Detassazione Produttività

La detassazione del salario di produttività, introdotta nel 2008, è una misura non strutturale ma che ripropone ogni anno uno sgravio fiscale sui bonus erogati ai lavoratori: nel 2013 i premi retributivi e le voci di salario legate agli incrementi della produttività sono stati concessi con tassazione agevolata al 10%, con un massimo di 2.500 euro di sconto fiscale riservato ai lavoratori con reddito annuo fino a 40mila euro. Per il 2013-2015 le risorse sono state stanziate dalla Legge di Stabilità (art. 1, comma 481, legge 228/2012), che ha rimandato ad un successivo decreto attuativo i criteri di applicazione (DPCM del 22 gennaio 2013), pubblicato in GU n.75 del 29 marzo 2013. Per il 2017 è allo studio un nuovo meccanismo di incentivazione, con sconto fiscale direttamente in busta paga.

Detassazione produttività, le regole 2017

Premi produttività Le Legge di Bilancio 2017 (ex Legge di Stabilità) amplia la detassazione sul salario di produttività, confermando l'aliquota fissa al 10% ma intervenendo su importo massimo dei premi e sulle soglie di reddito degli aventi diritto, con numerose novità come la possibilità di percepire i premi sotto forma di benefit. Le norme sono contenute nell'articolo 23 della manovra. => Stabilità 2017: incentivi alla competitività Ricordiamo che le voci di salario fiscalmente agevolabili, in base al comma 182 della legge 208/2015, sono legate a «incrementi di produttività, redditività,...

Legge di Stabilità 2017: nuovi sgravi sul lavoro

Lavoro Nero Non solo riforma pensioni e taglio tasse per le imprese: nella prossima Legge di Stabilità 2017 saranno inserite anche nuove agevolazioni sul lavoro, dalla proroga degli incentivi per le assunzioni stabili a nuovi premi di produttività: i tecnici del Governo sono al lavoro su diverse ipotesi di intervento. Vediamo come inizia a configurarsi la prossima manovra economica. => Tasse imprese, Renzi: taglio IRES e IRI Secondo le indiscrezioni che circolano, sono diverse le soluzioni allo studio in materia di sgravi sul lavoro, a partire dalla proroga degli incentivi nella misura già...

Salario produttività: la mappa dei contratti

Produttività La Regione con il maggior numero di contratti per il salario produttività, sia territoriali sia aziendali, è la Lombardia, seguita da Emilia Romagna e Veneto, mentre i fanalini di coda sono Valle d'Aosta, Molise, e provincia di Bolzano: è la mappa degli accordi per il salario di produttività depositati secondo le norme per la tassazione agevolata in base ai dati forniti dal ministero del Lavoro aggiornati allo scorso 15 luglio. => Salario produttività: detassazione 2017 Come è noto, la Legge di Stabilità 2016 ha ripristinato la tassazione agevolata di questo strumento, con...

Detassazione produttività: pubblico vs. privato

Sono impiegato in una società consortile per azioni a capitale interamente pubblico. Abbiamo chiesto l’agevolazioni di cui alla legge 208/2015 ma la nostra azienda, in assenza di circolari ministeriali volte a chiarire la disciplina relativa alla detassazione, e ritenendo non applicabile la normativa ai propri dipendenti (in quanto il capitale è interamente pubblico), non procederà alla sottoscrizione di un accordo aziendale relativo a tale agevolazione fiscale. Eppure il nostro contratto nazionale di riferimento è di tipo privato. Chi ha ragione?

Salario di produttività, detassazione 2017

Produttività Nella prossima Legge di Stabilità, ci saranno «ulteriori interventi di defiscalizzazione del salario di produttività»: parola del ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda. L'occasione è stato il convegno Cisl dedicato al rilancio dell'Industria italiana (Milano, 18 luglio) a pochi giorni dalla firma dell'accordo fra sindacati confederali e Confindustria sui premi di produttività anche nelle imprese senza rappresentanza sindacale, situazione frequente nelle PMI. => Salario di produttività, nuove regole in vigore L'attenzione del Governo verso ulteriori stimoli al salario di...

Premi, benefit e detassazioni: Guida fiscale al Welfare

Produttività Con la Circolare n. 28/E/2016 l’Agenzia delle Entrate ha fornito un utile vademecum per lavoratori e datori di lavoro in merito alle novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2016 in materia di detassazione dei premi produttività con imposta sostitutiva dell’IRPEF e delle addizionali regionale e comunale al 10% e di Welfare aziendale con l’estensione del beneficio alla partecipazione agli utili dell’impresa e la possibilità di ricevere i premi sotto forma di beni e servizi detassati (benefit). => Detassazione premi di produttività 2016 A dare attuazione all'articolo 1,...

Convertire premi in benefit, guida pratica

Benefit Fra le novità relative al nuovo welfare aziendale, c'è la possibilità per i dipendenti di trasformare premi di risultato e partecipazioni agli utili in benefit che non concorrono a formare il reddito: in pratica, su queste somme si può ottenere una tassazione ancora più agevolata rispetto a quella sostitutiva generalmente applicata ai premi di produttività o redditi da partecipazione. Ma ci sono precisi requisiti da rispettare: tutti i chiarimenti sono forniti dall'Agenzia delle Entrate con circolare 28/E del 15 giugno, provvedimento applicativo dei commi da 182 a 190 della Legge...

Salario di produttività, nuove regole in vigore

Premi produttività I premi di produttività sono annualmente disciplinati da apposito decreto ministeriale, che più dettagliatamente riguarda le voci di salario variabile corrisposte ai lavoratori dipendenti. Il decreto del 25 marzo 2016 contiene i criteri di misurazione degli incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza e innovazione che determinano i premi di produttività dei lavoratori dipendenti per il 2016. => Detassazione premi produttività: istruzioni operative Ad ufficializzarne l'attuazione, il comunicato del ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, pubblicato...

Premi produttività 2016, criteri in Gazzetta Ufficiale

Accordo produttività Aumento della produzione, risparmio nei fattori produttivi, miglioramento della qualità di prodotti e processi, anche attraverso la riorganizzazione dell'orario di lavoro non straordinario o il ricorso al lavoro agile: sono le tipologie di aumenti di produttività, redditività, qualità, efficienza e innovazione per cui le imprese possono riconoscere i premi di produttività 2016, in base a criteri di misurazione che devono essere previsti dal contratto collettivo o da accordi sindacali territoriali o aziendali. Le regole operative per i premi produttività 2016 sono contenute nel...

Detassazione premi produttività: istruzioni operative

Produttività La Legge di Stabilità 2016 (art. 1 commi da 182 a 189 della legge n. 208/2015) ha ripristinato la detassazione dei premi e del salario di produttività stanziando 430 milioni di euro per il 2016 e 589 milioni di euro per gli anni successivi. Oltre al ripristino della detassazione dei premi produttività, la Legge di Stabilità 2016 ha previsto anche l’ampliamento della platea dei beneficiari, innalzando l’asticella dei redditi ammessi all’incentivo a quelli fino a 50mila euro lordi annui. A fornire le prime indicazioni su come beneficiare del Regime agevolato 2016 e applicare la...

X
Se vuoi aggiornamenti su Detassazione produttività

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy