Detassazione Produttività

La detassazione del salario di produttività, introdotta nel 2008, è una misura non strutturale ma che ripropone ogni anno uno sgravio fiscale sui bonus erogati ai lavoratori: nel 2013 i premi retributivi e le voci di salario legate agli incrementi della produttività sono stati concessi con tassazione agevolata al 10%, con un massimo di 2.500 euro di sconto fiscale riservato ai lavoratori con reddito annuo fino a 40mila euro. Per il 2013-2015 le risorse sono state stanziate dalla Legge di Stabilità (art. 1, comma 481, legge 228/2012), che ha rimandato ad un successivo decreto attuativo i criteri di applicazione (DPCM del 22 gennaio 2013), pubblicato in GU n.75 del 29 marzo 2013. Per il 2016 è allo studio un nuovo meccanismo di incentivazione, con sconto fiscale direttamente in busta paga.

Premi, benefit e detassazioni: Guida fiscale al Welfare

Produttività Con la Circolare n. 28/E/2016 l’Agenzia delle Entrate ha fornito un utile vademecum per lavoratori e datori di lavoro in merito alle novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2016 in materia di detassazione dei premi produttività con imposta sostitutiva dell’IRPEF e delle addizionali regionale e comunale al 10% e di Welfare aziendale con l’estensione del beneficio alla partecipazione agli utili dell’impresa e la possibilità di ricevere i premi sotto forma di beni e servizi detassati (benefit). => Detassazione premi di produttività 2016 A dare attuazione all'articolo 1,...

Convertire premi in benefit, guida pratica

Benefit Fra le novità relative al nuovo welfare aziendale, c'è la possibilità per i dipendenti di trasformare premi di risultato e partecipazioni agli utili in benefit che non concorrono a formare il reddito: in pratica, su queste somme si può ottenere una tassazione ancora più agevolata rispetto a quella sostitutiva generalmente applicata ai premi di produttività o redditi da partecipazione. Ma ci sono precisi requisiti da rispettare: tutti i chiarimenti sono forniti dall'Agenzia delle Entrate con circolare 28/E del 15 giugno, provvedimento applicativo dei commi da 182 a 190 della Legge...

Salario di produttività, nuove regole in vigore

Premi produttività I premi di produttività sono annualmente disciplinati da apposito decreto ministeriale, che più dettagliatamente riguarda le voci di salario variabile corrisposte ai lavoratori dipendenti. Il decreto del 25 marzo 2016 contiene i criteri di misurazione degli incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza e innovazione che determinano i premi di produttività dei lavoratori dipendenti per il 2016. => Detassazione premi produttività: istruzioni operative Ad ufficializzarne l'attuazione, il comunicato del ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, pubblicato...

Premi produttività 2016, criteri in Gazzetta Ufficiale

Accordo produttività Aumento della produzione, risparmio nei fattori produttivi, miglioramento della qualità di prodotti e processi, anche attraverso la riorganizzazione dell'orario di lavoro non straordinario o il ricorso al lavoro agile: sono le tipologie di aumenti di produttività, redditività, qualità, efficienza e innovazione per cui le imprese possono riconoscere i premi di produttività 2016, in base a criteri di misurazione che devono essere previsti dal contratto collettivo o da accordi sindacali territoriali o aziendali. Le regole operative per i premi produttività 2016 sono contenute nel...

Detassazione premi produttività: istruzioni operative

Produttività La Legge di Stabilità 2016 (art. 1 commi da 182 a 189 della legge n. 208/2015) ha ripristinato la detassazione dei premi e del salario di produttività stanziando 430 milioni di euro per il 2016 e 589 milioni di euro per gli anni successivi. Oltre al ripristino della detassazione dei premi produttività, la Legge di Stabilità 2016 ha previsto anche l’ampliamento della platea dei beneficiari, innalzando l’asticella dei redditi ammessi all’incentivo a quelli fino a 50mila euro lordi annui. A fornire le prime indicazioni su come beneficiare del Regime agevolato 2016 e applicare la...

Premi produttività, detassazione operativa

Produttività Parte la tassazione agevolata sui premi di produttività 2016: si tratta dell'imposta sostitutiva del 10% sulla parte di reddito riferita ai premi di produttività oppure alle somme erogate come partecipazione agli utili, per i lavoratori dipendenti con un reddito fino a 50mila euro annui. La misura è introdotta dalla Legge di Stabilità (comma 182, articolo 1, legge 208/2015) e il decreto attuativo del Lavoro e delle Finanze è stato firmato il 25 marzo. La parziale detassazione si applica su un massimo di 2mila euro annui di premio di produttività, cifra che sale a 2500 euro nelle...

Detassazione premi produttività 2016

Produttività Dopo lo stop per l'anno 2015, la Legge di Stabilità ha ripristinato per il 2016 la detassazione dei premi e del salario di produttività, una delle misure più attese per questa manovra finanziaria per la quale il Governo ha stanziato 430 milioni di euro per il 2016 e 589 milioni di euro per gli anni successivi. Oltre al ripristino della detassazione dei premi produttività, la Legge di Stabilità 2016 ha previsto anche l'ampliamento della platea dei beneficiari, innalzando l'asticella dei redditi ammessi all'incentivo a quelli fino a 50mila euro lordi annui. => Detassazione premi e...

Welfare 2016: premi e benefit in busta paga

Welfare La Legge di Stabilità 2016 ha potenziato le agevolazioni fiscali per le aziende che concedono servizi e prestazioni di welfare aziendale ai dipendenti (asili nido, buoni pasto, assistenza integrativa...); allo stesso tempo ha reintrodotto la detassazione dei premi produttività e delle altre voci di salario legate agli incrementi di performance. Affinché le novità diventino operative è necessario che il Ministero del Lavoro emani un apposito decreto attuativo, ma nel frattempo mettiamo a confronto i vantaggi delle due tipologie di riconoscimento ai lavoratori: bonus economico e...

Busta paga: guida al lavoro straordinario

Lavoro straordinario Per lavoro straordinario si intende il lavoro svolto oltre il normale orario di lavoro (solitamente 40 ore settimanali) così come definito dall'art. 3 del D.lgs. 66\2003, esso viene normalmente retribuito con maggiorazioni sulla busta paga. => Busta paga: guida alla lettura e novità Rifiuto e consenso Il lavoratore, in determinati casi, può rifiutare di effettuare il lavoro straordinario, ovvero deve essere obbligatoriamente chiesto un suo esplicito consenso, in altri è diritto del datore di lavoro chiedere delle ore di lavoro in più rispetto a quelle ordinarie previste nel...

Legge di Stabilità: misure per l’occupazione

Occupazione Diverse le misure contenute nella Legge di Stabilità 2016 a favore dell'occupazione in Italia, dal bonus di 80 euro in busta paga che cambia veste e viene trasformato in sgravio fiscale, al dimezzamento degli sgravi contributivi per le nuove assunzioni a tempo indeterminato, al ripristino e l'ampliamento della detassazione dei premi produttività. Vediamoli nel dettaglio. => Legge di stabilità 2016: si punta a investimenti, occupazione e Sud Bonus 80 euro trasformato in detrazione Cambia il bonus di 80 euro in busta paga per i dipendenti che guadagnano fino a 26mila euro annui:...

X
Se vuoi aggiornamenti su Detassazione produttività

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy