Fatturazione Elettronica

Per fattura o fatturazione elettronica, in Italia, si intende un documento fiscale relativo a prestazioni, servizi e prodotti redatto in formato, per l'appunto, elettronico. Venne introdotta con quella che allora si chiamava Legge Finanziaria nel 2008 per adeguarsi alle direttive della UE relative a un adeguamento tecnologico da parte degli Stati Membri sul quadro normativo e organizzativo, al fine di gestire elettronicamente l'intero ciclo di vendita e acquisti. Dallo scorso Giugno 2014 le PA italiane sono obbligate a emettere fatturazione elettronica, e solo a fronte di questo tipo di fattura possono procedere ai pagamenti. Il documento deve essere in formato XML, seguendo i parametri tecnici stabiliti da Sogei, azienda deputata all'informatizzazione della Pubblica Amministrazione. La fattura elettronica deve essere non alterabile e immutabile nel tempo.

Spesometro: FAQ, ritardi e sanzioni

dati_fatture Non c'è pace per lo Spesometro 2017: i Consulenti del Lavoro segnalano criticità nei sistemi informatici che non consentono il corretto invio dei dati delle fatture. Il Governo risponde spiegando che i software sono stati aggiornati per evitare gli errori segnalati e rassicura i professionisti fiscali sulle sanzioni in case di errori involontari, dovuti alle difficoltà operative. Il tutto, a ridosso della scadenza (il 28 settembre) e con l'ulteriore complicazione della mancanza di un riferimento legislativo preciso per la proroga. => Spesometro 2017 in scadenza, guida...

Verso l’obbligo di fattura elettronica B2B

Fattura Nel pacchetto fiscale della prossima Legge di Bilancio 2018 c'è allo studio l'obbligo di fatturazione elettronica tra privati, misura che tuttavia richiede il via libera di Bruxelles. Al momento, la e-fattura è dovuta solo verso la Pubblica Amministrazione, mentre nel b2B ma Manovra 2017 ha istituito incentivi per stimolarla ma con scarsi risultati. La fattura elettronica non più solo facoltativa comporterebbe vantaggi in termini di semplificazioni, risparmi e lotta all'evasione. E' probabilmente quest'ultimo è il punto che interessa il Fisco: la trasmissione telematica dei documenti...

Liquidazioni IVA: nuovo servizio Aruba

FatturazionePA Aruba lancia un nuovo servizio per le liquidazioni periodiche IVA, pensato per aziende e partite IVA: si chiama "Comunicazioni Finanziarie", è incluso all'interno di DocFly Fatturazione PA e consente di conservare digitalmente qualsiasi tipo di documento informatico amministrativo o fiscale. => Liquidazioni IVA, modelli e istruzioni  Il servizio nasce a fronte delle novità normative introdotte dal D.L. 193/2016 che ha previsto dal 2017 un nuovo obbligo per imprese e professionisti: la comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA, da effettuarsi per questo primo anno...

eFattura, agevolazioni ignorate

Fattura elettronica Non decolla la fatturazione elettronica tra privati in Italia, nonostante i vantaggi fiscali previsti per professionisti ed imprese che esercitino tale opzione (obbligatoria nei confronti delle PA): niente obbligo Spesometro, comunicazione operazioni paesi black list, semplificazioni nelle comunicazioni IVA, rimborsi IVA prioritari senza più visto di conformità sopra i 15mila euro, riduzione di un anno dei termini di accertamento. Ad oggi, secondo i dati dell'Agenzia delle Entrate sono solo 6mila le partite IVA che hanno esercitato l’opzione (che scadeva il 31 marzo), stabilita...

Fatturazione Elettronica B2B entro marzo

fatturazioine elettronica Ultime ore per imprese e professionisti che vogliono esercitare l'opzione per la fatturazione elettronica B2B: il termine è venerdì 31 marzo. L'adesione va effettuata online, attraverso l'apposito servizio dell'Agenzia delle Entrate «Fatture e corrispettivi», direttamente o tramite intermediari. La legge (articolo 1, comma 3, del decreto legislativo 127/2015), prevede che l'opzione, una volta esercitata, sia valida per cinque anni. I benefici per chi aderisce: niente obblighi Spesometro, rimborsi IVA prioritari, sono ridotti di un anno i termini di accertamento. => Fatturazione...

Fatture e IVA: scadenza unificata

Fattura elettronica Scadenza unificata per dati fatture emesse e ricevute: per i contribuenti che entro marzo scelgono la fatturazione elettronica così come per chi è obbligato all'invio dei dati, il termine per il primo semestre 2017 è il 18 settembre, quello per il secondo sarà il prossimo 28 febbraio. Lo prevede il provvedimento dell'Agenzia delle Entrate del 27 marzo 2017, che contiene le specifiche tecniche di trasmissione, il modello e le istruzioni per le liquidazioni periodiche IVA. => Spesometro e IVA: scadenze fiscali 2017-2018 In pratica, sia coloro che esercitano l'opzione per la...

Un modello di fattura integrato con database

Fattura elettronica Una delle attività maggiormente ricorrenti nella pratica aziendale è senza dubbio l'emissione di una fattura commerciale; ne consegue che, se si riesce a ridurre al minimo i tempi necessari per la sua compilazione, si ottengono evidenti benefici in termini di efficienza con un notevole abbattimento di costi amministrativi. In questo tutorial proponiamo un modello che consente la creazione di una fattura in tempi ridottissimi. La fattura commerciale è "legata" a due database costruiti su fogli di calcolo esterni al prospetto ("database prodotti" e "database clienti") dai quali vengono...

Fatture e corrispettivi online: opzione entro marzo 2017

Fattura elettronica Per esercitare l'opzione di fatturazione elettronica fra privati (Riforma Fiscale), il termine ultimo è il 31 marzo 2017. La novità è introdotta dall'articolo 1, comma 3, del decreto legislativo 127/2015 e dal prossimo anni, a regime, si eserciterà a partire dal primo gennaio. => Fattura elettronica: istruzioni per privati Solo per io 2017, dunque, c'è a possibilità di modificare i dati sulle fatture comunicati telematicamente entro i 15 giorni successivi (per consentire a contribuenti e intermediari un'accurata valutazione sull'opportunità di esercitare l'opzione che, che...

Marca da bollo su fatture: guida completa

Fattura Sulle fatture emesse senza addebito IVA va apposta la marca da bollo del valore di 2 euro a carico del debitore (art. 1199 C.C.), rappresentando un tributo alternativo all'imposta sul valore aggiunto. Tale adempimento va rispettato sia in caso di fatture cartacee che elettroniche, se l’importo supera i 77,47 euro, altrimenti la marca da bollo non va applicata per nessuna delle due tipologie. Sulle fatture cartacee la marca da bollo è costituita da un contrassegno telematico acquistato dal tabaccaio, per le fatture elettroniche va invece assolta in modo virtuale mediante versamento...

Fatturazione elettronica, istruzioni fiscali

Fattura elettronica Nuovi dettagli tecnici dell'Agenzia delle Entrate sulla fatturazione elettronica fra privati, dallo scorso primo gennaio 2017 incentivata dalla legge con semplificazioni procedurali e contabili: sono contenuti nella circolare 1/E dell'Agenzia, in attuazione dell'articolo 1, comma 3, decreto legislativo 127/2015. I contribuenti hanno tempo fino al prossimo 31 marzo per esercitare l'opzione, e che sarà poi valida per cinque anni. A regime, quindi dall'anno prossimo, invece, la scelta andrà fatta entro il 31 dicembre dell'anno precedente. => Fatture e corrispettivi: e-fattura...

X
Se vuoi aggiornamenti su Fatturazione elettronica

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy