Documento Valutazione Rischi (DVR)

Dal 1 gennaio 2013 è obbligatorio da parte delle PMI presentare un Documento di Certificazione dei Rischi (DVR) standardizzato, che va a sostituire l’autocertificazione sulla sicurezza del luogo del lavoro utilizzata fino a tal momento. Vediamo su PMI.it che cosa è cambiato, come applicare la nuova procedura, le scadenze e le novità aggiornate.

Infortunio: DVR e responsabilità

Sicurezza lavoro Il datore di lavoro è responsabile dell’infortunio occorso a un dipendente se quest’ultimo non è stato informato a dovere sui possibili rischi, anche in presenza di un Documento di Valutazione Rischi. Lo ha messo nero su bianco la Corte di Cassazione (sentenza n. 24452 dell’8 giugno 2015), analizzando il rapporto tra la constatazione del rischio di incidenti e le omissioni e carenze relative al DVR. => Le nuove procedure DVR per le PMI DVR La Corte ha esaminato il caso relativo alla condanna per lesioni colpose comminata al responsabile di prevenzione e sicurezza sul...

Formazione: obbligo DVR per ogni mansione

Formazione e sicurezza Il Ministero del Lavoro (con l’interpello n. 4/2015) ha risposto ai dubbi dell’Associazione Nazionale Costruttori Edili (ANCE) in materia di formazione, aggiornamento, sicurezza sul lavoro e valutazione dei rischi legati alle mansioni svolte da una singola figura professionale. => Sicurezza Lavoro e DVR: adempimenti e sanzioni Valutazione rischi L’ANCE, in riferimento all'art. 37 del Testo Unico di Sicurezza, ha chiesto chiarimenti in merito alla: «valutazione dei rischi specifici delle mansioni, nel caso in cui un lavoratore in possesso di formazione per lo svolgimento...

Sicurezza sul lavoro: novità DVR per le imprese

Sicurezza sul lavoro In materia di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro, la legge 161 del 30 ottobre 2014, denominata “Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea – Legge europea 2013-bis”, ha modificato alcune norme intervenendo in maniera significativa sul testo del D.Lgs. n. 81/2008. Tali variazioni rispondono a una procedura di infrazione europea, che contestava la previsione di una proroga delle scadenze individuate ai fini della presentazione del Documento di Valutazione Rischi (DVR) riservato alle imprese di nuova...

Sicurezza sul lavoro e DVR: adempimenti e sanzioni

DVR Dal 1 giugno 2013 il DVR - Documento di Valutazione Rischi è obbligatorio in tutte le imprese con almeno un dipendente. È il Decreto legislativo n. 81 del 2008, il Testo Unico in materia di salute e sicurezza dei luoghi di lavoro, a stabilire che il DVR deve essere redatto dal datore di lavoro con l’ausilio del responsabile del servizio di prevenzione e protezione (RSPP) e del medico, previa consultazione del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS/RLST). => Le nuove procedure DVR per le PMI DVR incompleto o assente: sanzioni Il Documento di Valutazione Rischi -...

Contratti di lavoro: obbligo DVR in somministrazione

Risk Management L'azienda che assume un lavoratore con contratto in somministrazione non è tenuta a comunicare alla Direzione Territoriale del Lavoro il DVR, ma deve comunque redigerlo: un interpello del Ministero del Lavoro (n. 5/2014 in risposta a specifico quesito di Confindustria), conferma dunque il divieto di assumere dipendenti in via temporanea senza il Documento di Valutazione Rischi, da esibire in caso di controlli ispettivi e da mettere a disposizione dell'agenzia di fornitura del servizio, per presa visione. Quadro normativo Il Ministero fa riferimento alla normativa vigente in materia...

Sigaretta elettronica sul lavoro: obbligo valutazione rischi

Sigarette elettroniche Le sigarette elettroniche si possono fumare anche sul posto di lavoro, ma è necessaria una valutazione dei rischi in quanto contengono nicotina esponendo a potenziali danni per la salute: lo stabilisce l'interpello 15/2013 del 24 ottobre del Ministero del Lavoro, in risposta all'ABI (associazione bancaria italiana). Il ministero puntualizza: le aziende possono prevedere policy che vietino le sigarette elettroniche ma comunque è sempre necessaria una valutazione dei rischi, per quanto non sia estensibile il divieto di fumo nei luighi di lavoro (articolo 51 della legge 2/2003). I...

DVR: online le FAQ per le PMI

DVR In risposta ai molteplici dubbi delle PMI sul Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) il Ministero del Lavoro ha pubblicato di concerto con l'INAIL le domande più frequenti (FAQ) sulle procedure standardizzate, con le relative risposte. Si tratta di informazioni importanti per le imprese con meno di 10 dipendenti, per le quali sono entrate in vigore dal 1 giugno 2013 le nuove procedure di cui all’art. 29, comma 5, del d.lgs. n. 81/2008 (Testo Unico per la Sicurezza sul Lavoro): =>Leggi le nuove procedure DVR per le PMI Per questa tipologia di imprese, infatti, la...

Sicurezza Lavoro: Vademecum DVR per PMI

Sicurezza sul lavoro Dal 1° giugno 2013 le PMI fino a 10 dipendenti (compresi gli studi, i negozi e gli uffici) non potranno più ricorrere alla autocertificazione per assolvere agli obblighi di valutazione dei rischi: da quella data, dovranno presentare anch'esse il DVR per la  sicurezza sul lavoro: =>Leggi: DVR per PMI, autocertificazione fino al 31 maggio Queste PMI potranno effettuare la valutazione attraverso una procedura standardizzata (estendibile anche a quelle con 11 - 50 dipendenti), prevista dal Testo Unico sulla sicurezza sul lavoro (Dlgs 81/2008, articolo 29, comma 5). A tal fine, il...

DVR per PMI: autocertificazione fino al 31 maggio

Sicurezza sul lavoro Le PMI fino a 10 dipendenti dovranno dire addio alla autocertificazione per la valutazione dei rischi a partire dall'1 giugno 2013, come stabilito dal Ministero del Lavoro (che nei mesi scorsi ha fornito una sorta di "interpretazione autentica" della proroga concessa dalla Legge di Stabilità per l'entrata in vigore delle procedure standardizzate DVR). => DVR: ecco le procedure per le PMI sotto i 10 dipendenti La nota n. 2583, dopo i molteplici dubbi sorti sul testo legislativo, limita il ricorso alla autocertificazione fino al 31 maggio 2013. Le procedure standardizzate...

Stress lavoro: nessuna deroga alla valutazione

Stress lavoro correlato La valutazione dei rischi stress lavoro-correlato deve essere effettuata dal datore di lavoro, che non può delegare l'adempimento neanche ad un soggetto in possesso di specifiche competenze in materia. Il limite assoluto alla delega della valutazione dei rischi da lavoro è stata posta dalla Commissione per gli interpelli presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. => Leggi di più sullo stress lavoro correlato Il Ministero ha ricordato che l'articolo 28, comma l, del D.Lgs. n. 81/2008 prevede la valutazione da parte del datore di lavoro di tutte le tipologie...

X
Se vuoi aggiornamenti su Documento Valutazione Rischi (DVR)

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy