Gestione Rifiuti

TARI sul garage: esenzione e rimborso

Box auto Con l’ordinanza n. 17623/2016 la Corte di Cassazione ha chiarito che la TARI, al pari della TARSU, non è dovuta per i garage solo se esiste un’apposita documentazione che dimostri come quest’ultimo sia effettivamente adibito ad autorimessa e dunque non sia idoneo alla produzione di rifiuti. In generale la tassa sui rifiuti è dovuta da chiunque possegga o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte ad uso privato o pubblico non costituenti accessorio o pertinenza dei locali medesimi, a qualsiasi uso adibiti, esistenti nelle zone del territorio comunale, che producano...

Rimborso TARI dal Comune, le istruzioni

Locazioni Recentemente il sottosegretario all’Economia e Finanze, Baretta Pier Paolo, ha chiarito le modalità di calcolo della quota variabile della tariffa rifiuti (TARI) che deve essere computata solo una volta a prescindere dal numero delle pertinenze situate nello stesso Comune, tenendo in considerazione la superficie totale. Finora però sono stati diversi i Comuni che, in caso di utenza domestica costituita da più superfici (garage, cantina e quant’altro), hanno fatto pagare ai contribuenti una quota variabile della TARI più alta, calcolandola sia in relazione all'immobile che alle...

Calcolo TARI su più utenze

Tasse immobili Chiarite da parte del sottosegretario all’Economia e Finanze, Baretta Pier Paolo, in risposta ad un’interrogazione parlamentare (n. 5-10764), le modalità di calcolo della quota variabile della tariffa rifiuti: la parte variabile della deve essere computata una sola volta a prescindere dal numero delle pertinenze situate nello stesso Comune. Il riferimento normativo è il decreto del Presidente della Repubblica 27 aprile 1999, n. 158 (elaborazione del metodo normalizzato per la definizione della tariffa rifiuti) che, con le modifiche apportate dalla legge 23 dicembre 1999, n. 488...

TARI sul parcheggio sotterraneo

TARI parcheggio Anche i parcheggi sotterranei sono soggetti al pagamento della TARI, la tassa rifiuti, a chiarirlo è stata la Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 22124/2017. In particolare viene precisato che l'area del sottosuolo adibita a posto auto non è esente dal pagamento del tributo nonostante l'inesistenza di muri perimetrali che delimitano la singola area adibita a parcheggio. => TARI, tassa rifiuti su posto auto scoperto Per lo Studio Professionale che impugnava l'avviso di accertamento relativo a T.I.A (Tariffa di Igiene Ambientale) per gli anni 2006 e 2007 davanti alla CTP di...

TARI imprese, scatta l’esenzione

Rifiuti Il decreto del ministero dell'Ambiente sulla TARI imprese prevede dei paletti che escludono il pagamento della tassa rifiuti per i magazzini, le aree di produzioni, i centri commerciali medio grandi: la ratio è che in questi casi scatta l'assimilazione ai rifiuti speciali, che vengono smaltiti autonomamente dalle aziende. Il provvedimento serve a fare chiarezza su un punto che ha a più riprese sollevato le proteste delle imprese, perché i comuni al momento differenziano fra rifiuti speciali e rifiuti speciali non pericolosi, e su questi ultimi possono fare pagare la TARI alle...

Tassa rifiuti verso nuove regole

Sentenze immobili Tasse sugli immobili e tasse sui rifiuti fanno da sempre discutere e tra gli argomenti che suscitano maggiori polemiche spiccano le maggiorazioni applicate alle seconde case, o meglio quelle a carico dei non residenti nel Comune. Ora però la sentenza n. 4223/2017 il Consiglio di Stato mette fine almeno ad una di queste discussioni, dichiarando illegittimo il rincaro della tassa sui rifiuti per i cittadini che non risiedono nel Comune. => TARI, tassa rifiuti su posto auto scoperto Più in particolare caso esaminato riguardava il Comune di Jesolo e, secondo il Consiglio di Stato: Un...

Contributi smaltimento rifiuti

Volevo sapere se ci sono fondi destinati ai piccoli Comuni per acquistare attrezzature al fine di smaltire i rifiuti urbani.

Rifiuti pericolosi, nuova classificazione

Rifiuti pericolosi È diventata definitivamente legge anche in Italia la nuova classificazione europea dei rifiuti. Si tratta del nuovo regolamento che era entrato in vigore nel giugno 2015 per poi decadere  in favore di una legge nazionale, la n.116 dell’11 agosto 2014. Ora però viene messo fine a questo pasticcio, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale  (GU Serie Generale n.141/2017) del decreto-legge n.91/2017 recante “Disposizioni urgenti per la crescita economica nel Mezzogiorno” che integra definitivamente le disposizioni della decisione e del regolamento dell’Unione Europea...

RAEE, rinvio adeguamenti al 2018

RAEE Accolta la richiesta di sospensiva avanzata dalla Federazione ANIE: il Comitato di vigilanza e controllo alle imprese che trattano categorie di apparecchi elettrici ed elettronici ha concesso la proroga al 2018 per l'estensione delle regole RAEE (Dlgs 49/2014) a contatori, citofoni e alimentatori. Slitta quindi l'applicazione del trattamento speciale per dispositivi come i contatori del gas elettronici, gli inverter, altri trasformatori e alimentatori, impianti di videosorveglianza, di sicurezza e controllo accessi, quelli di citofoni a e videocitofonia e i gruppi di continuità...

SISTRI rinviato al 2017

Proroga Non trova pace il Sistema per la gestione ed il tracciamento dei rifiuti, meglio noto come SISTRI: con il Milleproroghe (D.L. 20 dicembre 2015, n. 210) approvato dal Consiglio dei Ministri n. 98 del 23 dicembre 2015 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 302/2015, arriva una nuova proroga fino al 2017 per la piena operatività del SISTRI. Il doppio binario fatto di vecchi adempimenti cartacei (formulari, registri e MUD) e SISTRI sarebbe dovuto terminare dal 2016, ma il Milleproroghe prevede ancora un anno di tempo per il pieno adeguamento del Sistema. Il motivo della proroga consiste...

X
Se vuoi aggiornamenti su gestione rifiuti

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy