Detassazione Dei Premi Di Produttività

La detassazione del salario di produttività, introdotta nel 2008, è una misura non strutturale ma che ripropone ogni anno uno sgravio fiscale sui bonus erogati ai lavoratori: nel 2013 i premi retributivi e le voci di salario legate agli incrementi della produttività sono stati concessi con tassazione agevolata al 10%, con un massimo di 2.500 euro di sconto fiscale riservato ai lavoratori con reddito annuo fino a 40mila euro. Per il 2013-2015 le risorse sono state stanziate dalla Legge di Stabilità (art. 1, comma 481, legge 228/2012), che ha rimandato ad un successivo decreto attuativo i criteri di applicazione (DPCM del 22 gennaio 2013), pubblicato in GU n.75 del 29 marzo 2013.

Produttività: premi senza detassazione

Detassazione produttività Niente detassazione sui premi di produttività per il 2015: per prorogare le agevolazioni fiscali applicate nel 2013 e 2014 servirebbero almeno 638 milioni di euro. Lo ha ribadito il ministero dell'Economia in commissione Finanze alla Camera, rispondendo a un'interrogazione. Lo sconto fiscale sui premi di produttività era stato previsto dalla legge 228/2012, per gli anni 2013 e 2014. Prevedeva un'aliquota ridotta, pari al 10%, sostitutiva di IRPEF e addizionali. => Premi di produttività: la detassazione 2014 Tassazione 2015 Le somme che la stessa Legge di Stabilità 2013...

Premi produttività: al via le domande 2015

Productivity Al via le domande per accedere agli sgravi contributivi previsti per il 2015 relativamente ai premi produttività della contrattazione di secondo livello, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale n.123/2015 del decreto 8 aprile 2015 del Ministero del Lavoro denominato “Determinazione per l’anno 2015, della misura massima percentuale della retribuzione di secondo livello oggetto dello sgravio contributivo previsto dall’art. 1, commi 67 e 68, della legge n. 247/2007″. => Premi di produttività: guida agli aspetti contabili e fiscali Per la detassazione IRPEF dei premi...

Premi produttività: lo sgravio contributivo ai dirigenti

Premi produttività Con l’Interpello n. 2 del 12 gennaio 2015 il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha chiarito quali sono i soggetti beneficiari dello sgravio contributivo sui premi di produttività, in risposta ad un'istanza presentata dal FederManager. Il Ministero ha precisato che lo sgravio contributivo sui premi di produttività di cui all’art. 2, D.M. 14 febbraio 2014 può essere applicato anche ai premi corrisposti ai dirigenti, in considerazione del fatto che la normativa di riferimento non esclude tale categoria dalla fruizione del beneficio. => Accordi di produttività : in...

Accordi di produttività: in busta paga lo sgravio contributivo

Accordo produttività Con il Messaggio n. 7978/2014 l'INPS dà il via agli sgravi contributivi per i datori di lavoro che nel 2013 hanno fatto ricorso ad accordi per l'incremento della produttività. La decontribuzione ha effetti sia per le aziende, che hanno uno sconto sui contributi previdenziali INPS pari al -25%, che per i lavoratori, ai quali gli oneri sociali vengono ridotti al -100% generando un maggiore netto in busta paga di novembre. Si tratta dell'incentivo reso strutturale dalla Riforma del Lavoro Fornero (Legge n. 92/2012), dopo la sperimentazione partita nel 2008, con lo scopo di incentivare la...

Detassazione produttività 2014, chiarimenti del Ministero

Produttività aziendale Anche se gli accordi territoriali sui premi di produzione & Co. sono scaduti e non rinnovati nel 2014, a meno che non siano stati formalmente dsdettati le aziende possono ugualmente usufruire dei relativi sconti fiscali: è una delle precisazioni contenute nella Circolare n. 14/2014 del Ministero del Lavoro. Il documento ribadisce le regole per l'applicazione della detassazione  2014 sul salario di produttività - di cui al Dpcm 19 febbraio 2014 nella Gazzetta Ufficiale del 29 aprile -  ossia dell'imposta agevolata del 10% su massimo 3mila euro lordi annui, per lavoratori con...

Premi di produttività: guida agli aspetti contabili e fiscali

CUD Si definisce premio di produttività l’emolumento corrisposto dal datore di lavoro ai propri dipendenti titolari di contratti di lavoro subordinato a tempo determinato o indeterminato, in collegamento a incrementi di produttività, qualità, redditività, innovazione, efficienza organizzativa ovvero correlato ai risultati dell’andamento economico dell’impresa o a ogni altro elemento rilevante ai fini del miglioramento della competitività aziendale. Le somme incentivanti devono essere corrisposte in attuazione di accordi o contratti collettivi territoriali o aziendali. =>...

Salario di Produttività 2014: si amplia la platea

Tasse Aumenta di 500 euro il premio di produzione 2014: il decreto che proroga la detassazione delle voci di salario legate alla produttività aziendale è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 29 aprile, innalzando da 2.500 a 3.000 euro il tetto massimo annuo. Il riferimento normativo è la Finanziaria 2013 (legge 228/2012), in base alla quale i premi di produttività, da erogare esclusivamene nel settore privato, possono essere riconosciuti a lavoratori dipendenti con stipendio annuo fino a 40mila euro. Questa quota della retribuzione può essere svincolata dalla normale tassazione,...

CUD 2014: detassazioni, detrazioni, redditi e pensioni

Modello CUD 2014: scadenza 28 febbraio Conto alla rovescia per il CUD 2014, che datori di lavoro ed enti pensionistici devono consegnare a lavoratori e pensionati per certificare i redditi percepiti nel 2013 e le ritenute operate: consueta scadenza, 28 febbraio. I sostituti d'imposta consegnano la Certificazione Unica dei redditi da lavoro Dipendente - a dipendenti, pensionati e percettori di redditi assimilati - in duplice copia, cartacea o elettronica (se il destinatario comunica di avere gli strumenti per riceverlo in tale formato). Riassumiamo dunque le novità su calcolo, compilazione, modalità di consegna e...

Salario di produttività: le regole per la detassazione

Detassazione premi produttività La detassazione del salario di  produttività - applicata per la prima volta dal Dl n. 93/2008 - prevede per 2013 e 2014 l’applicazione di un’imposta unica (aliquota 10%) sostitutiva di IRPEF e relative addizionali regionale e comunale. Ecco di seguito una guida sintetica degli aspetti fiscali e applicativi dell'agevolazione sul corrispettivo economico versato dal datore di lavoro al dipendente che gode dei necessari requisiti. Requisiti Per il 2013 l’importo massimo agevolabile è di 2.500 euro e, per accedere alla detassazione del salario di produttività, è necessario non...

Detassazione e IMU tra gli emendamenti alla Legge di Stabilità

IMU, casi particolari in vista del saldo di dicembre Tra i nodi che il governo Letta deve sciogliere ci sono abolizione della seconda rata IMU e rafforzamento del taglio del cuneo fiscale: la soluzione potrebbe arrivare nella Legge di Stabilità all'esame della Commissione Bilancio del Senato, dove sono stati presentati 3mila emendamenti. Governo e Parlamento devono però trovare 4 miliardi di euro, di cui 2,4 per l'IMU e 1,5-2 per il cuneo, di cui una parte dovrebbe essere destinata alla detassazione dei premi produttività. IMU Per quanto riguarda l'IMU sembra difficile che la copertura per l'abolizione della seconda rata possa...

X
Se vuoi aggiornamenti su Detassazione e IMU tra gli emendamenti alla Legge di Stabilità

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy