per il 730/2016 ed UNICO o per chi ha commesso errori di compilazione nel modello già trasmesso.  Nello specifico, i contribuenti che non hanno presentano il 730 nei termini possono dichiarare il proprio reddito utilizzando il modello UNICO (anche in via telematica, direttamente o tramite intermediari). Tuttavia, per chi ha presentato il 730 ma ha commesso errori oppure ha dimenticato informazioni importanti, la scelta è la seguente: 730 integrativo entro...

Scadenze fiscali: UNICO & Co.

Scadenze settembre In dirittura d'arrivo gli ultimi appuntamenti di settembre con il Fisco, tra le scadenze fiscali di maggiore rilievo: UNICO, IVA annuale, IRAP e Modello Cnm (Consolidato nazionale e mondiale). => Scadenze fiscali settembre UNICO 2016 L'ultimo giorno di settembre 2016 rappresenta infatti il termine ultimo per la presentazione telematica, direttamente o tramite intermediario abilitato, del Modello UNICO 2016, che comprende in forma unificata sia la dichiarazione dei redditi relativi all'anno di imposta 2015 che quella IVA. I contribuenti interessati dalla scadenza sono le società di...

Immobili all’estero, nuove regole fiscali

Modello UNICO Con l'aggiornamento da parte del Ministero delle Finanze della lista dei cosiddetti “Paesi White List”, che è stata integrata con nuovi Paesi con i quali ha preso il via lo scambio di informazioni mediante convenzioni per evitare le doppie imposizioni sul reddito, è cambiato anche il Quadro RW della dichiarazione dei redditi annuale. => UNICO 2016: nuove regole di compilazione RW Ora l'Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 77/E/2016, in risposta ad un interpello, ha fornito nuovi chiarimenti in merito. Il dubbio posto all'Agenzia riguardava in particolare un immobile...

Studi di Settore più semplici, le bozze 2017

Studi di Settore Pronte le bozze degli Studi di Settore per UNICO 2017, pubblicate sul sito dell'Agenzia delle Entrate: prevedono numerose semplificazioni e, una volta approvati, i nuovi modelli potranno essere utilizzati per trasmettere i dati relativi all'anno di imposta 2016, riducendo gli oneri a carico dei contribuenti interessati. => Studi di Settore 2016: le novità Semplificazioni La prima e più consistente semplificazione consiste nella riduzione delle informazioni richieste all'interno dei modelli rispetto al passato. Dunque, la compilazione diventerà più facile ed immediata, con...

UNICO 2016: nuove regole di compilazione RW

Fisco Cambia la compilazione del Quadro RW del modello UNICO 2016 a fronte della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (GU Serie Generale n.195 del 22-8-2016) del decreto del ministro delle Finanze del 9 agosto 2016 che ha aggiornato la lista dei cosiddetti “Paesi White List” integrandola con Paesi dove prende il via lo scambio di informazioni mediante convenzioni per evitare le doppie imposizioni sul reddito. => Fisco: Svizzera fuori da Black List L’obbligo di dichiarazione dei redditi e di compilazione del quadro RW del modello UNICO ai fini del monitoraggio fiscale (Dl 167/1990)...

Versamenti UNICO al 6 luglio per Regime dei Minimi

Scadenza La proroga al 6 luglio sui pagamenti UNICO per contribuenti che applicano gli Studi di Settore vale anche in Regime dei Minimi, con forfettario al 5 o al 15%: in base al comunicato del Ministero delle Finanze, il DPCM in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale fa slittare, dalla precedente scadenza del 16 giugno, il termine ultimo per i: «versamenti derivanti dalla dichiarazione dei redditi, dalla dichiarazione Irap e dalla dichiarazione unificata annuale da parte dei contribuenti che esercitano attività economiche per le quali sono stati elaborati gli studi di...

UNICO PF precompilato senza CAF

Fisco online - lavoro Dopo la grande novità fiscale del 2015, il modello 730 precompilato, nel 2016 debutta il modello UNICO PF precompilato, che vede coinvolti circa 10 milioni di contribuenti. Entrambi i modelli predisposti dal Fisco per la dichiarazione dei redditi 2016 sono disponibili sul sito dell'Agenzia delle Entrate a coloro che sono in possesso del PIN per l'accesso ai servizi telematici. => Entratel e Fisconline: guida alla registrazione Diversamente da quanto avviene con il modello 730 precompilato, tuttavia, per il nuovo modello UNICO PF 2016 precompilato non è prevista la possibilità di...

Deduzione IMU immobili strumentali

IMU Va applicata nel modello UNICO 2016 la deducibilità dell'IMU, l'IMI e l'IMIS sostenute per gli immobili strumentali da imprenditori e professionisti: la deduzione si applica sul reddito d'impresa o sul reddito di lavoro autonomo, ma non sull'IRAP. IMU A prevedere la deducibilità del costo sostenuto da imprenditori e professionisti per il pagamento dell'IMU sugli immobili strumentali – capannoni,  uffici, ecc. – dal reddito d'impresa e professionale è stata la Legge n. 147/2013 all'articolo 1, commi 715 e 716 (Legge di Stabilità 2014). Tale deduzione IMU va applicata nel modello...

X
Se vuoi aggiornamenti su Modello Unico

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy