Legge Di Stabilità

Aumento tasse locali: Comuni senza vincoli

Tasse locali Sulle tasse locali, compresa quella in arrivo nel 2015 per gli immobili (la Local Tax che accorperà IMU e TASI), i Comuni avranno carta bianca, ovvero non avranno alcun obbligo di ridurre la spesa corrente e potranno decidere di contenere gli investimenti o aumentare le tasse. Quest'ultima ipotesi permetterebbe loro di compensare i tagli al fondo di solidarietà imposti ai Comuni dalla Legge di Stabilità 2015, per un totale di 1,2 miliardi di euro, con l'obiettivo di contribuire al risanamento dei conti pubblici. => Local Tax: aliquota IMU-TASI 2015 Comuni senza...

Local Tax: aliquota IMU-TASI 2015

IMU-TASI Local Tax Dal 2015 la nuova imposta sugli immobili sarà la Local Tax, sostitutiva di IMU e TASI, e tra le ultime ipotesi ventilate dal governo Renzi c'è quella di abbassare l'aliquota per abitazione principale al 2 per mille, introducendo una detrazione fissa di 90 euro. Novità che, secondo quanto rivelato dal ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, in Senato porterebbe un maggior numero di abitazioni ad essere esentate dalla tassa unica locale. => Local Tax: conterrà IMU, TASI e IRPEF, come funziona Emendamenti su TASI-IMU Una delle ipotesi introdotta con un emendamento alla Legge...

Legge di Stabilità al Senato: testo approvato e novità in arrivo

Senato Approvata alla Camera, la Legge di Stabilità 2015 passa al Senato, dove affronterà una serie di questioni ancora aperte (sconto IRAP per le PMI, tasse sui fondi pensione, anticipo TFR in busta paga, Local Tax) ma vediamo prima come si configura il testo la manovra dopo l'approvazione alla Camera degli emendamenti (del Governo e non solo). => Legge di Stabilità 2015: le modifiche alla Camera Lavoro e imprese Capitolo importante della Legge di Stabilità, con lo sconto IRAP (2,7 miliardi) sul costo del lavoro per  assunzioni a tempo indeterminato e la decontribuzione (1,8...

Professionisti e PA: rivalsa IVA senza split payment

Fattura IVA I professionisti che lavorano per la Pubblica Amministrazione prestando servizi assoggettati a ritenuta IRPEF continueranno a esercitare nei confronti degli enti pubblici la rivalsa dell’IVA, poiché per esse non è prevista l'applicazione dello “split payment”. => Novità IVA 2015: split payment e reverse charge Split payment Si tratta del meccanismo IVA introdotto con la Legge di Stabilità 2015 per le forniture alla PA che, con l’obiettivo è di combattere l’evasione dell’imposta sul valore aggiunto (IVA), prevede il pagamento al cedente o prestatore del corrispettivo...

Anagrafe conti correnti: più controlli su evasione e ISEE

Riccometro e Riforma ISEE La Super Anagrafe dei conti correnti servirà al Fisco per effettuare "analisi del rischio evasione" e determinare alcune voci della Dichiarazioni ISEE dei contribuenti ai fini delle prestazioni di Welfare: lo prevede un emendamento alla Legge di Stabilità. In questo modo, da una parte si affinano le armi anti-evasione, dall'altra si prosegue sulla linea delle semplificazioni in base alle quali si evita al contribuente di dover dichiarare tutto quanto è già noto all'Amministrazione Finanziaria. => Anagrafe conti correnti: tutti i dati al Fisco Dati bancari ai Fisco Il Salva...

Pensione anticipata senza tagli con contribuzione piena

Pensioni I lavoratori che hanno diritto alla pensione anticipata senza il requisito anagrafico ma con 42 anni e sei mesi di contributi (p 41 anni e sei mesi per le donne) riceveranno un assegno pieno, senza la decurtazione prevista dalla Riforma Fornero facendo valere ai fini del requisito contributivo qualsiasi tipologia di versamento. Lo prevede un emendamento alla Legge di Stabilità 2015 approvato in Commissione alla Camera, che sospende temporaneamente la penalizzazione. L'emendamento Gnecchi - Damiano recita: Dopo il comma 1, aggiungere il seguente: 1-bis. Il secondo periodo del comma...

Pensioni d’oro, tetto dal 2015 per tutti gli assegni

Pensioni d'oro Il caos sul tetto alle pensioni d'oro si risolve con un emendamento del Governo che stabilisce: l'importo della pensione, quale che sia il metodo di calcolo, non può mai eccedere quel che risulterebbe con l'applicazione del retributivo (80% dell'ultimo stipendio). La norma scatta dal 2015, e viene applicata a tutti i trattamenti, anche quelli già liquidati (quindi, ha effetto retroattivo). Si tratta di un caso aperto negli ultimi giorni, relativo a una falla nella Riforma Pensioni di fine 2011. In pratica, la Legge Fornero permette ai lavoratori che hanno 40 anni di contributi di...

Legge di Stabilità 2015: modifiche e voto di fiducia

Camera dei Deputati Pensioni d'oro dal 2015, bonus bebè per redditi ISEE sotto 25mila euro, deducibilità buoni pasto, risorse per il Made in Italy, mentre si rimanda per inserire in bolletta elettrica il  Canone RAI: sono alcune delle modifiche alla Legge di Stabilità 2015 approvate in commissione Bilancio alla Camera; ora il testo è in aula dove il Governo annuncia il voto di fiducia, per l'approvazione entro il fine settimana. Poi, la manovra passerà al Senato, che prevedibilmente affronterà Riforma del Regime dei Minimi, Local Tax comprensiva delle attuali IMU e TASI, tagli IRAP per le imprese,...

Bonus Bebè 2015: le nuove regole di reddito

Congedo La Legge di Stabilità 2015 ha introdotto nuove “Misure per la famiglia” (articolo 12 del Ddl Stabilità), tra le quali anche il Bonus Bebè: un assegno di importo annuo di 960 euro erogato mensilmente (circa 80 euro al mese) per ogni figlio nato o adottato a decorrere dal 1° gennaio 2015 fino al 31 dicembre 2017. L'assegno verrà corrisposto a decorrere dal mese di nascita o adozione e fino al terzo anno di vita. => Bonus Bebè: contributo con richiesta INPS Nuovi requisiti d'accesso Per quanto riguarda i requisiti di accesso al Bonus, un emendamento alla Legge di Stabilità...

Pensioni d’oro: emendamento su tetto massimo

Pensioni d'oro Un nuovo emendamento alla Legge di Stabilità 2015 impone un tetto massimo alle pensioni d’oro, andando a modificare le disposizioni della Riforma delle Pensioni Fornero (Legge 214/2011). L'iniziativa è volta a risolvere il problema della misteriosa scomparsa della clausola che stabiliva un tetto massimo per l’assegno rispetto al valore dell’ultimo stipendio, o meglio impediva ai lavoratori in servizio fino ai 75 anni di percepire un assegno superiore all'80% dell'ultimo stipendio, anche con 40 anni di contributi. Una piccola dimenticanza che costerebbe allo Stato 2,6 miliardi di...

X
Se vuoi aggiornamenti su Legge di Stabilità

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy