Lavoratori Precoci

I lavoratori precoci sono tutte quelle persone che siano entrate nel mondo del lavoro prima del compimento della maggiore età. Si tratta quindi di una categoria di lavoratori che, prima della Riforma Fornero del 2012, raggiungeva i 40 anni di contributi necessari alla pensione con un'età anagrafica anche antecedente i 60 anni.

Con la pensione di anzianità abolita sono persone che, come tutte le altre, devono invece ora raggiungere i 42 anni e 10 mesi di contributi nel caso siano uomini, 41 anni e 10 mesi nel caso siano donne.

Dopo anni di discussione e lotte sindacali per re introdurre un tetto massimo contributivo di 41 anni per uomini e donne, è la cosiddetta quota 41, l'articolo 1 co. 199 della Legge di Bilancio 2017 ha dato il via libera per questo tipo di intervento almeno in favore di categorie di lavoratori che abbiano condizioni lavorative e/ economiche particolarmente disagiate.

I lavoratori precoci possono quindi accedere alla quota 41, a prescindere dalla età anagrafica, a patto che prima dei 19 anni abbiano lavorato per almeno 12 mesi effettivi, anche non continuativi, e abbiano maturato l’anzianità contributiva necessaria al 31 Dicembre 1995. L’assegno spettante alle pensioni quota 41 viene quindi calcolato con il sistema misto.

Su PMI.it tutte le informazioni utili per i lavoratori precoci e la quota 41: quando vanno in pensione, i requisiti minimi necessari, quali gli eventuali benefici previsti, le ultimissime sulle pensioni.

APe social e precoci, il riesame INPS

Controllo dipendenti Il riesame INPS delle domande di APe sociale e pensione precoci potrebbe far salire a 46mila il numero di istanze accolte. Significa che continuano ad avanzare risorse rispetto al plafond 2017 previsto, anche se bisogna ancora lavorare le restanti pratiche tra inviate tra il 15 luglio ed il 30 novembre (scadenza ultima). => APe sociale e precoci entro il 30 novembre, i nuovi criteri Domande accolte I numeri ufficiali sulle domande di APe sociale e pensione precoci sono forniti dall'INPS.: al 15 ottobre (data che in teoria avrebbe dovuto rappresentare il termine ultimo per la...

Pensione gravosi: certificazione e modello AP 116

Certificazione Una delle criticità legate all’’APe Social e alla pensione anticipata precoci per lavori gravosi è legata alla certificazione richiesta mediante modulo AP 116 compilato dalle ditte per le quali si è prestato servizio. Gli addetti alle mansioni gravose possono reperire il modello da far compilare al datore di lavoro direttamente online, sul sito INPS, seguendo il percorso INPS > Tutti i moduli > Assicurato/pensionato. Il modello è differenziato a seconda che il soggetto sia un lavoratore dipendente del settore privato, del settore pubblico (codice AP116), o un lavoratore...

APe Caregiver: nuova domanda entro novembre

Sono un lavoratore precoce che matura 41 anni di contributi a metà Novembre 2017. Ho presentato domanda entro il 15 luglio avendo mia madre disabile con situazione di gravità (art.3 comma 3) in casa dal 22 marzo ma l'INPS ha rigettato la domanda dicendomi che "Non si trova nella seguente condizione: assistenza da almeno sei mesi del coniuge, dell'unito civilmente, di un parente di primo grado, convivente con handicap in situazione di gravità ai sensi dell'articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio del 92 (n.104)". Usufruisco dei tre giorni di permesso mensile già dall'anno 2005. Come...

Riforma Pensioni: le misure approvate

Pensioni governo sindacati Governo e sindacati vicini a un accordo sulle pensioni che confluirà in una proposta dell'esecutivo da inserire in Legge di Stabilità, che tutela gli addetti ai lavori gravosi dagli adeguamenti alle aspettative di vita e prevede una proroga al 2019 anche per l'APe social e la pensione anticipata dei precoci: lunedì 13 novembre c'è stato il vertice tra Governo (premier Paolo Gentiloni, ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan e del Lavoro Giuliano Poletti) e segretari confederali di Cgil, Cisl e Uil (Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmero Barbagallo). Il risultato è un...

APe Sociale, ancora niente assegni

Voucher L'INPS non ha ancora iniziato a pagare le prestazioni di APe Sociale e pensione anticipata precoci. E non è chiaro quando arriveranno i primi assegni. Certo è che si tratta di un ritardo: coloro che avevano presentato la domanda di APe unitamente a quella di certificazioni al diritto, avrebbero dovuto percepire il trattamento da novembre. Stesso discorso per coloro che, dopo l'esito positivo alla domanda presentata entro il 15 luglio, hanno inoltrato la seconda istanza, di APe o pensione precoci. => APe sociale e precoci, domande fino al 30 novembre Istanze entro novembre E'...

Pensione precoci dopo la NASpI

Ho l'assegno NASpI da un anno, prima ho lavorato maturando 38 anni di contributi, sono una lavoratrice precoce (ho iniziato a lavorare a 16 anni). Al termine del sussidio posso chiedere la prosecuzione volontaria per arrivare a 41 anni? O dovrò farlo per 3 anni?

APe Sociale e Precoci fino al 30 novembre: i nuovi criteri

Pensione anticipata L'INPS sta procedendo al riesame delle domande per APe sociale e pensione anticipata precoci presentate da lavoratori disoccupati che, dopo aver preso gli ammortizzatori sociali, hanno lavorato senza però perdere lo stato di disoccupazione, e ha ampliato il perimetro di applicazione della norma anche a lavoratori che hanno periodi di contribuzione estera. Le domande presentate successivamente al 15 luglio, ma entro il 30 novembre 2017, verranno quindi istruite in base a questo nuovo criterio, anche in considerazione del fatto che le richieste arrivate entro la data prevista del 15 luglio...

Pensione precoci con contributi esteri

Sono nato nel 1959, ho iniziato a lavorare nel 1974, in Germania, all'età di 19 anni avevo quasi 4 anni di contributi versati, dal 1984 vivo e lavoro in Italia, a giugno del 2018 maturo 41 anni di contributi versati. Nel 2018, Luglio, avrei raggiunto 41anni di contributi ma ci sono 10 anni di contribuzione estera (Germania) che l'INPS non vuole riconoscere. Attualmente sono Agente di commercio iscritto all'ENASARCO. Ho diritto alla Pensione per i precoci?

APe e pensione precoci senza diritto a NASpI

Avevo fatto domanda di pensione anticipata quale lavoratore precoce, avendo maturato 12 mesi contributivi prima dei 19 anni, avendo 41 anni al primo marzo 2017 ed essendo iscritto quale disoccupato al centro per l'impiego. L'INPS sostiene che, quale ex appartenente alle FF.AA e quindi ex impiegato pubblico senza diritto alla NASpI ex Inpdap, non posso rientrare nella platea dei beneficiari dell'uscita anticipata. Posso rientrare nei beneficiari o il requisito dell'aver percepito ed esaurito il diritto alla NASpI rimane un paletto indispensabile?

Pensione precoci senza risposta INPS

Sono un precoce, ho fatto domanda per la pensione ma ad oggi non mi hanno risposto anche se il termine per le risposte era il 15 ottobre 2017. Cosa devo fare?

X
Se vuoi aggiornamenti su Lavoratori Precoci

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy