Detassazione Produttività

La detassazione del salario di produttività, introdotta nel 2008, è una misura non strutturale ma che ripropone ogni anno uno sgravio fiscale sui bonus erogati ai lavoratori: nel 2013 i premi retributivi e le voci di salario legate agli incrementi della produttività sono stati concessi con tassazione agevolata al 10%, con un massimo di 2.500 euro di sconto fiscale riservato ai lavoratori con reddito annuo fino a 40mila euro. Per il 2013-2015 le risorse sono state stanziate dalla Legge di Stabilità (art. 1, comma 481, legge 228/2012), che ha rimandato ad un successivo decreto attuativo i criteri di applicazione (DPCM del 22 gennaio 2013), pubblicato in GU n.75 del 29 marzo 2013. Per il 2016 è allo studio un nuovo meccanismo di incentivazione, con sconto fiscale direttamente in busta paga.

Legge di Stabilità 2017: nuovi sgravi sul lavoro

Lavoro Nero Non solo riforma pensioni e taglio tasse per le imprese: nella prossima Legge di Stabilità 2017 saranno inserite anche nuove agevolazioni sul lavoro, dalla proroga degli incentivi per le assunzioni stabili a nuovi premi di produttività: i tecnici del Governo sono al lavoro su diverse ipotesi di intervento. Vediamo come inizia a configurarsi la prossima manovra economica. => Tasse imprese, Renzi: taglio IRES e IRI Secondo le indiscrezioni che circolano, sono diverse le soluzioni allo studio in materia di sgravi sul lavoro, a partire dalla proroga degli incentivi nella misura già...

Salario produttività: la mappa dei contratti

Produttività La Regione con il maggior numero di contratti per il salario produttività, sia territoriali sia aziendali, è la Lombardia, seguita da Emilia Romagna e Veneto, mentre i fanalini di coda sono Valle d'Aosta, Molise, e provincia di Bolzano: è la mappa degli accordi per il salario di produttività depositati secondo le norme per la tassazione agevolata in base ai dati forniti dal ministero del Lavoro aggiornati allo scorso 15 luglio. => Salario produttività: detassazione 2017 Come è noto, la Legge di Stabilità 2016 ha ripristinato la tassazione agevolata di questo strumento, con...

Detassazione produttività: pubblico vs. privato

Sono impiegato in una società consortile per azioni a capitale interamente pubblico. Abbiamo chiesto l’agevolazioni di cui alla legge 208/2015 ma la nostra azienda, in assenza di circolari ministeriali volte a chiarire la disciplina relativa alla detassazione, e ritenendo non applicabile la normativa ai propri dipendenti (in quanto il capitale è interamente pubblico), non procederà alla sottoscrizione di un accordo aziendale relativo a tale agevolazione fiscale. Eppure il nostro contratto nazionale di riferimento è di tipo privato. Chi ha ragione?

Salario di produttività, nuove regole in vigore

Premi produttività I premi di produttività sono annualmente disciplinati da apposito decreto ministeriale, che più dettagliatamente riguarda le voci di salario variabile corrisposte ai lavoratori dipendenti. Il decreto del 25 marzo 2016 contiene i criteri di misurazione degli incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza e innovazione che determinano i premi di produttività dei lavoratori dipendenti per il 2016. => Detassazione premi produttività: istruzioni operative Ad ufficializzarne l'attuazione, il comunicato del ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, pubblicato...

Legge di Stabilità: bonus produttività e welfare aziendale

Welfare Novità in tema di produttività e welfare aziendale con l'approvazione della Legge di Stabilità 2016 da parte del Consiglio dei Ministri del 15 ottobre. Su Twitter, nelle slide pubblicate dal Premier Matteo Renzi per spiegare la manovra con l'hashtag #italiacolsegno+, si legge: “Più soldi a chi contratta su produttività e welfare. Piccole imprese: giù l'IRAP, anticipo rimborso IVA per crediti non riscossi”. => Welfare: il decalogo del benessere sul lavoro L'incentivo consiste nell'applicazione di un'aliquota ridotta del 10% sulla quota di salario di produttività, di...

Produttività: premi senza detassazione

Detassazione produttività Niente detassazione sui premi di produttività per il 2015: per prorogare le agevolazioni fiscali applicate nel 2013 e 2014 servirebbero almeno 638 milioni di euro. Lo ha ribadito il ministero dell'Economia in commissione Finanze alla Camera, rispondendo a un'interrogazione. Lo sconto fiscale sui premi di produttività era stato previsto dalla legge 228/2012, per gli anni 2013 e 2014. Prevedeva un'aliquota ridotta, pari al 10%, sostitutiva di IRPEF e addizionali. => Premi di produttività: la detassazione 2014 Tassazione 2015 Le somme che la stessa Legge di Stabilità 2013...

Premi produttività: al via le domande 2015

Productivity Al via le domande per accedere agli sgravi contributivi previsti per il 2015 relativamente ai premi produttività della contrattazione di secondo livello, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale n.123/2015 del decreto 8 aprile 2015 del Ministero del Lavoro denominato “Determinazione per l’anno 2015, della misura massima percentuale della retribuzione di secondo livello oggetto dello sgravio contributivo previsto dall’art. 1, commi 67 e 68, della legge n. 247/2007″. => Premi di produttività: guida agli aspetti contabili e fiscali Per la detassazione IRPEF dei premi...

Accordi di produttività: in busta paga lo sgravio contributivo

Accordo produttività Con il Messaggio n. 7978/2014 l'INPS dà il via agli sgravi contributivi per i datori di lavoro che nel 2013 hanno fatto ricorso ad accordi per l'incremento della produttività. La decontribuzione ha effetti sia per le aziende, che hanno uno sconto sui contributi previdenziali INPS pari al -25%, che per i lavoratori, ai quali gli oneri sociali vengono ridotti al -100% generando un maggiore netto in busta paga di novembre. Si tratta dell'incentivo reso strutturale dalla Riforma del Lavoro Fornero (Legge n. 92/2012), dopo la sperimentazione partita nel 2008, con lo scopo di incentivare la...

Premi di produttività: guida agli aspetti contabili e fiscali

CUD Si definisce premio di produttività l’emolumento corrisposto dal datore di lavoro ai propri dipendenti titolari di contratti di lavoro subordinato a tempo determinato o indeterminato, in collegamento a incrementi di produttività, qualità, redditività, innovazione, efficienza organizzativa ovvero correlato ai risultati dell’andamento economico dell’impresa o a ogni altro elemento rilevante ai fini del miglioramento della competitività aziendale. Le somme incentivanti devono essere corrisposte in attuazione di accordi o contratti collettivi territoriali o aziendali. =>...

Salario di Produttività 2014: si amplia la platea

Tasse Aumenta di 500 euro il premio di produzione 2014: il decreto che proroga la detassazione delle voci di salario legate alla produttività aziendale è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 29 aprile, innalzando da 2.500 a 3.000 euro il tetto massimo annuo. Il riferimento normativo è la Finanziaria 2013 (legge 228/2012), in base alla quale i premi di produttività, da erogare esclusivamene nel settore privato, possono essere riconosciuti a lavoratori dipendenti con stipendio annuo fino a 40mila euro. Questa quota della retribuzione può essere svincolata dalla normale tassazione,...

X
Se vuoi aggiornamenti su Detassazione produttività

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy