Modello 730

730 precompilato e CU 2015: stato dell’arte e chiarimenti

730 2015 def Oltre 100 milioni di operazioni relative a premi assicurativi, interessi passivi sui mutui e contributi previdenziali e quasi 19 milioni di Certificazioni Uniche (CU 2015): sono i dati a disposizione dell'Agenzia delle Entrate per predisporre il 730 precompilato, che dal prossimo 15 aprile dovrà essere a disposizione del contribuente. I dati sono aggiornati allo scorso 4 marzo e sono diffusi dalla stessa Agenzia delle Entrate, impegnata ad arrivare all'appuntamento senza intoppi. Nel frattempo, ricordiamo che la scadenza, lunedì 9 marzo, per l'invio del CU 2015 da parte dei sostituti...

Modello 730 precompilato: il visto di conformità

730 Il debutto del modello 730 precompilato comporta modifiche agli obblighi degli intermediari professionisti dell'assistenza fiscale: tutte le istruzioni per l'esercizio della facoltà di rilasciare il visto di conformità sono contenute nell circolare 7/E 2015 dell'Agenzia delle Entrate. Innanzitutto, il professionista presenta alla Direzione regionale territorialmente competente una preventiva comunicazione contenente l’indicazione dei dati personali e dei luoghi in cui esercita l'attività, consegnandola a mano o inviandola per raccomandata o ancora via PEC (Posta Elettronica...

Mutui, pensioni, assicurazioni: dati al Fisco per il 730 precompilato

Ultimissimi giorni per le banche e gli intermediari finanziari per inviare all'Anagrafe tributaria i dati su conti correnti e investimenti dei contribuenti relativi al 2013, e alcune informazioni 2014 che poi vengono utilizzate dall'Agenzia delle Entarte per predisporre il 730 preocompilato: l'invio va effettuato entro lunedì 2 marzo (sarebbe il 28 febbraio, ma cade di sabato). Le modalità di trasmissione relative alle informazioni utili per le dichiarazioni precompilate sono quelle comunicate dall'Agenzia delle Entrate lo scorso 16 dicembre 2014, con tre diverse comunicazioni destinate...

730 precompilato online: i nuovi obblighi per il contribuente

Modello 730 2015 L'avvio della dichiarazione dei redditi precompilata è stato caratterizzato dalle problematiche sollevate in tema di privacy, legate al fatto che più CAF o intermediari abilitati potessero essere delegati ad accedere al 730 precompilato dei contribuenti e che in questo modo le informazioni contenute nella dichiarazione dei redditi potessero essere eccessivamente diffuse. Per garantire il necessario livello di sicurezza, sono stati definiti nuovi obblighi anche per i contribuenti, oltre a quelli che graveranno sui sostituti d'imposta, i CAF e i professionisti abilitati. => Modello...

Modello 730/2015 precompilato: come gestire le dichiarazioni

730 precompilato Con il Provvedimento dello scorso 23 febbraio l'Agenzia delle Entratehi ha fornito le istruzioni operative sulle procedure tecniche per accedere alla nuova dichiarazione dei redditi precompilata, chiarendo chi sono i contribuenti destinatari del modello 730/2015 precompilato, come accedono alla dichiarazione dei redditi (che sarà disponibile, per via telematica, dal prossimo 15 aprile) e in che modo la gestiscono. => Modello 730/2015 precompilato: istruzioni complete Destinatari del modello 730/2015 precompilato Per questo 2015, il modello 730 precompilato riguarderà i...

730/2015 approvato: controlli e clausole di privacy

Controlli fiscali sui professionisti Approvato il modello 730/2015 prendono il via le dichiarazioni dei redditi precompilate, ma anche i controlli a campione da parte dell'Agenzia delle Entrate a campione sulle deleghe rilasciate dai contribuenti per l'accesso ai propri dati fiscali da parte dei Centri Di Assistenza Fiscale (CAF) e degli intermediari abilitati. => 730 precompilato: software invio a prova di privacy L'obiettivo è quello di ovviare ai problemi legati alla privacy sollevati nei giorni scorsi dal Garante per la Privacy legati al fatto che più CAF o intermediari abilitati possano essere delegati ad...

Terreni e fabbricati nella Dichiarazione dei Redditi

tasse immobili Quando sui terreni oltre all'IMU si paga anche l'IRPEF, casi di esenzione vecchi e nuovi, armonizzazione con le nuove norme sull'IMU terreni montani, la cedolare secca: sono molte le novità che partono da questo 2015 di cui tener conto per la corretta compilazione del modello 730, in relazione al possesso di terreni e fabbricati. Vediamo una breve guida che riassume le principali modifiche di interesse del contribuente. => Novità Dichiarazione dei Redditi: leggi anche il Bonus IRPEF nel 730 IMU terreni È uno dei casi più complessi, anche a causa delle variazioni intervenute in...

Bonus IRPEF: calcolo credito d’imposta nel 730

Bonus IRPEF Fra le tante novità del modello 730/2015, anno in cui debutta la dichiarazione precompilata, c'è anche il Bonus IRPEF, ovvero l'aumento di 80 euro al mese in busta paga, riconosciuto per la prima volta a partire dal maggio 2014: vediamo una breve Guida alla compilazione. Lo spazio per inserire il Bonus IRPEF è il rigo C14 contenuto nella quinta sezione del quadro C, dedicato ai redditi da lavoro dipendente e assimilati. Si tratta di un credito d'imposta pari a 640 euro per i lavoratori con reddito fino a 24mila euro, che diminuisce sopra questo reddito fino ad azzerarsi a quota 26mila...

Compensazioni rimborsi da 730 per datori di lavoro

F24 telematico L'Agenzia delle Entrate comunica i nuovi codici tributo per i datori di lavoro e gli altri sostituti d'imposta che effettuano le compensazioni, tramite modello F24, delle somme rimborsate ai soggetti cui prestano assistenza fiscale (ad esempio, i dipendenti) sulla base dei prospetti di liquidazione delle dichiarazioni dei redditi e dei risultati contabili trasmessi da CAF e professionisti abilitati. È tutto contenuto nella Risoluzione 13/E del 10 febbraio 2015, in applicazione delle novità previste dall'articolo 15, comma 1, del Dlgs 175/2014, il decreto legislativo sulle...

730 precompilato: software invio a prova di privacy

Privacy Officer Debutterà quest'anno la dichiarazione dei redditi precompilata, ma è ancora da sciogliere il nodo della privacy legato al fatto che più CAF o intermediari abilitati possano essere delegati ad accedere al 730 precompilato di ciascun contribuente. Questo meccanismo esporrebbe al rischio che le informazioni contenute nella dichiarazione dei redditi, ovvero nel modello 730, possano essere diffuse per l'intero territorio italiano. Un nuovo ostacolo al 730 precompilato che si aggiunge a quello delle software house, che devono predisporre per tempo i tool necessari a imprese e professionisti...

X
Se vuoi aggiornamenti su 730 precompilato: software invio a prova di privacy

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy