Imprese Sociali

Contributi Imprese Sociali: requisiti e domanda

Cloud Microsoft NGO Operativo il decreto con i criteri per il contributo non rimborsabile del ministero dello Sviluppo Economico per le imprese sociali che chiedono i finanziamenti agevolati. Si tratta del DM Sviluppo Economico dell'8 marzo 2017, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 16 maggio. Per la presentazione delle domande bisogna attendere un ulteriore step, rappresentato da uno specifico provvedimento MiSE. Il contributo massimo è pari al 5% delle spese ammissibili previste per la creazione o lo sviluppo di imprese e cooperative sociali, e cooperative in forma di ONLUS. => Terzo settore e...

Terzo Settore e Impresa Sociale, la riforma

Terzo settore Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera ai decreti di Riforma del Terzo settore. Si tratta di tre distinti schemi di decreti legislativi su Impresa sociale, Cinque per Mille Irpef e Codice del Terzo settore. Dopo tre anni di discussioni e confronti, la legge delega di riforma del Terzo Settore prende finalmente forma con uno stanziamento di 190 milioni di euro: 105 milioni a copertura delle misure fiscali e tributarie di maggior favore, il resto per il Fondo progetti per gli ETS, i Centri di Servizio per il Volontariato, l’istituzione e il funzionamento del Registro Unico...

Call per start-up a impatto sociale

FOUNDAMENTA Prende il via “FOUNDAMENTA #2”, la Call dedicata alle start-up a impatto sociale lanciata da SocialFare, centro di innovazione sociale di Torino. Il contest si propone di selezionare progetti e servizi innovativi in grado di generare valore sociale ed economico nell’ambito di specifici ambiti. => IVA al 5% per cooperative sociali Comparti I progetti delle start-up devono riguardare questi settori: Salute e benessere, Innovazione didattico-formativa, Welfare, Cultura, Agricoltura e cibo. Accelerazione Le start-up selezionate potranno accedere a un programma di...

Incentivi alle cooperative sociali lucane

Cooperative sociali La Regione Basilicata concede contributi alle cooperative sociali attraverso l’avviso pubblico relativo all’anno 2016, mirato a promuovere la cooperazione sociale e supportare le capacità operative delle cooperative. => IVA al 5% per cooperative sociali Beneficiarie Possono partecipare al bando le cooperative: iscritte alla sotto sezione A per i servizi socio-sanitari ed educativi; iscritte alla sotto sezione B finalizzate all'inserimento lavorativo di persone svantaggiate per attività diverse - agricole, industriali, commerciali e di servizi. Progetti I progetti...

IVA al 5% per cooperative sociali

IVA Regole operative per l'applicazione della nuova aliquota IVA al 5% a una serie di prestazioni socio-sanitarie, assistenziali ed educative, rese da cooperative sociali e consorzi in favore di specifiche categorie di soggetti, la cui platea è stata ampliata rispetto alla precedente disciplina: sono contenute nella circolare 31/ 2016 dell'Agenzia delle Entrate, che applica novità previste dalla Legge di Stabilità. Si tratta delle norme contenute dai commi 960, 962 e 963, della legge 208/2015 sul regime IVA di cooperative e consorzi. => Approfondisci la Riforma del terzo settore Le...

Welfare, che impresa: Call per start-up sociali

Welfare che impresa Si rivolge alle a start-up sociali la Call for ideas “Welfare, che impresa!”, promossa dalla Fondazione Italiana Accenture, UBI Banca e Fondazione Bracco con il contributo scientifico di Aiccon e Politecnico di Milano - Tiresia. L’obiettivo è quello di valorizzare e sostenere progetti di welfare di comunità. => Imprese sociali, riforma del Terzo Settore Call for ideas Possono partecipare alla Call le start-up sociali che abbiano una maggioranza di componenti under 35 o under 40 se imprese femminili, in grado di generare impatto sociale e favorire nuova occupazione di...

Esenzione IVA società in house, regole e limiti

IVA Alle prestazioni pubbliche socio-sanitarie e assistenziali rese a favore di soggetti svantaggiati da società in house providing controllate da enti pubblici si applica il regime di esenzione IVA (DPR 633/1972) anche se svolgono ulteriori attività a scopo di lucro. Lo conferma la sentenza n. 1017/67/16 della CTR di Milano. => Rimborsi IVA: nuove aziende ammesse La vicenda trae origine dall'accertamento fiscale su operazioni ritenute imponibili nonostante la natura di Srl costituita per esclusivo svolgimento di servizi pubblici. L’Agenzia delle Entrate sosteneva l'errata...

Il licenziamento nelle cooperative

Licenziamento Secondo la Cassazione (sentenza n. 3836 del 26 febbraio 2016), il licenziamento del socio lavoratore della cooperativa che non si oppone alla delibera di esclusione è legittimo e definitivo, anche se intimato senza preventiva procedura di legge:  l'art. 18 della legge n. 300/1970 è infatti inapplicabile dopo l'esclusione dalla cooperativa, che determina con effetto automatico l'estinzione del rapporto di lavoro. Nel caso in oggetto, tra l'altro, era stato impugnato il licenziamento ma non censurata tale delibera. => Impugnazione licenziamento: guide e...

Approvata la Riforma del Terzo Settore

Camera dei Deputati Riordino delle agevolazioni agli enti no profit, definizione di impresa sociale, crowdfunding con le stesse regole delle startup innovative, incentivi agli investimenti nel capitale delle imprese sociali, assegnazione al No Profit di immobili pubblici inutilizzati e trasferimento agevolato di beni patrimoniali: sono alcune delle novità previste dalla legge sul Terzo Settore approvata in via definitiva dalla Camera dei Deputati. La votazione si è conclusa con 239 voti a favore e 78 contrari. => Imprese sociali: Riforma del Terzo Settore Il testo si compone di 12 articoli,...

Imprese sociali, riforma del Terzo Settore

No profit Via libera del Senato alla tanto attesa Riforma del Terzo Settore con 146 voti a favore, 74 contrari e 16 astenuti, dopo due anni di discussione e uno dall’approvazione alla Camera. Una nuova e complessa normativa che tocca aspetti giuridici, finanziari e fiscali di un mondo che conta quasi 5 milioni di volontari, oltre 390mila organizzazioni censite dall’ISTAT, 800mila posti di lavoro, 12mila cooperative e imprese sociali con una media di 10-12 addetti, 8mila fondazioni di comunità e un giro d’affari di circa 74 miliardi di euro pari al 4% del PIL. Ora la legge passa all'esame...

X
Se vuoi aggiornamenti su Imprese Sociali

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy