IMU - TASI

Niente imposte sui fabbricati F3

Catasto Con la sentenza n. 11694/2017 la Corte di Cassazione ha chiarito l’ambito applicativo delle imposte sugli immobili con riferimento a quelli rientranti nella categoria catastale F3, relativa ai fabbricati in corso di costruzione e definizione: per i giudici l’accatastamento del fabbricato in tale categoria catastale non rappresenta valido presupposto per l’assoggettamento dello stesso all’imposta comunale sugli immobili. => Metri quadri in visura catastale: pro e contro Il caso riguardava un avviso di accertamento per maggiore imposta (ICI) emesso nel 2004 dal Comune di Foggia...

IMU-TASI con sanzioni ridotte

Dichiarazione IMU Fino al 30 giugno i contribuenti che non hanno pagato IMU e TASI, oppure hanno effettuato un versamento insufficiente, possono rimediare attraverso il ravvedimento operoso breve, che prevede una maggiorazione limitata allo 0,1% per ogni giorno di ritardo rispetto alla scadenza del 16 giugno. Ricordiamo che quest'ultimo era il termine per pagare la prima rata delle imposte sugli immobili, mentre il saldo verrà effettuato in dicembre. => IMU -TASI 2017: aliquote, calcoli e scadenze Dal primo luglio 2017 finisce la possibilità di ricorrere al ravvedimento sprint (che prevede la...

IMU e TASI, verso l’acconto 2017

IMU-TASI Si avvicina l'appuntamento del 16 giugno con l'acconto 2017 delle imposte sulla casa, IMU e TASI, che riguarda 18 milioni di contribuenti italiani: niente imposte sulla prima casa, a meno che non sia di lusso, mentre per gli altri immobili bisogna fare riferimento alle aliquote del Comune di appartenenza. Ecco una breve guida sull'acconto IMU e TASI 2017. => IMU e TASI 2017, come e quando pagare Sia l'IMU sia la TASI sono imposte comunali. Ogni amministrazione ha deliberato diverse aliquote e regole (che possono prevedere agevolazioni per particolari tipologie di immobili). Quindi,...

Tasse immobili in discesa, impatto TASI

tasse immobili I proprietari di immobili nel 2016 hanno risparmiato 175 euro a testa in media grazie all'eliminazione della TASI sulla prima casa e in genere alla riduzione del prelievo fiscale sul mattone. Le tasse immobili, sottolinea il rapporto "Immobili in Italia" del Ministero delle Finanze, dal 2016 si sono ridotte di 4,4 miliardi, di cui 3,6 riferibili all'eliminazione della TASI sulle prime case non di lusso. Il 48% del prelievo totale 2016 sugli immobili deriva dall’IMU e solo il 3% dalla TASI. => Acquisto casa: imposte e agevolazioni Ecco la composizione delle altre entrate da...

IMU e TASI, i coefficienti 2017

IMU-TASI Approvati i coefficienti 2017 per determinare la base imponibile IMU e TASI degli immobili d'impresa del gruppo D non iscritti in Catasto. Si tratta di immobili che, non essendo iscritti al catasto, sono privi di rendita certa, per cui non è possibile calcolare l'imponibile con il metodo ordinario (che applica un coefficiente a seconda della categoria catastale, da applicare alla rendita catastale). I coefficienti 2017 sono contenuti in apposita decreto del ministero delle Finanze. => IMU e TASI: deducibilità per le imprese Si applicano al valore dell'immobile che risulta dalle...

IMU-TASI altri fabbricati

Gradirei sapere, se possibile, se devo pagare l'IMU e la TASI su un locale C/6 di proprietà al 50% con mia moglie, atteso che abito in affitto e, dunque, non sono titolare di abitazione.

Dichiarazione IMU TASI, nuova procedura

IMU Nuove procedure tecniche per la dichiarazione IMU TASI di enti commerciali e persone fisiche: è disponibile online sul sito del Dipatimento delle Finanze dal 21 dicembre 2016 una nuova versione delle specifiche tecniche. La possibilità di inviare telematicamente la dichiarazione IMU TASI per imprese e privati è prevista dallo scorso mese di ottobre, e non sostituisce la modalità cartacea, che continua a essere un'opzione praticabile. => Dichiarazione IMU TASI anche online La dichiarazione IMU TASI va inviata entro il 30 giugno 2017 in relazione all'anno 2016. Ricordiamo che si...

Saldo IMU-TASI: aliquote e scadenze

IMU In scadenza per il versamento della seconda rata di IMU e TASI, ovvero per il saldo 2016: il termine ultimo è il 16 dicembre. La prima cosa da fare è, come sempre, controllare le delibere: nel caso in cui il Comune abbia stabilito nuove aliquote di pagamento successivamente al versamento dell'acconto di giugno, è infatti necessario effettuare un conguaglio rispetto a quanto versato il sede di acconto. Diversamente, nel caso in cui il Comune non abbia deliberato o lo avesse fatto fuori tempo utile, si andrà a pagare lo stesso importo della prima rata. Ricordiamo che tutte le...

IMU-TASI, stangata per imprese e Partite IVA

IMU Scadenza il 16 dicembre per il versamento del saldo IMU-TASI, seconda rata 2016 che vede coinvolti anche gli imprenditori che pagano le imposte sugli immobili strumentali: una stangata, secondo le stime della CGIA Mestre, da quasi 5 miliardi di euro. => Saldo IMU-TASI 2016: aliquote e scadenze Considerando le aliquote medie risultanti dall’analisi delle delibere dei Comuni capoluogo di provincia pubblicate sul sito del Dipartimento delle Finanze e le rendite catastali medie ricavate dalla banca dati dell’Agenzia delle Entrate, il peso fiscale maggiore grava sugli albergatori che...

IMU-TASI: le FAQ per il saldo

IMU e TASI Conto alla rovescia per il saldo IMU-TASI del 16 dicembre, che va effettuato sulla base delle nuove delibere del Comune di appartenenza. Le nuove FAQ del Ministero delle Finanze ricordano al contribuente come verificare le aliquote da applicare e come calcolare la tassa sugli immobili dovuta per l'intero anno per poi sottrarre quanto pagato in giugno in sede di acconto. => Saldo IMU-TASI: aliquote e scadenze Le delibere valide sono quelle consultabili sul portale del Dipartimento delle Finanze. I requisiti che il provvedimento deve possedere per poter essere applicato...

X
Se vuoi aggiornamenti su IMU - TASI

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy