Legge Di Stabilità

La Legge di Stabilità è la denominazione rinnovata della tradizionale Manovra Finanziaria.

L'iter parlamentare per l'approvazione del Disegno di legge di Stabilità ha inizio in Autunno, con la presentazione dello schema di Governo e la successiva ratifica degli interventi emendativi alla Legge, che entrerà in vigore a gennaio dell'anno successivo.

La Legge di Stabilità 2014, presentata dal Governo il 15 Ottobre 2013 e passata con fiducia al Senato (con un maxi-emendamento che riscrive il Ddl originario), prevede al momento misure che focalizzano sul taglio del cuneo fiscale (costo del lavoro per le imprese e aumenti in busta paga per i dipendenti), la rimodulazione dell'imposta IMU, la riduzione delle tasse sulle attività produttive (IRAP) tramite assunzioni agevolate in azienda (sgravi fiscali) senza tuttavia esprimersi sull'aumento IVA al 22%.

Introdotta anche la nuova tassa su rifiuti e servizi (Service Tax) che si chiamerà IUC (nella prima bozza denominata Trise), sostituendo TARES e TARSU per la parte relativa ai rifiuti (Tari), accanto alla componente sulla casa e a quella sui servizi (Tasi).

Non sono previsti interventi relativi alla riforma delle pensioni mentre ne è stato inserito uno salva esodati per i disoccupati che rispondano a determinati criteri.

Tra le novità approvate nel 2013 ricordiamo invece l'aumento della maggiore aliquota IVA al 21% e la detassazione del salario di produttività previo accordo tra parti sociali. La versione finale del Ddl di Stabilità ha inoltre compreso un pacchetto di misure fiscali per le imprese e importanti novità su Lavoro, Esodati , Pensioni, ricongiunzione contributi, congedo parentale, IMU, Tares e Fatturazione IVA, nonché un Mille proroghe e un Decreto salva-infrazioni UE.

» Leggi il Testo Ufficiale del Ddl Stabilità 2014

» La Legge di Stabilità in formato .PDF, scarica il file

Su PMI.it trovate gli approfondimenti e gli strumenti per calcolare le imposte IMU, IRPEF, IRAP, IVA 2013 e 2014 in base alle nuove aliquote, con novità ed aggiornamenti sulle normative specifiche ed i regolamenti di attuazione.

TFR anticipato: aumenti in busta paga e liquidità per le PMI

Calcolo-del-TFR Fino a 100 euro in più in busta paga ai dipendenti con il TFR anticipato, nell'ipotesi di versamento mensile del 50% dell'accantonamento sul Trattamento di Fine Rapporto maturato: è la misura  per l'integrazione del reddito allo studio del Governo, da inserire nella Legge di Stabilità 2015 accanto al Bonus IRPEF da 80 euro strutturale per i dipendenti (elaborazioni Unione Artigiani di Milano). => Legge di Stabilità 2015: metà TFR in busta paga TFR e liquidità PMI Dei circa 24 miliardi accumulati per il TFR su 326 miliardi di retribuzioni annue, il 40% (circa 10...

Sblocca Italia: proroga 2015 per Eco Bonus 65%

Efficienza Energetica Potrebbe essere prorogato a tutto il 2015 l'Eco Bonus che concede detrazioni fiscali pari al 65% delle spese sostenute per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici e anche la detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie ed il credito d'imposta per l'acquisto di nuovi macchinari e apparecchiature. Tali misure potrebbero essere inserite nella prossima Legge di Stabilità, o anticipate con il decreto Sblocca Italia. A chiederne conferma è stata Confindustria, nel corso dell’audizione in Commissione Ambiente della Camera sul decreto Sblocca Italia (DL 133/2014),...

TFR in busta paga: allarme liquidità per le PMI

Crisi liquidità La novità in tema di Trattamento di Fine Rapporto (TFR) che potrebbe essere inserita nella Legge di Stabilità 2015 sta allarmando le PMI, perché potrebbe creare seri problemi di liquidità alle imprese con meno di 50 dipendenti. La misura allo studio del Governo prevede infatti la possibilità per il lavoratore dipendente di chiedere l'anticipo di metà del TFR maturato e accantonato mensilmente dal datore di lavoro in busta paga per i prossimi 3 anni. => Metà TFR in busta paga: leggi come funziona Anche se è previsto che l’altra metà rimanga a disposizione delle imprese e...

Legge di Stabilità 2015: metà TFR in busta paga

TFR La Legge di Stabilità 2015 potrebbe introdurre novità in tema di Trattamento di Fine Rapporto (TFR): nelle buste paga dei dipendenti verrebbe versata annualmente metà liquidazione, per un periodo variabile da 1 a 3 anni. Si tratta di una misura attualmente allo studio del Governo, che ha come obiettivo quello di aiutare i lavoratori in questo momento di difficile congiuntura economica e di sostenere indirettamente le attività produttive rilanciando i consumi; in più lo Stato potrebbe recuperare maggiori risorse con l'aumento degli incassi IVA. => Trattamento Fine Rapporto (TFR):...

Legge di Stabilità 2015, taglio del cuneo fiscale alle imprese

Tagli Apertura del Governo al taglio del costo del lavoro per le PMI italiane, confermata dal ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan a margine dei lavori del G20 finanziario di Cairns, secondo cui con la Legge di Stabilità 2015 verrà ridotto il cuneo fiscale per le imprese:  «Stiamo seriamente considerando la possibilità di approfondire il taglio del cuneo fiscale e stiamo pensando di farlo dal lato delle imprese» Non ci sono dettagli su come si intende intervenire con il taglio del costo del lavoro per le imprese ma si sa che le risorse per finanziare la misura di taglio del...

Legge di Stabilità 2015: in Finanziaria non solo tagli

padoan Si prepara una Legge di Stabilità 2015 difficile, in cui l'Italia chiuderà il 2014 con un trend negativo sul PIL, ma il governo non rinuncerà ai tagli sul costo del lavoro né intende ritoccare le aliquote IVA: le risorse per la manovra finanziaria arriveranno dalla Spending Review e dalla lotta all'evasione fiscale, oltre che dalle minori spese per gli interessi sul debito (grazie a spread e costo del denaro inferiori). Questo, in estrema sintesi, il "piano" secondo le dichiarazioni del Ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan. => Spending Review: i tagli per la Legge di...

Spending Review e Legge di Stabilità: tagli da 20 miliardi

Spending Review In tema di risparmi sulla spesa pubblica l'obiettivo è tagliare 20 miliardi di euro, con una sforbiciata lineare per ogni Ministero pari al 3%, così da finanziare la manovra economica per l'anno prossimo, la cui definizione nelle prossime settimane entra nel vivo. La fase cruciale dei lavori sta iniziando in queste ore: lunedì 8 settembre vertice a Palazzo Chigi tra Ministro dell'Economia Padoan, delle Riforme Boschi e Commissario alla Spending Review, Cottarelli; martedì 9 tutti gli altri ministri invitati a individuare i risparmi possibili di propria spettanza. => Vai allo...

Riforma Pensioni nella Legge di Stabilità 2015

Pensioni In previsione della Legge di Stabilità 2015 si torna a parlare di Riforma delle Pensioni, con norme che vadano a rivedere quanto previsto dalla precedente Riforma Fornero (DL 201/2011), che ricordiamo aver causato il problema dei lavoratori esodati per i quali sembra certo l'arrivo della sesta salvaguardia. Inizialmente si era parlato di una revisione alla Riforma delle Pensioni Fornero in occasione del Decreto Legge sulla Pubblica Amministrazione, poi sembrava che la nuova riforma potesse essere inserita nel Decreto Legge “Sblocca Italia”, ora le speranze vengono riposte nella...

Manovra finanziaria: a rischio pensioni e Bonus IRPEF

Spending review: i criteri per l'abolizione delle province Il primo ottobre il Ministero del Tesoro dovrà presentare le stime aggiornate del DEF (Documento di Economia e Finanza);pertanto, in vista di questa scadenza anche lo schema di Legge Stabilità 2015 dovrà essere completato, per lo meno a grandi linee.  Il Governo ha finora evitato manovre correttive ma far tornare i conti diventa sempre più difficile e, a poche settimane dalla presentazione della bozza della manovra finanziaria ancora circolano insistenti ipotesi di nuovi prelievi sulle pensioni più alte e di maggiore severità fiscale rispetto agli impegni presi, a partire dal...

TASI-IMU unificate: riforma nella Legge di Stabilità 2015?

IMU TASI Le tasse sulla casa IMU e TASI stanno forse per cambiare di nuovo: secondo indiscrezioni di stampa, nella Legge di Stabilità 2015 (bozza prevista per ottobre) il Governo potrebbe dedidere di introdurre un'ennesima riforma, con l'idea di semplificare un po' le cose. Non c'è nulla di ufficiale ma allo studio ci sarebbero due ipotesi: accorpamento IMU e TASI (stesse aliquote ma procedura unificata), Service Tax che inglobi IMU (casa), TASI (servizi) e TARI (rifiuti). A voler essere maliziosi c'è già la IUC come service tax. Peccato che di problemi ai contribuenti non ne abbia...

X
Se vuoi aggiornamenti su TASI-IMU unificate: riforma nella Legge di Stabilità 2015?

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy