Legge Di Stabilità

Detrazioni fiscali 2015 nella Legge di Stabilità

Ecobonus Con l'approvazione della Legge di Stabilità 2015 arrivano interessanti novità in tema di ristrutturazione degli edifici e riqualificazione energetica: nella bozza vengono prorogati a tutto il 2015 gli Ecobonus rispettivamente del 50% e del 65%. Secondo la normativa oggi vigente (articoli 14 e 16 del DL 63/2013 e Legge di Stabilità 2014), dal 2015 la detrazione fiscale per le spese relative agli interventi di riqualificazione energetica degli edifici sarebbe dovuta scendere al 50% e quella per le ristrutturazioni edilizie e per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici al 40%. =>...

Legge di Stabilità: cambia il Regime dei Minimi

Regime dei Minimi Il Regime dei Minimi si rinnova: la Legge di Stabilità lo riforma ancora una volta introducendo dal 2015 un regime fiscale agevolato per i lavoratori autonomi con reddito fino a 15mila euro. L'imposta sostitutiva aumenta dal 5 al 15% ma scompare il limite dei 5 anni per la permanenza nel regime a tassazione forfettaria dedicata a lavoratori autonomi, piccole imprese e professionisti entro determinate soglie di reddito, ampliando la platea degli aventi diritto. => Vai allo speciale sul Regime dei Minimi Iter La nuova Riforma del Regime dei Minimi è contenuta nell'articolo 9...

Anticipo TFR: il meccanismo nella Legge di Stabilità 2015

TFR legge di stabilità Il lavoratore potrà richiedere l'anticipo del TFR maturato (opzione che sarà attivata verso metà anno con retroattività per il 2015). Il governo è riuscito a trovare posto alla misura nella nuova Legge di Stabilità, previo accordo con le banche (ABI) che, contrariamente alle prime ipotesi, copriranno anche l'intera liquidazione (e non solo il 50%). Ma c'è un'amara sorpresa come contropartita: la tassazione ordinaria. Chi chiede l'anticipo non potrà più applicare sul TFR la tassazione separata. Vediamo come si configura la misura, sottolineando che rispetto alla bozza della...

Legge di Stabilità e assunzioni: calcolo risparmi con indeterminato

legge di stabilità contratti Il contratto a tempo indeterminato, con il taglio dei contributi per tre anni previsto dalla Legge di Stabilità 2015, diventa meno costoso per il datore di lavoro e più conveniente rispetto al contratto a termine e alle collaborazioni: per un dipendente che guadagna 25mila euro lordi all'anno, il risparmio per l'azienda sarà intorno ai 7.500 euro mentre per una retribuzione di 35mila euro l'impresa spenderà 10.600 euro in meno; la norma è vantaggiosa anche per il lavoratore, il cui netto aumenta di 1.600 euro l'anno (stime CAF CISL per Ansa). => Legge di Stabilità 2015: le...

Spending Review: taglio anche dei Comuni

Carlo Cottarelli, Commissario alla Spending Review La riduzione della spesa pubblica, ovvero la Spending Review, deve necessariamente passare per una riduzione del numero dei Comuni italiani, oggi 8 mila, così da rendere più semplice il loro coordinamento. Ad affermarlo è stato il Commissario alla Spending Review, Carlo Cottarelli, in audizione alla Commissione parlamentare sull’Anagrafe Tributaria: «Questo faceva già parte delle misure di riduzione della spesa», ricorda, «i Comuniper poter risparmiare devono investire, occorre dare priorità a degli investimenti che consentano il risparmio da parte delle Pubbliche Amministrazioni....

Legge di Stabilità 2015 approvata: il testo ufficiale

Legge in sintesi Legge di Stabilità 2015 approvata in CdM con limature al testo fino all'ultimo: rispetto a quanto preannunciato dal premier Matteo Renzi, la manovra finanziaria vale 36 miliardi (di cui 15 mld da Spending Review), rispettando l'impianto generale incentrato sui tagli fiscali ma con alcune novità (es.: credito d'imposta per la Ricerca, regime forfettario per le Partite IVA) e la corsa per inserire l'anticipo del TFR. Analizziamo le misure ricordando che il Ddl approvato è il primo passo verso l'approvazione della Legge dopo l'iter parlamentare, sottoposta anche al vaglio UE...

Legge di Stabilità 2015: taglio tasse, IRAP e incentivi assunzione

Il premier all'Assemblea di Confindustria Bergamo Il 15 ottobre l'Italia presenta la Legge di Stabilità 2015, una manovra da 30 miliardi di cui 18 mld per il taglio delle tasse sul lavoro (cuneo fiscale) e non solo: bonus  IRPEF in busta paga, sgravi contributivi per imprese che assumono, riduzione IRAP. Ad anticipare le misure della Finanziaria il premier Matteo Renzi, agli imprenditori di Confindustria Bergamo. Prima di introdurre "la scaletta" della prossima Legge di Stabilità si concede un gioco di parole che rimanda al Jobs Act e a uno dei suoi capitolo più caldi: l'Articolo 18. «Il 18 non è l'articolo dello Statuto dei...

TFR in busta paga: a rischio agevolazioni ISEE

Calcolo ISEE La possibilità di richiedere metà dell’accantonamento sul Trattamento di Fine Rapporto (TFR) maturato in busta paga da parte dei dipendenti non rischia di avere conseguenze solo per le imprese, ma anche per i lavoratori stessi. Maggiore imponibile ISEE Se da una parte i circa 100 euro in più a fine mese, o meglio circa 1200 euro a fine anno, possono rappresentare una boccata d'ossigeno importante per alcune famiglie, dall'altra la misura che potrebbe essere contenuta secondo le previsioni del Governo nella Legge di Stabilità 2015, accanto al Bonus IRPEF da 80 euro strutturale per...

Spending Review: tutti i tagli ai Ministeri

Tagli Lavoro e Istruzione i due Ministeri chiamati a contribuire maggiormente alla Spending Review 2015, un piano da 3 miliardi di tagli lineari alla spesa pubblica (deve ancora passare al vaglio di Palazzo Chigi e dell'Economia), con alcune amministrazioni più "colpite" di altre.  I 3 miliardi di tagli ministeriali si traducono in 6 miliardi come saldo netto disponibile per le coperture necessarie alla prossima Finanziaria. La Spending Review è infatti destinata a contribuire in modo ingente all'attuazione della Legge di Stabilità 2015, manovra che viaggia sui 23-34 miliardi. Vediamo i...

IMU-TASI unificate nella Legge di Stabilità 2015: verso la conferma

IMU TASI IMU e TASI verranno unificate a partire dal 2015 in una nuova imposta unica, dunque con stesse aliquote e procedure unificate, per effetto della Legge di Stabilità 2015. L'obiettivo dichiarato dal governo Renzi, come rivelato dallo stesso premier, è quello di sostituire TASI e IMU con una nuova tassa unica: «secca, chiara per pagare tutti i servizi». In sostanza si vuole porre definitivamente fine al caos generato in questi anni dal calcolo di TARI, TASI e IMU, un tema particolarmente caldo vista la prossima scadenza del 16 ottobre per l'acconto dell'imposta sui servizi...

X
Se vuoi aggiornamenti su IMU-TASI unificate nella Legge di Stabilità 2015: verso la conferma

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy