Legge Di Stabilità

Legge di Stabilità in Gazzetta Ufficiale: l’A,B,C

Gazzetta Ufficiale Pubblicata nel supplemento ordinario n. 87 della Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.302 del 27 dicembre 2013 la Legge di Stabilità 2014 (Legge 27 dicembre 2013, n. 147 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato”). Con l'approvazione del provvedimento entrano in vigore numerose novità, dal fondo per la riduzione del cuneo fiscale alle nuove scadenze per la mini IMU, alla Web Tax, alla rivalutazione delle pensioni (95% per gli assegni tra 1.500 e 2.000 euro) alla nuova salvaguardia per 17 mila esodati, alla sanatoria per i contenziosi sui canoni del...

Lavoro: le nuove detrazioni e deduzioni

Deduzioni e detrazioni fiscali Novità sul fronte del cuneo fiscale per i redditi da lavoro dipendente, con la rimodulazione delle detrazioni IRPEF, e degli sconti IRAP per i datori di lavoro che assumono nuovi lavoratori dipendenti grazie alla pubblicazione  della Legge di Stabilità 2014 (Legge 27 dicembre 2013, n. 147 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato”) nel n. 302 della Gazzetta Ufficiale supplemento ordinario n. 87. Detrazioni IRPEF Il cuneo fiscale viene reso un po’ meno pesante con grazie alle disposizioni contenute nel comma 127 dell’articolo unico...

Legge di Stabilità 2014: il testo ufficiale

Il Ministro Franceschini ha posto la fiducia sull'approvazione del Ddl Stabilità con testo licenziato dalla Camera Legge di Stabilità 2014 in approvazione definitiva al Senato il 23 dicembre con voto di fiducia (come nei due precedenti passaggi parlamentari). Il testo finale della Manovra (legge di stabilità 2014 e legge di bilancio 2014-2016) vale 14,7 miliardi di euro di cui  circa 2,5 mld destinati a sanare il deficit, gli altri si autofinanziano con provvedimenti inseriti nella stessa Finanziaria. Per il 2015-2016 l'impatto sui conti è positivo (3,5 miliardi e 7,3 miliardi rispettivamente). Le novità 2014 Vediamo una sintesi delle misure più rilevanti: detrazioni per lavoratori...

Legge di Stabilità: correttivi per IMU e TASI

Mimi IMU, focus sui casi particolari La TASI, nuova tassa 2014 introdotta dalla Legge di Stabilità per inglobare l'IMU sulla prima casa, cambia prima di partire: un decreto correttivo di fine 2013 dovrebbe accogliere le proteste dei sindaci con una soluzione tecnica, per correggere l'ennesimo pasticcio italiano. Tutto sbagliato.. La nuova tariffa sui servizi dei Comuni associati a casa e rifiuti ha cambiato mille volte nome e formula (alla fine ha prevalso la IUC composta da IMU + TARI + TASI) e comunque andrà lo stesso modificata ancor prima di entrare in funzione (esattamente come la mini-IMU di gennaio, abolita per...

Legge di Stabilità 2014: fiducia alla Camera

Camera dei Deputati Alla fine la Legge di Stabilità 2014 sarà interamente approvata con voto di fiducia: è successo al Senato in prima lettura e succede di nuovo alla Camera (come prevedibile, visti i tempi stretti) con annuncio ufficiale in aula a Montecitorio del ministro Dario Franceschini. Verso il testo definitivo Il calendario prevede il voto per venerdì 20 dicembre, poi si torna al Senato il 23 dicembre in terza lettura, per approvare a Palazzo Madama le tante modifiche apportate. I principali emendamenti fin qui approvati riguardano: mini IMU (rimandata al 24 gennaio), Web Tax (per...

Bonus Arredi: come cambia con la legge di Stabilità

Bonus Arredi Tra le novità introdotte nella Legge di Stabilità in sede di Commissione c'è anche il Bonus Arredi. La detrazione del 50% per acquisto di mobili e/o elettrodomestici di classe A destinati all'immobile oggetto di ristrutturazione agevolata, scatta a una nuova condizione: il costo degli arredi non deve superare quello dei lavori. Lo prevede l'emendamento Crippa (M5S) all'articolo 1, comma 87, lettera c, punto 3della manovra. Bonus Arredi: requisiti e scadenza La spesa per i lavori di ristrutturazione è agevolata al 50%, fino a un tetto massimo di 96mila euro per lavori entro il 31...

Pubblicità Internet nel caos: punti deboli della Web Tax

Web Tax Il mercato italiano della pubblicità digitale sta per essere gettato nel caos dalla Web Tax, già ribattezzata “Spot Tax” (perché il nuovo testo nella Legge di Stabilità - che marcia verso l'approvazione definitiva con voto di fiducia - è stato privato delle parti relative al commercio elettronico). Per l'Advertising Online ci saranno effetti a catena, ora anche poco prevedibili: tutto dipenderà da come reagiranno i giganti come Facebook e Google; comunque, almeno nella prima fase - se la norma passerà così com’è - qualunque azienda italiana si troverà nel dilemma: come...

Legge di Stabilità: nuovo testo verso la fiducia

Destinazione Italia, via libera della Camera L'obbligo di partita IVA in Italia per le società che effettuano commercio elettronico sparisce dalla Web Tax, ma rimane per la pubblicità online e il diritto d'autore: è stato così ammorbidito l'emendamento  nella Legge di Stabilità approdata in aula di Montecitorio. Fra le altre modifiche approvate in Commissione Bilancio segnaliamo il Fondo per il taglio del cuneo fiscale, le novità in ambito pensioni e la salvaguardia per altri 17mila esodati. Web Tax Il nuovo obbligo di partita IVA italiana mira a impedire ai colossi del Web come Google di  fatturare altrove i proventi...

Bonus Ristrutturazioni e Arredi: cambiano le regole

Detrazioni fiscali Cambiano le regole per il Bonus Arredi correlato con gli interventi di ristrutturazione immobiliare: le spese per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici non possono superare i costi sostenuti per la ristrutturazione: è quanto prevede un emendamento al Ddl Stabilità 2014 approvato dalla Commissione Bilancio della Camera. Il provvedimento dovrà passare ora all'esame della Camera, ma se il testo del Ddl dovesse essere confermato nella sua versione attuale non sarà più possibile fruire della detrazione del 50% sull’acquisto di arredi qualora questi risultino più costosi dei lavori....

Errori IMU: niente interessi né sanzioni fino a giugno

Mimi IMU, focus sui casi particolari Scaduto il termine per il versamento della seconda rata IMU da parte dei proprietari di seconde case, negozi e capannoni è tempo di capire come comportarsi nel caso in cui si siano commessi degli errori nel calcolo dell'imposta. In caso di pagamento IMU errato, ovvero insufficiente, niente panico: è ancora possibile rimediare e nel caso si proceda con il versamento dell'importo mancante entro il 16 giugno 2014 non verranno applicati né sanzioni, né interessi. A prevederlo è un emendamento alla Legge di Stabilità presentato dai deputati De Micheli e Causi con l'obiettivo di andare...

X
Se vuoi aggiornamenti su Errori IMU: niente interessi né sanzioni fino a giugno

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy