Legge Di Stabilità

La Legge di Stabilità è la denominazione "rinnovata" della tradizionale Manovra Finanziaria. L'iter ha inizio in Autunno con la predisposizione del Disegno di legge di Stabilità e la successiva approvazione dello schema di Governo in Consiglio dei Ministri, pronto per la successiva ratifica degli interventi emendativi alla Legge, che intanto entra in vigore a gennaio dell'anno successivo.

La Legge di Stabilità 2015, presentata dal Governo nel CdM del 15 Ottobre e firmata dal Presidente della Repubblica il 24 Ottobre, prevede misure che focalizzano sul taglio del cuneo fiscale (costo del lavoro) per imprese (sgravi IRAP sulla componente lavoro) e dipendenti (Bonus IRPEF in busta paga da 80 euro), la possibilità di anticipo TFR, assunzioni agevolate con azzeramento per tre anni dei contributi sui nuovi contratti a tempo indeterminato, numerose novità in materia di IVA.

Non sono previsti interventi relativi alla riforma delle pensioni se non uno slittamento al 10 del mese per il pagamento degli doppi assegni previdenziali INPS-INPDAP ed un aumento della tassazione su fondi pensione e previdenza privata. Saltata anche la norma che avrebbe dovuto unificare le due imposte sulla casa TASI-IMU.

=> Legge di Stabilità 2015: versione finale pre-emendamenti.

=> Scarica il testo in pdf della Legge di Stabilità 2015 in discussione alle Camere.

Su PMI.it trovate gli approfondimenti e gli strumenti per calcolare le imposte IMU e TASI, con le novità su IRPEF, IRAP e IVA 2014-2015 in base alle novità normative.

Modello IRAP: le nuove deduzioni

Dichiarazione dei reddito Pubblicata sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate la bozza della dichiarazione IRAP (Imposta Regionale sulle Attività Produttive) utilizzabile a partire dal prossimo anno, con le relative istruzioni. Tra le novità del nuovo modello IRAP trovano spazio le nuove semplificazioni e agevolazioni previste dalla Legge di Stabilità 2015. => Legge di Stabilità 2015: focus su Regime Minimi, Pensioni e IRAP Agevolazioni È il caso della deduzione per incremento occupazionale, l’aumento della deduzione forfetaria per i dipendenti a tempo indeterminato e di quella graduata in...

Pensioni private: intesa raggiunta nella Legge di Stabilità

pensioni Una nuova modifica alla Legge di Stabilità 2015 compensa l'aumento delle tasse sulle pensioni private prevedendo un credito d'imposta che li annulla, ma solo se fondi pensione e casse di previdenza dei professionisti investono nell'economia reale: l'emendamento 1.9901 del relatore, approvato dalla commissione Bilancio del Senato, introduce infatti i commi da 80 bis a 80 sexies all'articolo 1 della manovra, approdata nell'aula di Palazzo Madama per approvazione definitiva prevista per il 19 dicembre (posta la fiducia su un maxi-emendamento con tutte le modifiche approvate in commissione)...

Legge di Stabilità 2015: focus su Regime Minimi, Pensioni e IRAP

Manovra-2015 Rush finale per la Legge di Stabilità 2015, con dibattito in commissione Bilancio al Senato più lungo del previsto e arrivo in Aula rimandato al 18 dicembre  (prevedibilmente con voto di fiducia, attesa entro il 19 dicembre) per poi tornare alla Camera in terza lettura il 21, in approvazione definitiva il 22: fra i capitoli caldi spiccano: riforma del Regime dei Minimi, taglio IRAP imprese, tasse sulle pensioni private. Il Governo ha presentato circa 80 emendamenti tra cui le modifiche in materia di IMU-TASI (in attesa della Local Tax, è stato congelato l'aumento delle aliquote...

Turismo: un bonus digitalizzazione per attivare il Wi-Fi

Free Wi-Fi Tra le novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2015 vi sono anche le nuove condizioni per accedere al bonus digitalizzazione previsto per gli esercizi ricettivi dall'art. 9 del DL n. 83/2014 (c.d. Decreto Cultura). => Strutture ricettive: gli incentivi del Decreto Cultura Credito d'imposta L'obiettivo dell'incentivo è di sostenere la competitività del settore del turismo, favorendo la digitalizzazione, la riqualificazione e l’accessibilità delle strutture ricettive. A tale scopo verrà concesso un credito d’imposta per i periodi di imposta 2015, 2016 e 2017, pari al 30%...

Stabilità 2015: congelati Canone RAI e IMU-TASI

Commissione Bilancio Niente rincaro del canone RAI né aumenti IMU-TASI previsti dalla Legge di Stabilità 2014, macchinari d'impresa esclusi dal calcolo della rendita catastale ai fini IMU, ravvedimento operoso più costoso in alcuni casi: sono i principali emendamenti del Governo (in tutto circa 60) alla Legge di Stabilità 2015 presentati in commissione Bilancio al Senato. Discussione in Aula a Palazzo Madama dal 16 dicembre. => Ddl Stabilità: confronta con il testo approvato alla Camera IMU e TASI La riforma delle tasse sulla casa - con l'introduzione di una Local Tax che sostituisca IMU e...

Regime dei Minimi: Partita IVA entro l’anno per il forfait al 5%

Professionisti Ancora poco tempo per aprire Partita IVA rientrando nel vecchio Regime dei Minimi, con l'aliquota sostitutiva al 5% prevista dal Regime fiscale di vantaggio per imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità di cui all'articolo 27, commi 1-2 del decreto legge 98/2011 (convertito con modifiche dalla legge 111/2011). Nel mese di dicembre 2014 sono numerosi i giovani professionisti che stanno accelerando le pratiche per aprire Partita IVA prima della fine dell'anno, assicurandosi così una tassazione al 5% per attività che abbiano un limite di ricavi pari a 30mila euro (opzione...

Stabilità 2015, dubbi e critiche sul TFR in busta paga

TFR Lavoratori dipendenti poco entusiasti per l'opzione TFR anticipato in busta paga, ancor più guardando alle ricadute negative sulla previdenza complementare, di pari passo con le nuove regole sui fondi pensione, liquidazione e all'aumento della tassazione della previdenza privata: se ne discute in Commissione Bilancio del Senato, in sede di analisi degli emendamenti alla Legge di Stabilità 2015. Anticipo TFR Secondo un sondaggio SWG, il 67% dei dipendenti non ha intenzione di chiedere l'anticipo, mentre il 16% è indeciso e solo il 17% pensa di farlo. Tra questi, il 45% non...

Regime dei Minimi 2015: calcolo del tetto sui beni strumentali

Beni strumentali La Legge di Stabilità 2015 ha riformato il Regime dei Minimi prevedendo tra i requisiti di accesso un nuovo tetto massimo di spesa per i beni strumentali, pari a non più di 20mila euro a chiusura esercizio. => Regime dei Minimi: i nuovi requisiti di accesso Regime forfetario Ricordiamo brevemente i nuovi requisiti di accesso al nuovo Regime dei Minimi: forfait agevolato al 15%, che sostituisce i precedenti dal primo gennaio (fermi restando i casi di periodo transitorio); ricavi o compensi nei limiti previsti dalla norma per la categoria a cui appartiene; spese non...

Stabilità 2015: dentro Pensioni, fuori Local Tax e Canone RAI

Senato Riflettori puntati sul capitolo Pensioni nei passaggi decisivi della Legge di Stabilità 2015, con la discussione delle modifiche in commissione Bilancio al Senato dall'11 dicembre: secondo il programma, la manovra approda in aula a Palazzo Madama entro il 16 dicembre, con via libera definitivo entro Natale, dopo essere tornata in terza lettura alla Camera (cosa certa, vista la pioggia di emendamenti). => Legge di Stabilità 2015: il testo attuale Misure da definire Più concreto il quadro degli emendamenti relativi alla novità in tema di pensione anticipata: riguardo alla...

Gli incentivi alle reti di impresa per il 2015

Reti di imprese La Legge di Stabilità 2015 introduce nuovi incentivi per le reti di imprese, in particolare per le aziende dei settori Manifattura sostenibile e Artigianato digitale che si uniscono con contratto di rete, in base ai commi 56 e 57 della Legge n. 147/2013 (Legge di Stabilità 2014). Tra le novità dei nuovi fondi spicca il vincolo per l'ammissibilità, che impone alle aggregazioni di essere composte da almeno 15 individui, oltre all'ampliamento della platea dei beneficiari che prevede ora anche l'inclusione delle reti soggetto. => Contratto di rete tra imprese, ecco il modello...

X
Se vuoi aggiornamenti su Gli incentivi alle reti di impresa per il 2015

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy