Appalti

Tutte le nuove regole in Italia e all'estero in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture: focus sul Ddl Infrastrutture, che integra la regolamentazione in tema Edilizia e Territorio previste dal Ddl Semplificazioni bis; sulla Riforma del Codice degli Appalti; sulle circolari ministeriali, INPS e INAIL in tema di adempimenti e DURC; sulle agevolazioni per PMI in tema di accesso alle gare.

Appalti e rateazione debiti fiscali

Appalti Devono essere ammessi alle gare di appalto gli imprenditori ai quali sia stata concessa la rateazione di debiti tributari e che dichiarino di essere in regola con il Fisco, ovvero certifichino nell'istanza di partecipazione ad una gara l’assenza di violazioni tributarie definitivamente accertate. A chiarirlo è stata la Corte di Cassazione con la sentenza n. 36821/2016. => Appalti anche per imprese con debiti fiscali Dunque, dichiarare l'assenza di violazione tributarie definitivamente accertate non costituisce di per sé reato di falso se l'Amministrazione finanziaria ha di...

Appalti internazionali: formazione a Roma

Gare d’appalto Conoscere il mondo delle gare d’appalto anche in ambienti internazionali e scoprire nuove opportunità di business e collaborazione: questo l’obiettivo del corso di formazione promosso a Roma da  Innovazione Sostenibile e in programma il prossimo novembre. => Vademecum UE sugli appalti pubblici Destinatari Il corso “I tender: le gare d’appalto internazionali per beni e servizi” è rivolto a liberi professionisti, manager e titolari di impresa, con Partita IVAe residenza o domicilio fiscale nel Lazio. Sono previste 80 ore di frequenza gratuita strutturate su 2 mezze...

Appalti pubblici: imprese sarde tagliate fuori

Appalti pubblici Ammonta a 1311 il numero di bandi di gara aggiudicati in Sardegna nel biennio 2014-2015, tuttavia le imprese isolane delle costruzioni sembrano comunque essere escluse dai grandi appalti pubblici, aggiudicandosi solo il 36% della spesa complessiva pari a 1,2 miliardi di euro. => Codice appalti, le novità della riforma 2016 Appalti pubblici Lo rivela un report stilato dal Centro studi della Cna Sardegna, sottolineando come la maggior parte degli appalti banditi nel’isola siano stati affidati alle imprese laziali o lombarde.  Le imprese sarde, invece, si aggiudicano generalmente...

Cambio d’appalto senza cessione d’azienda

Appalti La legge sul cambio d'appalto chiarisce alcuni elementi che escludono il trasferimento di ramo d'azienda, con tutte le conseguenze che questo comporta sul fronte dei diritti dei lavoratori: le novità sono contenute nella "legge Europea 2015-2016", approvata dal Senato, che riscrive l’articolo 29, comma 3, del Dlgs 276/2003. Si tratta di una questione molto tecnica, che punta a differenziare il cambio d'appalto dal trasferimento d'azienda. => Licenziamento e conciliazione nei contratti di appalto Il punto è che l'articolo 2112 del codice civile prevede una serie di regole,...

DURC e responsabilità solidale tra le imprese

Fisco Eventuali denunce contributive non veritiere da parte delle imprese non influenzano il rilascio del DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva) e una verifica ispettiva preventiva è difficilmente praticabile: è quanto chiarito dal sottosegretario al Lavoro Biondelli in occasione una interrogazione (n. 5-05855 - On.le Dell'Aringa) in Commissione Lavoro della Camera. => Appalti e responsabilità solidale: le deroghe Il comma 2 dell'articolo 29 del decreto legislativo n. 276 del 2003 stabilisce che: “In caso di appalto di servizi il committente imprenditore o datore di...

Nuovo codice appalti: luci e ombre

Appalti È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il nuovo Codice degli Appalti (decreto legislativo 50/2016 “Attuazione delle direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE sull’aggiudicazione dei contratti di concessione, sugli appalti pubblici e sulle procedure d’appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali, nonché per il riordino della disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture”) che si applica a tutte le gare indette dal 19 aprile 2016. => Codice appalti, le novità...

Vademecum UE sugli appalti pubblici

Giustizia UE Una Guida per i funzionari e per coloro che gestiscono appalti di progetti finanziati dalla UE, con consigli pratici su tutte le diverse fasi (preparazione, pubblicazione, presentazione e valutazione delle offerte, aggiudicazione, esecuzione): è stata predisposta dalla Commissione di Bruxelles, con l'obiettivo di offrire un orientamento che consenta di «evitare gli errori frequenti e adottare le migliori pratiche per l'esecuzione delle procedure d'appalto». => Finanziamenti UE in Italia: Emilia Romagna seconda La Guida non fornisce un'interpretazione giuridica delle direttive UE...

Codice appalti, le novità della riforma 2016

Edilizia Appalti Il nuovo Codice degli appalti pubblici e dei contratti di concessione è stato approvato dal Consiglio dei Ministri, in esame preliminare, su proposta del Presidente Matteo Renzi e del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio. Il decreto legislativo attua le direttive europee 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 febbraio 2014, sull’aggiudicazione dei contratti di concessione, sugli appalti pubblici e sulle procedure d’appalto degli enti erogatori nei settori speciali dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei...

Gare d’appalto: servizio web per le imprese sarde

Ricerca appalti Confartigianato Imprese Gallura attiva un nuovo servizio Web per le piccole imprese che partecipano alle gare d’appalto per l’assegnazione di lavori pubblici: con “Via alla Gara” è possibile visualizzare la mappa delle opere pubbliche e conoscere l’assegnazione degli appalti. => Il Documento Unico Europeo per gli appalti Accesso al servizio Al servizio si accede attraverso username e password, che saranno fornire agli imprenditori che si recheranno presso la sede di Confartigianato Imprese Gallura in Via Sangallo 67 a Olbia (tel....

Licenziamenti, recesso e indennità sostitutiva del preavviso

Licenziamenti In caso di licenziamento per giustificato motivo il datore deve concedere al lavoratore un congruo periodo di preavviso, che invece non è previsto nel licenziamento per giusta causa né, secondo quando stabilito dai giudici della Corte di Cassazione, in caso di cessazione dell'appalto. Vediamo in dettaglio la normativa di riferimento per le diverse fattispecie. => Licenziamento per giusta causa L’art.2118 del Codice civile prevede che: “ciascuno dei contraenti può recedere dal contratto di lavoro a tempo indeterminato, dando il preavviso nel termine e nei modi stabiliti dagli...

X
Se vuoi aggiornamenti su Appalti

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy