Guida Privacy

Guida alla protezione dei dati personali nelle imprese: obblighi di legge e procedure pratiche

La sicurezza aziendale si gestisce in esterno

Sicurezza con SNC Per proteggere i dati aziendali, una PMI può valutare l'opportunità di affidarsi a fornitori esterni, che a fronte di un canone fisso offrono servizi completi con SLA (Service Level Agrement) adeguati alle proprie esigenze di business. PMI.it ne ha parlato con Flavio Molinelli, Ceo e Senior Network Engineer di Networking & Security Consulting (NSC), provider italiano che offre soluzioni di protezione e accesso alle informazioni in conformità con la normativa vigente, appoggiandosi a una infrastruttura avanzata e geolocalizzata. => Leggi la Guida alla sicurezza dei dati in...

Guida alla Privacy in azienda

Privacy Con questa guida vogliamo intraprendere un percorso all’interno del Codice della Privacy evidenziando ogni aspetto utile per le imprese nella gestione e nel trattamento dei dati personali, nelle figure prevista dal decreto e negli obblighi che l’azienda è tenuta a rispettare fino ad arrivare alle sanzioni previste per le aziende inadempienti e al documento programmatico sulla sicurezza. La gestione della privacy in azienda - ossia la tutela della riservatezza di dati personali, curriculum e informazioni sulle persone giuridiche - è uno degli adempimenti più importanti, tanto da...

Ddl Semplificazioni: imprenditori e professionisti a rischio privacy

Antonello Soro, garante della privacy E' una presa di posizione severa quella del Garante Privacy contro la norma inserita nel Ddl Semplificazioni approvato dal governo: qualsiasi imprenditore, anche individuale, viene considerato persona giuridica ai fini privacy e quindi perde le tutele previste per le persone fisiche. =>Leggi il Ddl Semplificazioni «Con ostinazione degna di miglior causa», ha dichiara Antonello Soro, presidente dell'Autorità Garante della Privacy, si introduce una «pesante modifica del codice di protezione dei dati personali»: «oltre sei milioni di imprenditori potrebbero perdere il diritto...

Privacy non sia alibi per licenziamento: sentenza Cassazione

Privacy in azienda La normativa sulla privacy in azienda può dare adito a contenziosi fra dipendenti e datori di lavoro, in genere per l’utilizzo improprio di informazioni riservate e di controlli sul dipendente. In questo ultimo caso la Corte di Cassazione ha ormai ben definito i confini del controllo aziendale lecito della casella email del dipendente, consentito solo dopo il licenziamento, per documentare le prove a carico dell’ex-lavoratore ormai allontanato. Ulteriori sentenze hanno invece chiarito quando è illecito il licenziamento (di una dirigente nella sentenza in questione, la n. 4258 del...

Comunicazione elettronica: regole più severe su Privacy Internet

Internet La tutela della Privacy sul Web e la protezione dei dati personali sono al centro di due decreti legislativi approvati dal Governo in recepimento di normative europee in materia di Comunicazione Elettronica, volte a tutelare i diritti degli utenti attraverso un più rigido sistema di regole per operatori TLC e fornitori di servizi Internet. Tutela dei consumatori Internet L'obiettivo è di rafforzare il mercato interno dei 27 Paesi dell’Unione attraverso una maggior tutela dei consumatori contro le violazioni della Privacy e lo Spam, in attuazione della strategia comunitaria sulle...

Facebook protegge la privacy dei lavoratori

Facebook Diventa sempre più diffusa l'abitudine di controllare i profili Facebook dei dipendenti da parte dei datori di lavoro, che in alcuni casi arrivano a chiedere le password dei profili personali pur di poter osservare ogni dettaglio della loro vita. Si tratta però di un atto illegale, che viola alla base la privacy del lavoratore. Come spiegato da Erin Egan, Chief Privacy Officer di Facebook, chiedere ai dipendenti e ai candidati ad un posto di lavoro l'accesso ai profili personali del social network (o farsi fornire i dati da terzi) rappresenta una pratica che mina la privacy e la...

Guida alla sicurezza dei dati in azienda

Sicurezza Riservatezza dei dati I dati personali oggetto di trattamento devono essere custoditi in azienda  in modo da ridurre al minimo i rischi di illecito accesso, distruzione o perdita attraverso idonee misure di sicurezza, ossia tutti gli accorgimenti tecnici e organizzativi messi in pratica per garantirne protezione, privacy e riservatezza. Se il Responsabile del trattamento sceglie di utilizzare dispositivi elettronici o programmi informatici per la gestione dei dati deve prevederne l'accesso controllato tramite livelli di autorizzazione e garantire che non si attuino in azienda...

Privacy e lavoro: le norme per azienda e dipendenti

privacy Cosa prescrivono le leggi sulla privacy quando si tratta di gestione delle apparecchiature informatiche assegnate ai dipendenti? Un quesito lecito, soprattutto quando un datore di lavoro voglia poter garantire efficaci livelli di sicurezza della rete aziendale monitorando il traffico web che interessa pc dei propri dipendenti riducendo, senza però volerne violare la privacy e la riservatezza delle informazioni che i dipendenti inviano i ricevono tramite terminale. Controllo degli accessi a Internet I controlli difensivi del datore di lavoro sull’utilizzo del computer assegnato al...

Privacy nel Marketing: informativa e consenso

Privacy e Marketing: normativa e sanzioni Informativa Per una corretta gestione della Privacy in azienda, il titolare del trattamento dei dati personali deve fornire ad ogni interessato, in forma scritta o verbale, l’informativa sulla privacy, documento in cui sono evidenziati: scopi e modalità del trattamento cui sono destinati i dati obblighi dell’informato nel fornire o meno i dati, conseguenze cui va incontro l’interessato in caso di rifiuto, nominativo delle persone, enti o società a cui possono essere forniti i dati, diritti riconosciuti all’interessato, nominativo del titolare e del responsabile del...

Semplificazioni: le deroghe alla privacy per le Pmi

privacy Facciamo il punto sulle novità normative 2011-2012 che riformano in parte gli obblighi aziendali in materia di privacy e trattamento dei personali, soprattutto per le Pmi: la prima semplificazione l'ha introdotta la manovra finanziaria Monti (decreto “Salva-Italia”) e cioè la legge 22 dicembre 2011 n. 214; la seconda il decreto semplificazioni (DL n.1/2012). Niente informativa per dati societari In particolare, la manovra finanziaria di Monti ha aggiornato la definizione di "dati personali" escludendo l’applicabilità del Codice per la protezione dei dati personali (Codice...

X
Se vuoi aggiornamenti su Guida Privacy

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy