Legge Di Stabilità

La Legge di Stabilità è la denominazione "rinnovata" della tradizionale Manovra Finanziaria. L'iter ha inizio in Autunno con la predisposizione del Disegno di legge di Stabilità e la successiva approvazione dello schema di Governo in Consiglio dei Ministri, pronto per la successiva ratifica degli interventi emendativi alla Legge, che intanto entra in vigore a gennaio dell'anno successivo.

La Legge di Stabilità 2015, presentata dal Governo nel CdM del 15 Ottobre e firmata dal Presidente della Repubblica il 24 Ottobre, prevede misure che focalizzano sul taglio del cuneo fiscale (costo del lavoro) per imprese (sgravi IRAP sulla componente lavoro) e dipendenti (Bonus IRPEF in busta paga da 80 euro), la possibilità di anticipo TFR, assunzioni agevolate con azzeramento per tre anni dei contributi sui nuovi contratti a tempo indeterminato, numerose novità in materia di IVA.

Non sono previsti interventi relativi alla riforma delle pensioni se non uno slittamento al 10 del mese per il pagamento degli doppi assegni previdenziali INPS-INPDAP ed un aumento della tassazione su fondi pensione e previdenza privata. Saltata anche la norma che avrebbe dovuto unificare le due imposte sulla casa TASI-IMU.

=> Legge di Stabilità 2015: ecco la versione finale.

=> Scarica il testo definitivo in pdf della Legge di Stabilità 2015.

Su PMI.it trovate gli approfondimenti e gli strumenti per calcolare le imposte IMU e TASI, con le novità su IRPEF, IRAP e IVA 2014-2015 in base alle novità normative.

Legge di Stabilità 2015: cambiamenti al testo

Giorgio Napolitano Bollinata la Legge di Stabilità 2015 dalla Ragioneria dello Stato, il testo definitivo arriva al Quirinale. Il Ddl ora deve essere attentamente esaminato dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. A comunicare il passaggio ufficiale della Legge di Stabilità al Colle è stato lo stesso Ministro dell'Economia e Finanze con un tweet: ''Completato il corredo tecnico dalla Ragioneria Generale dello Stato il Ddl Stabilità viene ora trasmesso al Quirinale''. => Legge di Stabilità al Quirinale: criticità per UE e Regione La Legge di Stabilità arrivata al Quirinale...

Addio incentivi per assumere apprendisti e disoccupati

Assunzioni Abrogati con la Legge di Stabilità 2015 gli attuali incentivi alle imprese sui contratti agli apprendisti e disoccupati di lunga durata. Si tratta di diverse formule oggi in vigore che consentono alle aziende di procedere con assunzioni agevolate a tempo indeterminato - lavoratori disoccupati da oltre 24 mesi o sospesi dal lavoro e beneficiari di CIGS, apprendisti da stabilizzare - ma alle quali dovranno dire addio se il disegno di Legge di Stabilità 2015 (cuore del Jobs Act) sarà approvato definitivamente con il testo attuale. In pratica, in relazione al contratto a tempo...

Pensioni e Legge di Stabilità: SOS slittamento e pagamenti

INPS adempimenti Il pagamento delle pensioni slitta al 10 del mese: la novità nella Legge di Stabilità ha provocato un immediato coro di polemiche da parte di sindacati e associazioni dei consumatori. Per rassicurare i pensionati, tuttavia, è giunto un chiarimento INPS: soltanto chi riceve doppia pensione INPS-INPDAP (800.000 pensionati) riceverà l'assegno a partire dal 10 del mese. Gli altri (15 milioni) riceveranno l'assegno INPS il primo del mese o l'assegno INPDAP il 16 del mese (come adesso). => Speciale Legge di Stabilità I sindacati dei pensionati (Spi-Cgil, Fnp-Cisl, Uilp) hanno...

Legge di Stabilità al Quirinale: criticità per UE e Regioni

legge di stablità Arrivata alla firma del presidente della Repubblica, la Legge di Stabilità resta al centro di un fuoco incrociato di critiche: Enti locali e pensionati da un lato, Unione Europea dall'altro. I punti che sollevano perplessità e che potrebbero essere oggetto di rilievi della Commissione Europea riguardano il difficile rapporto fra coperture e  tagli di una manovra da 36 miliardi di euro (tagli che investono perfino i pensionati, dal 2015 costretti ad uno slittamento al 10 del mese per poter incassare l'assegno). Regioni La Regioni lamentano a loro carico tagli che ammontano «a 5,7...

IVA: aumento aliquote e nuove regole nel Ddl Stabilità

leggestabilità Il lavoro di limatura sulla Legge di Stabilità si è allungato oltre il previsto, ma il testo è approdato al Quirinale oggi, 21 ottobre, per la firma del presidente della Repubblica: tra i punti su cui hanno maggiormente lavorato i tecnici dell'Economia, spiccano la clausola di salvaguardia sull'aumento IVA, il bonus bebè da 80 euro per tre anni  ai nuovi nati nelle famiglie con reddito massimo di 90mila euro e con uno o due figli (confermato dal Ministro Lorenzin, che ha specificato l'esenzione dal tetto dal terzo figlio), le proteste delle regioni sui tagli da Spending Review e...

Fisco: dal 2015 ravvedimento operoso senza limiti

Ritardo pagamenti PA Irregolarità con il Fisco? Il contribuente potrà ricorrere al ravvedimento operoso anche se è già in corso una verifica fiscale: lo prevede l'articolo 44 (commi 11 e seguenti) della Legge di Stabilità 2015. Cambiano anche le sanzioni per chi volontariamente sana errori e omissione, con ulteriori scadenze rispetto agli attuali tre scaglioni (ravvedimento sprint, breve e lungo). In soldoni vengono introdotti un ravvedimento intermedio e due molto lunghi (fino e oltre 2 anni). => Speciale Legge di Stabilità Più accessibilità I motivi di preclusione diminuiscono: oggi il...

Incentivi lavoro: i punti deboli della Legge di Stabilità

Legge di Stabilità 2015 Gli incentivi alle nuove assunzioni nella Legge di Stabilità 2015 presentano limiti tali da ridurne drasticamente i benefici pratici: per prima cosa la copertura finanziaria copre 300mila contratti, appena 1/5 di quelli attivati a tempo indeterminato dalle aziende italiane in un anno. Senza contare che comportano un tetto massimo (6.200 euro) ed assorbono, abolendo, la storica decontribuzione per l'assunzione stabile di disoccupati (Legge 407/90) - al Sud e non solo - con l'aggravante che non comportano neppure lo sgravio dei contributi INAIL (come invece avveniva in quel caso). Anche...

Aumento IVA dal 2016 nella Legge di Stabilità

Aumento IVA Aumento dal 2016 delle aliquote IVA oggi al 22% e 10%: il meccanismo è previsto dalla clausola di salvaguardia confermata nella Legge di Stabilità 2015, che ipotizza un incremento spalmato, rispettivamente, in tre e due anni. Attenzione: scatta solo se nel 2015 non ci saranno adeguati risparmi per assicurare i saldi di bilancio. In pratica, l'articolo 45 della manovra ripropone la clausola in Finanziaria 2014 (comma 430 legge 147/2013), facendola slittare di un anno, al primo gennaio 2016. Se entro questa data i risparmi di spesa non sono sufficienti scatta l'aumento...

Legge di Stabilità pronta: bonus bebè e posti di lavoro

Renzi Padoan Legge di Stabilità al Quirinale per la firma del Presidente della repubblica Napolitano: nel frattempo il premier Renzi, ospite di Barbara D'Urso a "Domenica Live", ha annunciato un bonus bebè triennale per i nuovi nati del 2015, mentre il Ministero Padoan, alle telecamere di "In mezz'ora" di Lucia Annunziata, stimava con le nuove agevolazioni per le assunzioni 800mila nuovi posti di lavoro. Dunque, il testo del Ddl Stabilità 2015 è finalmente pronto per essere discusso dalle Camere. In attesa di leggerlo, vediamo i nuovi dettagli emersi dagli "annunci televisivi". Bonus...

Detrazioni fiscali 2015 nella Legge di Stabilità

Ecobonus Con l'approvazione della Legge di Stabilità 2015 arrivano interessanti novità in tema di ristrutturazione degli edifici e riqualificazione energetica: nella bozza vengono prorogati a tutto il 2015 gli Ecobonus rispettivamente del 50% e del 65%. Secondo la normativa oggi vigente (articoli 14 e 16 del DL 63/2013 e Legge di Stabilità 2014), dal 2015 la detrazione fiscale per le spese relative agli interventi di riqualificazione energetica degli edifici sarebbe dovuta scendere al 50% e quella per le ristrutturazioni edilizie e per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici al 40%. =>...

X
Se vuoi aggiornamenti su Detrazioni fiscali 2015 nella Legge di Stabilità

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy