Detrazione IVA

Cosa è possibile detrarre e cosa no, novità e approfondimenti sulla detrazione IVA. Novità, approfondimenti e istruzioni su quelle che sono le detrazioni fiscali possibili per te e la tua impresa.

Scheda carburante, novità sui rimborsi

Carburanti Torna ad esprimersi in tema di adempimenti necessari ai fini dei rimborsi carburante la Corte di Cassazione, con la sentenza n. 16809/2017, confermando che la scheda carburante deve essere necessariamente sottoscritta e compilata in ogni sua parte, con l’apposizione della firma sulla scheda da parte del gestore dell’impianto di distribuzione carburanti e l’indicazione del numero dei chilometri percorsi. Gli adempimenti prescritti non ammettono equipollenti né possono essere sostituiti dalla mera contabilizzazione delle operazioni nelle scritture dell’impresa. => Rimborso...

Detrazione IVA, rileva l’attività d’impresa

Sentenza Cassazione La Corte di Cassazione (sentenza n. 7654/2017) precisa l'ambito di applicazione della detraibilità IVA: in materia di imposta sul valore aggiunto, per valutare la detraibilità o l’indetraibilità di determinate operazioni nel calcolo del pro-rata, occorre considerare l’attività effettivamente svolta dall’impresa, indipendentemente da quanto indicato nell’oggetto sociale della stessa. Questo perché in materia rileva il volume d’affari del soggetto passivo e, dunque, va considerata l'attività esercitata in concreto dall'impresa e non quella previamente e formalisticamente...

Condono fiscale e detrazione IVA

Sentenza Cassazione Niente detrazione IVA sui crediti senza la dichiarazione dei redditi, anche con adesione a condono fiscale: lo ribadisce la Corte di Cassazione con la sentenza 22747/2016 relativa alla sanatoria fiscale prevista dalla Finanziaria 2003.  Secondo il Fisco, domanda di condono fiscale e dichiarazione integrativa non comprovano la sussistenza del credito nel periodo di omessa dichiarazione: di conseguenza non legittimano la detrazione IVA. La Cassazione ha dunque stabilito che il punto fondamentale riguarda la documentazione presentata a sostegno della legittimità della...

Casa: Bonus IVA, ultima corsa

Compravendite immobiliari Termina nell'anno di imposta 2016 (dichiarazione dei redditi 2017) la possibilità di portare in detrazione il Bonus IVA (Legge 208/2015, art.1 comma 56) per l’acquisto di un immobile dal costruttore. Al momento infatti il Governo non ha previsto alcuna proroga per questo incentivo, che era attesa con la Legge di Stabilità 2017. L'ultima speranza è riposta in un atto di indirizzo del Senato che chiede al Governo di prorogare l’incentivo nel 2017. Principio di cassa Per ora, dunque, possono portare in detrazione nella dichiarazione dei redditi 2017 il 50% dell’IVA pagata...

IVA detraibile per operazioni inesistenti

IVA Per la Corte di Giustizia (causa C-277/14 del 22 ottobre 2015) è ammissibile la detrazione IVA per operazioni inesistenti se c’è buona fede da parte del cessionario. Nel caso in oggetto, un’impresa aveva detratto l’imposta su alcuni acquisti di carburante ma, in seguito a controllo fiscale, l’amministrazione tributaria negava (decisione del 5 aprile 2012) tale diritto perché le fatture risultavano emesse da un soggetto da ritenersi inesistente (irreperibile, non registrato ai fini IVA, con sede sociale inagibile, senza autorizzazioni di vendita, né dichiarazioni fiscali, conti...

Detrazioni e deduzioni per liberi professionisti

Premesso che l’art. 54 comma 3 del TUIR consente al libero professionista di dedurre il 50% della rendita catastale dell’immobile in uso promiscuo, gradirei sapere se esercizio di tale diritto lascia invariata la deducibilità per abitazione principale. Vale per ogni esercizio? Le spese per acquisto e utilizzo cellulari e telefoni fissi, in uso promiscuo per i liberi professionisti, secondo alcuni commercialisti rientrerebbero nelle previsioni del comma 3 dell’art.54 del TUIR e non in quelle del 3bis, con la conseguenza che sarebbero deducibili al 50% e non all’80%: qual è il...

Detraibilità IVA, quali attività rilevano?

Detrazione IVA Per la detraibilità IVA non fa fede l’attività prevalente che l’azienda svolge in base al proprio atto costitutivo ma quella che svolge in concreto sulla base del computo dei corrispettivi. Lo ha affermato la Cassazione con sentenza n. 4613 del 9 marzo 2016. => IVA detraibile per spese di rappresentanza fino a 50 euro A fronte di fatture attive emesse senza addebito di imposta per canoni di locazione, l'azienda ricorrente aveva portato in detrazione costi relativi a parcelle di professionisti e spese di fallimento.  Il giudice di secondo grado, dopo avere rilevato che...

Detrazione IVA per ristrutturazione agriturismo

turismo bed & breakfast Con la sentenza n. 4606 del 9 marzo 2016, la Corte di Cassazione ha chiarito la legittimità della detrazione IVA conseguente alla ristrutturazione di immobili adibiti ad agriturismo. Nel caso in oggetto, la CTR Toscana negava l'agevolazione relativa a lavori su appartamenti destinati ad attività turistico-ricettiva (case vacanze), ritenendo illegittimo il recupero ad imponibile IRPEG ed IRAP dei costi portati in deduzione dalla società. => Agriturismo: aziende, regole, numeri e business Secondo i giudici, la detrazione per lavori a uso abitativo si potevaestendere solo ad...

IVA detraibile sugli omaggi aziendali

Omaggi aziendali Per le spese di rappresentanza e gli omaggi aziendali di valore unitario non superiore a 50 euro è prevista la detrazione IVA al 100%  (D.Lgs. n. 175/2014), così come avviene ai fini della deducibilità dalle imposte sui redditi (articolo 108, comma 2 del TUIR). La detraibilità IVA integrale si applica dunque ai beni e servizi acquistati da imprese e professionisti a scopo promozionale e/o di erogazione a titolo gratuito. => IVA detraibile per spese di rappresentanza fino a 50 euro Detraibilità IVA Per applicare il corretto limite di costo unitario del bene è...

Detrazione IVA sulle spese di pubblicità

Fisco È sempre legittima la detrazione IVA sulle spese di pubblicità e sponsorizzazioni, anche in caso di indeducibilità per assenza di inerenza. A stabilirlo è stata la Commissione tributaria regionale Toscana, con la sentenza n. 873/30/14. Il caso riguardava la questione della detraibilità IVA inerente alle spese pubblicitarie sostenute da una società per gli anni di imposta dal 2006 al 2009: il Fisco contestava l'assenza del presupposto dell'inerenza e che l'operazione aziendale risultava antieconomica. => Detrazione spese rappresentanza e pubblicità: guida I giudici di prima...

X
Se vuoi aggiornamenti su Detrazione IVA

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy